14 Giugno 2015

Ferriera: lettera aperta agli amministratori

el sunto Ospitiamo la lettera aperta di Andrea Rodriguez a chi amministra la città. In copertina la foto degli effetti del vento di questo pomeriggio.

UNA LETTERA APERTA A CHI AMMINISTRA TRIESTE
Seriamente, io non voglio sparare addosso per principio o strumentalmente a chi sta amministrando Trieste in questo momento ma non riesco a stare zitto perché mi sembra stia avvenendo qualcosa fuori da qualsiasi logica.
Da una parte si organizzano giri in bici per promuovere pedonalizzazioni che dovrebbero avere il fine di avere una città meno inquinata. Ok.
Dall’altra c’è la Ferriera che spara nell’aria veleni invisibili e polvere metallica visibilissima, gente che respira e fa respirare alle proprie famiglie agenti tossici ogni minuto, il tutto nell’illegalità degli sforamenti.
MA COME E’ POSSIBILE?
Seriamente, con quale coraggio potete chiedere a queste persone di aspettare e di respirare veleno finché la Ferriera non trova una soluzione?
Chi o cosa tutelate davvero: LA SALUTE PUBBLICA O GLI INTERESSI DI QUALCUNO?
E la rabbia monta sempre più pensando alla severità con la quale si combattono invece altri inquinamenti come ad esempio quello acustico derivante dalla gente che parla fuori dai locali o dalla musica alta: arrivano i vigili e FINISCE LA FESTA. Arriva la Polizia: giorni di chiusura, multe salate, revoca di licenze.
In questi casi siete velocissimi, arrivate subito.
MA LA FERRIERA NON LA FERMATE MAI.
NEPPURE PER UN GIORNO.
MAI.
SPIEGATECI PERCHE’.
Io direi che una spiegazione pubblica e chiara ce la dovete.
E ce la dovete subito.

Tag: , .

34 commenti a Ferriera: lettera aperta agli amministratori

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.