5 Ottobre 2013

Lussinpiccolo festeggia il 70.mo anniversario di sacerdozio di Mons. Cosulich

Grande festa mercoledì a Lussinpiccolo in occasione del 70.mo anniversario di sacerdozio del lussignano mons. Mario Cosulich, canonico – preposito capitolare della Diocesi di Trieste. Settanta anni fa’ veniva ordinato sacerdote dall’Arcivescovo di Zara, mons. Pietro Doimo Monzani. nel Duomo di Lussinpiccolo. Era l’oscuro anno di guerra 1943. L’ordinazione avrebbe dovuto avvenire a Roma per mano di Papa Pio XII Eugenio Pacelli, ma una speciale dispensa consenti’ l’ordinazione a Lussinpiccolo.


Ieri mattina alle 10 solenne e’ stata celebrata una S.Messa propriziatrice da mons. Cosulich nello stesso Duomo, assistito a latere dal parroco decano mons. Ivan Brnić e da don Mate Polonio rettore di San Nicolo’. I canti religiosi ieri erano tutti in lingua italiana. In conclusione della S.Messa il Vescovo di Veglia S.E. mons. Valter Župan, giunto espressamente a Lussinpiccolo per l’occasione, ricordando l’anniversario, ha rivolto un commovente messaggio augurale a “don Mario”, come da sempre viene chiamato dai lussignani residenti e non residenti, mettendone in evidenza i suoi requisiti canonici. A Roma sabato 9 febbraio, ricorrenza della festivita’ della Madonna della Fiducia presso il Pontificio Seminario Romano Maggiore S.S. Benedetto XVI ha presenziato ai festeggiamenti per l’anniversario di ordinazione sacerdotale degli ex studenti del seminario romano. Di rilievo il colloquio in questa sede avuto da mons. Mario Cosulich con Papa Ratzinger.
Mons. Mario Cosulich ha superato i 93 anni di eta’, e ieri a Lussinpiccolo ha dato ancora una volta nell’omelia, dimostrazione della suo grande attaccamento alla sua isola natia. Nato a Lussinpiccolo il 28 agosto 1920, dopo gli studi a Zara ed a Roma presta la sua opera pastorale a Punta Croce, Cunski, Lussingrande, Zara e Lussinpiccolo che abbandona nel luglio 1949, esule a Trieste. Nell’anno del suo 70.mo di sacerdozio, dopo Roma mons. Cosulich e’ stato festeggiato a Genova con il lussignano Mons. Nevio Martinoli, presidente onorario della Comunita’ dei lussignani e dai suoi fratelli Antonio, Giovanni e Angelo. Infine durante i consueto ritrovo per la Madonna Annunziata di Cigale a Trieste, i Lussignani residenti a Trieste si sono stretti in un caloroso abbraccio attorno al loro amato mons. Cosulich, “faro” e punto di riferimento. Ieri mattina a Lussinpiccolo prima della benedizione conclusiva il coro femminile “Vittorio Craglietto” della locale Comunita’ degli Italiani ha intonato: “Tu sei la mia vita” (Symbolum 77) di Antonio Peppino.
Nella Comunita’ lussignana con sede a Trieste “don Mario” e’ sempre presente, nelle occasioni gioiose e nei momenti di tristezza. Porta il vigore delle sue parole alle persone anziane e sofferenti e il conforto nella preghiera, lontano dalla sua Lussino, ma avvolto in un’atmosfera che sa di mare, sassi, cicale…. Alla cerimonia religiosa di ieri hanno aderito una folla di fedeli, molti dei quali giunti dagli Stati Uniti e dall’Australia. Presente il fratello di don Mario, Angelo. la presidente della Comunita’ degli Italiani di Lussinpiccolo Anna Maria Saganić e il presidente dell’Esecutivo stesso, Mariano L. Cherubini. Per la Comunita’ dei lussignani non piu’ residenti invece era presente la segretaria generale Licia Giadrossi – Gloria Tamaro con alcuni consiglieri.

2 commenti a Lussinpiccolo festeggia il 70.mo anniversario di sacerdozio di Mons. Cosulich

  1. Avatar Fiasconaro Renzo

    Ascoltata stamane (31/3/2019) la S. Messa celebrata in S. Giusto di Trieste dall’Ill.mo Mons. Mario Cosulich, ci complimentiamo per la sua chiara voce e per la spiritualità che da essa traspare. Umilmente chiediamo una Sua Benedizione su noi, sulle nostre figlie e 9 nipoti.
    Ringraziamo e ben distintamente ossequiamo.
    Antonella e Renzo Fiasconaro

  2. Avatar Fiorenza Degrassi

    Un testimone del secolo. Laiche , ma sentite congratulazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.