13 Maggio 2020

A Trieste, con la bici a pedalata assistita

el sunto Prosegue la rubrica settimanale dedicata a chi sceglie come mezzo di trasporto urbano la bici. Perché Trieste xe anche per bici

In questo periodo sono sempre di più le persone che hanno scelto la bici come proprio mezzo di trasporto urbano. Anche i cittadini di Trieste si stanno muovendo in tal senso, facendo partire una raccolta dati e proposte da presentare al sindaco Dipiazza il 15 maggio. Potete partecipare a questa importante iniziativa cittadina a questo link.
Qua invece la raccolta firme per il ripristino e potenziamento del bike sharing in tempi brevi.

Abbiamo deciso così di pubblicare le testimonianze di chi ha scelto di spostarsi in bici, rispondendo a 4 semplici domande:
Quale percorso devi fare di solito?
Perché hai scelto di farlo in bici?
Cosa chiederesti all’amministrazione per migliorare la mobilità urbana?
Trieste xe per bici?
Chi volesse dare il proprio contributo e le proprie risposte può farlo scrivendo a manna@bora.la, allegando anche una foto in bicicletta.

La testimonianza di questa settimana è di Patrizia Di Lorenzo.

Quale percorso devi fare di solito?
Rione San Giovanni – Zona Tribunale

Perché hai scelto di farlo in bici?
Perchè, premesso che non uso l’auto per spostamenti così brevi, dopo l’epidemia non voglio più salire in un autobus, anche se perderò i soldini dell’abbonamento annuale già pagato. Lascio il bus a chi ne ha effettivamente bisogno (persone che non hanno l’auto, persone che non hanno la bici o che non sanno andarci, persone con problemi di deambulazione, mamme con bambini, e via dicendo). E poi, era da tempo che volevo dare una svolte verde alla mia vita sia per inquinare di meno, che per fare del sano movimento.

Cosa chiederesti all’amministrazione per migliorare la mobilità urbana?
Corsie preferenziali SICURE!!! L’automobilista triestino non è abituato ai ciclisti, come in tante altre città. E, se proprio si deve sollecitare qualcosa da qualche parte (Governo, Regione), sollecitiamo gli incentivi per l’acquisto di mezzi a pedalata assistita.

Trieste xe per bici?
Non troppo… la provi in Friul che xe meio!!! Scherzi a parte, la conformazione orografica (citazione dotta) della città non ne agevola la percorrenza in ogni dove: anche vie apparentemente “piane”, come Via Giulia in salita, non sono facili da percorrere senza pedalata assistita. L’incentivazione dell’uso di questo ultimo tipo di mezzi permetterà di alleggerire il traffico veicolare, rendere l’aria più respirabile e, perché no, godere del panorama e di certi scorci fermandosi, ove possibile, ai bordi delle strade.

Tag: .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.