10 Novembre 2013

Il Movimento Trieste Libera chiede il risarcimento danni a Il Piccolo

Trieste Libera ha avviato il primo procedimento per la richiesta di risarcimento danni nei confronti del quotidiano Il Piccolo e del gruppo editoriale l’Espresso (foto tratta dal sito di Trieste Libera). La richiesta di risarcimento è stata presentata a seguito della pesante campagna denigratoria e diffamatoria, una vera e propria “guerra di propaganda”, che il quotidiano locale, secondo il Movimento, avrebbe insistentemente messo in atto negli ultimi mesi nei confronti del movimento stesso e dei suoi iscritti, al fine di screditarne l’operato agli occhi dell’opinione pubblica presentandolo come un gruppo eversivo di violenti dedito ad incitare all’evasione fiscale.

Per maggiori info qui

Tag: .

19 commenti a Il Movimento Trieste Libera chiede il risarcimento danni a Il Piccolo

  1. Avatar Paolo Geri

    Attendo fiducioso controquerela da parte del Gruppo Espresso in nome della libertà di stampa e di informazione.

    P.S.: secondo me anche bora.la dovrebbe stare attenta a non trovarsi querelata 🙂

  2. Avatar Stefano

    ma una roba no capisso…

    quando fa comodo i presenta denunce presso el tribunal italian (che pertanto in sti casi i riconossi valido), invece quando i ghe da torto (praticamente sempre) el stesso tribunal no xe riconossudo ma xe solo parte de un stato occupante? 🙂

    savè cossa me sembra? i zoghi che se faseva de muleti..tipo le partide de balon..quando chi portava la bala se incazzava o no ghe andava ben le robe, se ciapava e andava via disendo o femo come digo mi o no se zoga più 🙂

    spetemo sta sentenza dai..altra pila che uscirà dalle tasche dei nostri “liberatori”…vederemo quando i sponsor se romperà i zebedei de pagar cossà succederà 😉

  3. Si giusto Stefano ma a che altro tribunal se ga de rivolger,del Burkina Faso?il tribunal de Trieste xe amministra provvisoriamente dal governo italiani e quindi se fa riferimento a quel perche non xe altri..
    Noi podo esser pro p contro sta roba ma un giornalista ga de scriver i fatti e no cior pel cul ogni roba che i fa…

  4. Avatar Stefano

    @ 3 gianni

    vara che xe lori che i se ga inventado tutta sta storia..miga mi…
    se te se rivolgi al tribunal italian te accetti le sentenze che i da..positive o negative..

    altrimenti se i pensa veramente che esisti sta realtà virtuale che i sostien, i continui a “telefonar” all’ onu o a mandarghe email chiedendo la liberazion…
    sicuramente prima o dopo li cagherà…figuremose…con tutte le prove che i ga saria impossibile el contrario..

  5. Avatar John Remada

    E il Piccolo no,Geri? Si vede che tu vedi solo sinistra e basta,questa è una delle cause dello sfascio dell’Italia,lo si vede anche dalle piccole cose….quindi i tuoi hanno sempre ragione,in ogni caso.

  6. Avatar Cren insider

    Una buffonata, per essere sintetici.
    Viene da chiedersi come mai si avvalga di un avvocato triestino dopo aver affermato di essersi rivolti a Longo perchè nessun avvocato triestino era disponibile.
    Cosa non si fa per apparire.
    In ogni caso sono convinto che l’Espresso farà querela, se non la ha già fatta, ma non per “la libertà di stampa”, ma per certi attacchi dell’MTL e/o di parovel (che specifico non ha niente a che fare con l?MTL 🙂 )

  7. Avatar Pieri

    Il Piccolo meriterebbe di essere querelato da diverse persone ed enti…a cominciare dai friulani…altro che querela contro paolo Villaggio, sarebbe da querelare Il Piccolo per la sua parzialità e la sua palese volontà di fomentare astii e polemiche campanilistiche.

  8. Avatar Alessandro

    no te par che ghe ne gavemo za abbastanza de esaltai?!

  9. Avatar Bibliotopa

    Tutto questo avvocatume, vie legali, querele, avvocati, mi sembra italiano al 100% nel senso più deteriore. Azzeccagarbugli a Trieste.

  10. Avatar aldo

    Da quel che ho capito non è una querela, ma una banale “domanda di mediazione”:
    http://www.giustizia.it/giustizia/it/mg_2_7_11.wp

  11. Avatar aldo

    Però in questo caso pare che la domanda di mediazione sia obbligatoria prima di procedere a querela.
    In ogni caso, per coerenza, dovrebbero eccepire immediatamente il difetto di giurisdizione sulla loro stessa domanda.

