2 Febbraio 2014

Trieste vince contro Jesi (ma con il fiatone)

LA PARTITA

Nello scontro-salvezza della Lega Adecco Gold la Pallacanestro Trieste sconfigge per 72 a 66 la Fileni BPA Jesi, salendo così alla terzultima posizione in classifica. Pur essendo stata in vantaggio per tutto il match, Trieste ha sofferto non poco la squadra marchigiana, in particolare il centro Michele Maggioli, autore di 9 punti in poco più di un minuto.

MVP indiscusso della serata è Francesco Candussi, autore nel quarto quarto di 11 punti, 4 rimbalzi e 2 stoppate. Candussi toglie le castagne dal fuoco per Trieste nel momento in cui la squadra è alle prese con uno dei suoi consuetudinari black-out che hanno spesso condizionato la sua tribolata stagione. Tuttavia, i due parziali, quello di 8-0 nel primo quarto e quello di 12-4 nell’ultimo quarto, dimostrano che Trieste quando gioca di squadra riesce ad essere quanto mai devastante. Sono tutt’ora inspiegabili questi black-out che coinvolgono tutta la squadra giuliana e che lasciano così agli avversari di fare il proprio gioco in campo. Assieme a Candussi, l’altro grande protagonista è Ryan Hoover, top scorer per Trieste con 13 punti.

“Se esalta Hoover per una tripla ma prima de tutto se dovessi parlar del partidon che sta fazendo Coronica”. E’ chiaro il messaggio di uno dei tanti spettatori presenti al PalaTrieste. Dopo Candussi un’altra nota lieta proveniente dalla panchina è Andrea Coronica che quando viene chiamato in causa da coach Eugenio Dalmasson risponde “presente”, gettandosi senza paura nella mischia. Seppur chiudendo la sua partita con delle cifre modeste (6 rimbalzi, 4 punti, 2 assist, 1 palla rubata) Coronica dimostra in campo grande grinta e voglia di ritagliarsi spazio e minutaggio nei confronti di un appannato Harris (11 punti, 3 assist, 1 rimbalzo).

Un altro giocatore che come Harris potrebbe dare molto di più alla causa giuliana è senza dubbio Dane Diliegro, autore di una prestazione in chiaro-scuro. Pur realizzando una doppia doppia (12 punti, 11 rimbalzi, 2 assist, 1 palla rubata) la sensazione è che al giocatore americano di origini italiane manchi un po’ di autostima e il carattere necessario per imporsi sotto canestro. Con il fisico e l’altezza di cui è dotato, Diliegro potrebbe infatti “spaccare il mondo”. Ancora una volta non convincono i triestini, medagliati d’oro agli ultimi Europei under 21, Michele Ruzzier e Stefano Tonut. Il primo nonostante i 7 punti realizzati perde facilmente due palle in poco tempo. Il secondo, che non riesce a lasciare alcun segno nella partita, è ancora una volta l’oggetto misterioso della formazione giuliana.

Dopo la vittoria con Jesi, il prossimo appuntamento dei biancorossi è in casa dell’Angelico Biella giovedì 6 febbraio, ore 18.

Qui il tabellino della partita.

HE GOT GAME

I due “stopponi” realizzati in pochi minuti da Coronica ai danni di “imprecisati” giocatori di Jesi valevano il prezzo del biglietto da pagare quest’oggi.

IL PERSONAGGIO

Chi si aspettava qualcosa di più dall’ex nazionale italiano Richard Mason Rocca è rimasto deluso. L’ala grande di Jesi non incide in alcuna maniera durante la partita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.