16 Giugno 2020

Mobilità post-Covid: il Comune collaborerà con i cittadini

el sunto Le proposte per una mobilità sostenibile saranno discusse in un tavolo tecnico: ora servono tempi celeri per mettere in atto le misure più urgenti

Si è svolta stamattina la riunione della VI Commissione Consiliare dedicata alla presentazione delle proposte per un Piano per la mobilità post-covid. I rappresentanti delle associazioni proponenti sono stati auditi dai Consiglieri, dall’Assessore all’Urbanistica Polli e dall’ing. Bernetti. 

Nel corso della seduta è stato riscontrato un apprezzamento trasversale per il contributo che le associazioni e la cittadinanza hanno prodotto in questi mesi. Le associazioni si auspicano che questo apprezzamento si traduca, per quanto tardivamente, nella messa in atto di azioni concrete da parte dall’Amministrazione Comunale. A tal proposito la proposta dell’Assessore di convocare un tavolo tecnico dedicato all’individuazione dei provvedimenti urgenti da implementare, con la partecipazione delle associazioni e degli Uffici preposti, trova le associazioni favorevoli, che sperano in un mandato operativo su soluzioni realizzabili entro settembre

Diversi esempi di altre città italiane ed europee dimostrano come sia possibile favorire la mobilità pedonale e ciclabile e l’uso in sicurezza del trasporto pubblico con interventi semplici, economici e veloci, al fine di ridurre la pressione del traffico privato e le conseguenze negative in termini di inquinamento, congestione e insicurezza. Nei giorni scorsi, a partire dall’esperienza di Milano, le associazioni proponenti hanno elaborato le stime di costi per la realizzazione di bike lane su alcune arterie stradali di Trieste: per un intervento del genere lungo Corso Italia e Corso Saba basterebbero tra segnaletica orizzontale e cartelli 3.500 €. Il costi per realizzare 2 bike lane monodirezionali su via Battisti e viale D’Annunzio sarebbero rispettivamente di 5.700 e di 5.900 €. Per un percorso di quasi 5 km da piazza Foraggi fino al confine con il Comune di Muggia lungo via Flavia il costo preventivato è di 19.800 €.

Il complesso di questi interventi peserebbe per circa lo 0,3% rispetto al “tesoretto” di 12 mln di € nella disponibilità del Comune, annunciato a mezzo stampa nei giorni scorsi dall’Assessore al Bilancio Polidori. Le associazioni si auspicano dunque che, in coerenza con l’apprezzamento espresso dall’Amministrazione per finalità e proposte presentate nel corso della Commissione, vengano individuati in forma collaborativa gli strumenti tecnici ed economici necessari per passare dalle parole ai fatti.

Tag: .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.