3 Agosto 2016

Imbucata al matrimonio del sindaco

el sunto Riceviamo il sempre interessante report di Chanel Slavich su tutto ciò che riguarda fashion, moda e movida triestina

Mi sono imbucata alla festa matrimoniale del sindaco. Come ci sono riuscita? Facevo il mio dovere quotidiano alla pineta di Barcola, di fronte al barachin hippy-chic. Da là mi sono inoltrata in una passeggiata lungo il territorio uncool a sud della fontana. Ho visto Fabio Tuiach portare il pargolo a fare il bagnetto. Sull’asciugamano aveva lasciato incustodito il Graal del prezioso invito. L’ho fotografato e poi fatto riprodurre con sopra il mio nome. Arrivata al castello sul tardi, mi sono guardata intorno.

Non pretendevo di trovare quei renteur ancora in forma da palestra che ti fanno vivere tra viaggi e movida come sogna ogni brava ragazza di buona famiglia. Ma almeno uomini del mondo della finanza che The Wolf of Wall Street stressa, ma fa pur sempre figo. Invece che ti trovo? Pieno zeppo di politici. Ma che te ne fai di un politico oggigiorno? Non contano più niente, hanno il fisico appesantito, fanno una vita supernoiosa e ti riflettono addosso la pessima reputazione della categoria. E dire che Vittorio S. mi aveva avvertita. Vabbè, visto che l’utile era sfumato, speravo almeno nel dilettevole.

Non dico una dionisiaca techno a 220 bpm, ma almeno un’apollinea house a 120 bpm era proprio il minimo sindacale. Invece revival anni ’70 e ’80 che ormai neanche mia nonna lo balla più. Mi sono saliti gli sbadigli. Ma di quale “fraia” scrive Rumiz sul Piccolo? E poi che ne può sapere uno che dice “vardavo del pergolo”? Me ne sono andata in via Torino, tra quelli che lo scrittore stigmatizza “che bevi caliceti a chilometro zero”. C’era anche la stangona di Veline con il moroso triestino. Là, tra i veri VIP, mi sono sentita finalmente a casa.

Chanel Slavich

Tag: , .

66 commenti a Imbucata al matrimonio del sindaco

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.