  12. Avatar Franco Tremul

    Più che Bora.La questo sito sarebbe da chiamare “Notiziario sull’MTL”.
    Qualche giorno fa, dopo un intervento della responsabile del sito Sara Matijacic, ho provato a porre alcune semplici domande chiedendo perché si dedichi cos tanto spazio a un movimento di fatto ininfluente come il MTL e non si indaghi praticamente mai su coloro che governano città, regione e Paese. Non ho avuto ancora risposta. Provo a ripostare le mie considerazioni:
    “Bora.La non è pro o anti qualsiasi partito” (Sara dixit https://bora.la/2013/10/27/mtl-ce-movimento-nel-movimento/)
    Benissimo. Però MTL rappresenta una realtà marginale nel panorama politico triestino o regionale. Come mai Bora.La, che principalmente “nasce e vive grazie al contributo volontario di redattori”, non dedica lo stesso tipo di spazio (se non maggiore, magari, viste le dimensioni) a partiti molto più influenti sull’amministrazione pubblica, ovvero sulla vita dei cittadini?
    Per fare un esempio pratico: tutte i provvedimenti legislativi promossi ed approvati da PD o PDL (per citare le realtà politiche di dimensioni più rilevanti) non presentano incongruenze o aspetti discutibili? E inoltre: questi partiti, al loro interno, non hanno nessun tipo di dialettica – se non vogliamo chiamarle distonie – che si presterebbe ad un’analisi da parte della redazione? E la conoscenza della dinamica di queste dialettiche, per esempio, riguardando partiti che bene o male governano il Paese, la regione nonché la città, non viene reputata dai redattori di Bora.La meritevole almeno di pari dignità rispetto a quelle interne al MTL? Perché?

  13. Avatar Fiora

    Trovo anch’io che i fasti e nefasti del MTL abbiano monopolizzato l’attenzione di bora.la in misura abnorme e che a prescindere dalle posizioni quest’attenzione così esclusiva funga comunque da cassa di risonanza a tutto vantaggio di detto Movimento.

  14. Avatar giorgio (no events)

    podessimo far el movimento bora libera e dir che gavèmo zà le carte e che quei de MTL xe solo provisori…

  15. Avatar Giovanni Bollini

    Il problema del difetto di giurisdizione non c’è in questo caso perchè il tribunale non è quello di Trieste.

  16. Avatar Giovanni Bollini

    Il problema del difetto di giurisdizione non esiste, in quanto il tribunale competente non è quello di Trieste.

  17. Avatar GIAMPAOLO LONZAR

    @@@@ vari : ormai questi threads conro l’indipendentismo in generale e contro MTL in particolare hanno assunto una veste o da tribunale dell’Inquisizione dove i vari Torquemada di turno puntano l’indice accusatorio di eresia, apostasia etc,. oppure
    quello di un tribunale di stregoneria dove i testimoni di accusa dicono che hanno visto questo o quel indipendentista e/o MTL ad un Sabba o incestuosi rappori con Belzebù etc.

    Chiedono dichiarazioni prove controprove si lamentano di risposte mai ricevute !!!!

    Questi severi giudici difensori dei sacri confini NON HANNO MAI risposto ad una domanda che si e’ ripetuta molte volte in questi threads !

    Il famoso ALLEGATO VIII del trattato di pace che la stessa amministrazione fiduciaria Italiana si e’ impegnata a rendere
    operativa nei suoi 20 articoli al di là
    dell’esistenza o meno del TLT.

    Oppure questi giudici evitano questa risposta
    appellandosi a qualche fantomatico VII emendamento dove la risposta potrebbe incriminarli a loro volta ???

  18. Avatar Luigi

    Allegrìa, dopo il risarcimento chiesto dai Savoia alla Repubblica Italiana il MTL fa altrettanto col quotidiano dell’okkupante!

    La prossima cosa sarà? Roberto Giurastante a “Ballando con le stelle”?

    Il Piccolo ringrazia per le dieci copie in più vendute.

    PS: Lonzar, quante volte t’ha ordinato la maestra di ripetere il tuo nome sulla lavagna?

  19. Avatar Rosi

    12 Franco Tremul

    A me va benissimo invece che Bora.La racconti le vicende del Movimento Trieste Libera.
    Se queste infatti vengono “derise” su Il Piccolo nella cronaca di Trieste, nulla appare su quella di Gorizia, come del resto nulla su Il Messaggero o Rai Regione, senza poi considerare il campo più ampio, quello nazionale.
    Un po’ come per i vicini sloveni, che per sapere cosa succede da loro devono leggere Il Piccolo, perché su Delo, le notizie fastidiose per l’establishment, non le trovano…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.