13 Agosto 2014

Rigassificatore: ricominciamo da capo?

el sunto Aurelio Juri ha scritto al Governo sloveno e alla Giunta regionale, in merito al progetto di un rigassificatore a Monfalcone.

Ndr. La vicenda rigassificatori da sempre ci sta a cuore. Ce ne siamo occupati in particolar modo fra il 2012 e il 2013. Continuiamo con attenzione a seguire i risvolti della vicenda e a vigilare. 

Pubblichiamo perciò la lettera di Aurelio Juri, collaboratore del Tavolo Tecnico Rigassificatori Triest (tavolo di studiosi nato nel 2009 per studiare il progetto di Gas Natural sotto la guida del già segretario regionale della UIL VVF Adriano Bevilacqua)

LETTERA APERTA

al Governo della Repubblica di Slovenia

alla Giunta regionale del Friuli Venezia Giulia

al Commissario europeo per l’ambiente

Ricominciamo da capo? La minaccia rappresentata dall’ambizione della multinazionale spagnola Gas Natural di impiantare un rigassificatore di gas naturale sulla terraferma nel Golf odi Trieste non si vuole congedare. Dopo che pareva che questo tipo di impianto di comprovata tecnologia obsoleta e a rischio per l’ambiente e la sicurezza della popolazione e del patrimonio fosse acqua passata, veniamo ad apprendere che cosi’ non e’, ovvero che il terminal verrebbe solamente spostato piu’ ad ovest rispetto a Trieste. Da Zaule a Monfalcone. Niente di ufficiale e definitivo, ma neanche smentite alle notizie provenienti con sempre piu’ frequenza da oltre confine e pubblicate dal Piccolo, dalla Voce di Trieste e, da noi, dall’ on line Regional obala. Non solo. Si starebbero gia’ sfornando i consensi, ovvero i pareri positivi delle competenti autorita’ comunali, provinciali, regionali e portuali.

Viene quindi da chiederci, almeno fra noi che nei trascorsi quattro anni, nell’ambito del Tavol oTecnico Rigassificatori, abbiamo approfondito le nostre conoscenze in materia e dimostrato che il Rigassificatore di gas naturale a terra, specie del tipo voluto dalla multinazionale summenzionata, non ci sta’ entro un golfo con acque poco profonde e coste densamente popolate, nonche’ invitato le autorita’ che qui governano a intraprendere soluzioni alternative e comuni, quali gli impianti galleggianti in alto mare (Offshore FSRU – Floating Storage Regassification unit), cos’e’ mancato perche’ risultassimo piu’ convincenti, ovvero quali altri interessi prevalgono, non certamente quello pubblico, se Gas Natural insiste nel problematico progetto e continua a farsi strada verso la sua realizzazione?

Sono convinto che condividano la mia preoccupazione e l’aspettativa per risposte immediate e chiare, ovvero per interventi opportuni qualora l’avvertimento fosse colto, anche gli altri membri del Tavolo Tecnico Rigassificatori e l’intera opinione pubblica di questo territorio.

In attesa delle risposte, con rispetto

Koper – Capodistria, 11.08.2014

Aurelio Juri

Tag: , , , .

70 commenti a Rigassificatore: ricominciamo da capo?

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.