25 Giugno 2013

69 i cortometraggi in gara al 14° Festival Maremetraggio

E’ stata presentata oggi la quattordicesima edizione di Maremetraggio, International Short Film Festival, in programma dal 30 giugno al 6 luglio a Trieste, nella doppia e centralissima sede di proiezione di Piazza Verdi, all’aperto, e del Teatro Miela. Sette giorni di cinema breve in 69 tra i migliori cortometraggi a livello internazionale, i “best of the best” provenienti da tutti gli angoli del pianeta e una ristretta rosa di sei opere prime italiane, scelte tra le più “invisibili”: saranno questi, ancora una volta gli ingredienti del festival, che porterà a Trieste tanti ospiti, giovani promesse, nuovi talenti e celebrities del mondo del cinema italiano ed europeo. Come l’attore Luca Marinelli, cui sarà dedicata la “prospettiva” di Maremetraggio, uno spazio per narrare il suo percorso attraverso le immagini dei film che l’hanno avuto come protagonista, da “La solitudine dei numeri primi” di Saverio Costanzo a “Nina” di Elisa Fuksas e “Waves” di Corrado Sassi, fino a “Tutti i santi giorni” di Paolo Virzì. Marinelli sarà a Trieste per incontrare il pubblico il 5 luglio.

A giudicare i 69 corti in concorso, selezionati tra i lavori già vincitori di altri festival nel mondo nel 2012, saranno l’attrice della web series “Una mamma imperfetta” Lucia Mascino, l’executive creative director di campagne pubblicitarie dei brand più celebri Pietro Maestri, la sceneggiatrice Isabella Aguilar. Tra i premi da assegnare spicca, per il miglior corto assoluto, il premio Punto Enel di 10.000 euro. Saranno inoltre assegnati il premio al miglior corto italiano, il premio “Studio Universal”, che consiste nell’acquisizione dei diritti Pay per la trasmissione televisiva al miglior corto italiano selezionato da una giuria del canale. E ancora il premio Rai News al miglior corto d’attualità, il “Quality Technological Award 2013” assegnato da Rai Strategie Tecnologiche, il premio al miglior corto di animazione, il premio del pubblico “Piquadro” al miglior corto, il premio “AMC” al miglior montaggio italiano, il premio del pubblico della rete “MYmovies.it”, il premio al miglior corto “Oltre il muro”.

Tra gli eventi speciali di quest’anno un omaggio al regista Carlo Lizzani e all’attrice triestina Laura Solari, un particolarissimo documentario sull’artista Renata Pfeiffer, una mostra, “Fuoriscena”, realizzata in collaborazione con la rivista Newscinema, degli artisti Giovanni Manna e Laura Manaresi, che proporrà “nuove visioni del cinema”, un workshop per attori dedicato al casting in collaborazione con Officine Mattòli e Trieste Casting, un contest fotografico, #14misff. Come accaduto l’anno scorso con l’India, anche quest’anno Maremetraggio proporrà un focus interamente dedicato alla cinematografia di un Paese extraeuropeo: il Kazakhstan. Grazie alla collaborazione con il Consolato onorario kazako per la regione Friuli Venezia Giulia e l’Ambasciata della Repubblica del Kazakhstan, la serata del 4 luglio sarà dedicata al cinema di questo Paese.

E Maremetraggio anche quest’anno varcherà con il suo cinema le mura del carcere: un progetto formativo per detenuti dedicato ai “mestieri del cinema” è già partito a inizio anno in collaborazione con ENAIP Fvg, mentre durante il festival proseguiranno le proiezioni di una selezione di cortometraggi all’interno della Casa Circondariale di Trieste, dove una giuria di detenuti sarà chiamata ad assegnare al miglior corto il premio “Oltre il muro”.

Per chi fosse impossibilitato a seguire Maremetraggio da Trieste, una selezione delle proiezioni sarà recuperabile su MYMOVIESLIVE!, nella sala dedicata al festival triestino, a cui ci si può iscrivere gratuitamente.

Tag: .

2 commenti a 69 i cortometraggi in gara al 14° Festival Maremetraggio

  1. Avatar michela ha detto:

    Sono stata per una decina d’anni nella giuria di Maremetraggio. Ho visto degenerare pian piano questa bellissima manifestazione, fino al culmine del decimo anno in cui si sono inanellate una serie di inadempienze, malintesi, disorganizzazioni a dispetto dell’elefantiaco accrescimento del festival che è sfuggito di mano a chi lo ha creato. Dopo, non ci sono più andata. Anche perché il premio di quell’anno era stato attribuito al più vomitevole dei corti, ciliegina su una torta ormai marcia e sfatta. Qual è la vostra personale esperienza del Festival?

  2. Avatar michela ha detto:

    sono molto delusa, nessuno che mi abbia risposto…. il cinema non interessa a nessuno qui, sigh…eppure Maremetraggio è quanto di più importante si faccia a livello cittadino in questo settore. le discussioni sulla politica, su trieste italiana / slava/ austriaca scatenano discussioni infinite… il cinema che non fa male a nessuno, aiuta a fantasticare, suggerisce pensieri nuovi e persino a volte insegna qualcosa, invece no.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.