14 Dicembre 2013

Trieste, presidio dei tricolori/forconi, la polizia porta paste e brioche ?


A Trieste, da diversi giorni e notti, 24 ore su 24, piazza della borsa è occupata da tricolori, che sono collegati all’iniziativa di lotta dei Forconi e coordinamento 9 dicembre. Un presidio che, come ho avuto già modo di registrare, è molto vicino al gruppo nazionalista locale Trieste Pro Patria, visto che diversi sono i simpatizzanti o gli aderenti di Trieste pro patria ad essere attivi in Piazza della Borsa, ma ovviamente vi sono soggettività anche della galassia del mondo della destra locale anche più estrema.
Nel profilo facebook del coordinamento 9 dicembre di Trieste, un tale Italo Giuliano, che ha come foto del proprio profilo proprio i simboli di Trieste pro patria.

così scrive nella mattinata del 13 dicembre 2013:
“bon, deso che me son ripreso ve conto la mia esperienza de questa note, tanto tanto fredo, l’umido penetrava ovunque, fin le due tanto buon umore con i giocolieri, el nosttro rastafa sempre esilarante, un cagnolin amaestrado, dale 2 ale3 chiacherada con due volanti dela polizia de stato, totale sintonia, dale 3 ale 4 tanto fredo, Lucia ga fato de taxi a una signora imbriaga dura ma sai cocola, ale 4 entrra in piaza una volante e riva drita de noi, penso che i ne domanderà i documenti, invece smonta un agente con un enorme vassoio de paste e briosche…. poi de novo tanto tanto fredo ma i cuori xe caldi lo steso, 56 ani e no sentirli ma l’altro Italo, quelo vero, ne ga 64 e nonostante l’artrosi iera con noi sentà sui scalini tuta la note, grande Italo P. esempio, a proposito, via de la son dà a lavorar e con mi anche altri che ga fato la note come Lucia e Antonio….”

Ma segnalo anche questa testimonianza, pubblicata sempre il 13 dicembre, nel profilo facebook del gruppo aperto, quindi pubblico, coordinamento 9 dicembre di Trieste:
“P.zza della Borsa ore 3 e 45 circa. Ci si organizza come passare il tempo. Si ride si scherza, si discute.
Arriva una pattuglia, con andatura lenta si ferma davanti al presidio, il finestrino scende e con un semplice “come va?” fa partire il dialogo con gli agenti. Un dialogo che in un batter d’occhio fila velocissimo su identici binari. Dietro la divisa si celano persone comuni con i nostri stessi disagi e la nostra stessa voglia di dire basta. Anche tra loro trapela il malumore, ma sono consci che è i l loro mestiere e devono in qualche modo saper stare da entrambe le parti.
Passano una ventina di minuti, arriva una seconda pattuglia che si unisce al gruppetto. Sono gentilissimi, parlano con noi, e anche loro sono perfettamente d’accordo che cosi’, non si puo’ andare avanti. Mutui, famiglie, media politicizzati, stipendi da fame….. Una mezz’ora di scambi di opinioni e di testimonianze.
Arriva una terza pattuglia, piu’ sorniona che mai, ci guardano, non scendono dalla vettura, scambiano qualche battuta con i colleghi che stanno ritornando nelle loro macchine. Poi scompaiono assieme alle altre gazzelle tra le vie della città.
Il nostro presidio va avanti, tra coperte il solito Thè caldo, e pane caldo.
Il silenzio viene rotto dalle voci dei frequentatori della vicina discoteca, che escono ubriachi fradici. MA NON SOLO: udiamo nuovamente l’arrivo di una pattuglia che si avvia dritta davanti al presidio: Li riconosciamo, sono gli agenti che ci hanno scrutato senza scendere pochi minuti prima.
Si apre la porta della gazzella, scende l’agente. Ha in mano un vassoio, pieno di krafen e brioches. “Tenete ragazzi, queste sono per voi per la notte!” e con fare gentile ce lo consegna!. Non sappiamo come ringraziare, rimaniamo a bocca aperta!
Loro riscompaiono in pochi secondi, noi rimaniamo increduli sui gradini della fontana di Piazza della Borsa.ONORE A VOI! COME CITTADINI ITALIANI SIAMO FIERI DI AVERE TRA LE FORZE DELL’ORDINE PERSONE D’ORO ! INUTILE NEGARLO, E’ STATO UN GESTO ENCOMIABILE! LA NOSTRA PROTESTA CONTINUA SENZA SOSTA E PIU’ VIVA E FORTE CHE MAI! ANCHE PER VOI AGENTI, ANCHE PER I VOSTRI FIGLI! GRAZIE!

Insomma se quanto scritto corrisponde al vero, se le forze dell’ordine hanno solidarizzato in tal modo,con i nazionalisti triestini, con chi manifesta in piazza in questi giorni, portando paste e brioche, la cosa mi sembra a dir poco grave.

 

Tag: , , .

85 commenti a Trieste, presidio dei tricolori/forconi, la polizia porta paste e brioche ?

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.