4 Maggio 2020

La mobilità di Trieste progettata dai cittadini

el sunto Dopo l'appello per la convocazione di un Consiglio Comunale straordinario sulla mobilità parte la fase partecipativa con la raccolta delle proposte

Una Trieste sempre più bloccata dal traffico o una città che guarda al futuro e sperimenta soluzioni innovative per promuovere la mobilità attiva? Per rispondere a questa domanda le associazioni Tryeste, FIAB, UISP, Legambiente, Fridays for Future Trieste, Bora.La, Zeno, Link Trieste e SPIZ lanciano una raccolta dati e proposte da oggi al 12 maggio. I risultati saranno raccolti in un documento che verrà inviato al Comune di Trieste dove chiedere interventi urgenti per contrastare l’aumento del traffico urbano durante la progressiva riapertura delle attività produttive e commerciali nella fase 2 dopo il 4 maggio.

Gli effetti del distanziamento sociale infatti rischiano di portare il traffico al collasso con un crollo dell’uso del trasporto pubblico che prima del lockdown copriva il 20% degli spostamenti urbani a Trieste. In assenza di interventi adeguati è facile prevedere che chi abbandonerà il trasporto pubblico avrà come unica alternativa per raggiungere il posto di lavoro e muoversi in città l’automobile. Se questo dovesse avvenire ci troveremmo di fronte a un aumento rilevante del traffico, con danni per la sicurezza, la salute, l’ambiente, nonché con una notevole perdita di tempo e di competitività economica del territorio dovuta alla congestione delle vie cittadine.

Per questo le associazioni promotrici chiedono a tutte e tutti un contributo di idee per delineare azioni che possano promuovere, in questa delicata fase, la mobilità a piedi, in bici e con il trasporto pubblico. Saranno 4 le modalità in cui singoli e gruppi potranno lasciare suggerimenti e idee, descritte nel dettaglio a questo link.

1. Si potrà rispondere ad un questionario relativo alle abitudini di spostamento pre e post-covid: VAI AL QUESTIONARIO

2. commentare e suggerire integrazioni ad un documento tecnico predisposto dalle associazioni proponenti: VAI AL DOCUMENTO TECNICO

3. aggiungere su una mappa interattiva suggerimenti relativi a interventi puntuali da realizzare sulle strade e sugli spazi urbani di Trieste: VAI ALLA MAPPA

4. infine anche inviando contributi più articolati via mail (info@triestesecoloquarto.eu).

Alla fine dei dieci giorni di raccolta dati, un comitato tecnico composto da alcuni membri delle associazioni proponenti predisporrà un documento di sintesi con le proposte di veloce attuazione per un Piano Emergenziale per la Mobilità Urbana Post-Covid. Il 15 maggio questo documento verrà pubblicato e inviato al Sindaco Dipiazza.

Tag: .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.