6 Ottobre 2014

Siamo pietre e ombra

el sunto Siamo pietre e ombra è un documentario, realizzato in occasione del centenario della Prima Guerra Mondiale. Oggi la proiezione.

Son le parole di Eugenio Montale e quelle di Odisseo Elitis “verra il giorno… che ci seppelliranno e poi dopo migliaia di anni… non saremo che pietre lucenti” a comporre il titolo – Siamo pietre e ombra – del documentario che l’Ufficio Stampa–Produzioni Televisive della Presidenza della Giunta Regionale, ha realizzato per il centenario della Prima Guerra Mondiale.

Oggi, lunedì 6 ottobre una proiezione in anteprima è stata organizzata – in contemporanea alle 18.00 – a Trieste al cinema Ariston a Udine all’Auditorium della Regione, a Gorizia nella sala convegni di CA.RI.GO., a Pordenone nell’Auditorium della Regione , a Tolmezzo al teatro Candoni. Una replica è prevista alle 20.00 a Trieste e alle 19.30 nelle altre sedi.

Prima che la comunità internazionale iniziasse a numerarli, il conflitto che insanguinò l’Europa dal 1914 al 1918 fu definito – con drammatica semplicità – la Grande Guerra, Grosser Krieg, Great War, Grande Guerre.

grande guerra 3
Divenne mondiale – con la decisione degli Stati Uniti di schierarsi contro gli Imperi centrali. Ma mondiale racchiude – e non esclude – individuale perché ognuno – è stato scritto – militare o civile che fosse, perse un mondo: il suo.
In queste terre di confini e microcosmi, le memorie di questi mondi scomparsi restano nei luoghi, nelle atmosfere, nei racconti che diventano parte della storia che il Friuli e la Venezia Giulia hanno vissuto.

Da questi frammenti di memorie si sviluppa il documentario che la Regione ha voluto per raccontare una Guerra che per Trieste e le altre terre , parti dell’Impero Austro Ungarico, inizia nel 1914. Un percorso, raccontato dall’attore Massimo Somaglino, che parte da Trieste e si dipana tra Gorizia, Udine, Grado e Aquileia, Cividale e Palmanova ,il pordenonese delle ultime battaglie dopo Caporetto fino alle montagne.

Nel filmato che ha visto la collaborazione di musei italiani ed esteri, di storici e di associazioni culturali italiane, slovene e austriache, interessante, oltre alle ricostruzioni virtuali e ai filmati d’epoca ( recuperati da archivi privati e da quelli della sede regionale RAI ) la colonna sonora composta ,in parte, con musiche originali, in parte con registrazioni d’epoca e con brani di musica popolare- sia italiana che tedesca che slovena- ritrovata attraverso un lavoro – inedito – di ricerca storica. Così il filmato, distribuito gratuitamente dalla regione su dvd, è stato prodotto nelle versioni italiana, slovena, tedesca e inglese nell’ambito della realizzazione del Progetto Interregionale “Itinerari della Grande Guerra” – un viaggio nella storia” con il contributo dell’agenzia Turismo FVG.

Tag: , .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.