21 Febbraio 2013

Rigassificatore, WWF: “Il supplemento di istruttoria è insufficiente”

Per il Wwf ”non puo’ fondarsi soltanto sulle interferenze delrigassificatore proposto a Trieste da GasNatural con il traffico portuale il ‘supplemento istruttorio’ deciso alla fine di dicembre dal Ministero dell’ambiente”. Lo scrive l’associazione ambientalista, in un documento inviato ai ministeri competenti, alla Regione, agli enti locali coinvolti e alla Commissione Europea, sottolineando ”l’anomalia di una procedura che ha per oggetto un decreto del luglio 2009 (il Via favorevole firmato dagli allora ministri Prestigiacomo e Bondi), sulla legittimita’ del quale sono state sollevate da piu’ parti innumerevoli critiche. Tant’e’ vero – sottolinea – che sono almeno sei i ricorsi e gli atti di intervento al Tar del Lazio per chiederne l’annullamento”. Piu’ logico secondo il Wwf sarebbe procedere all’azzeramento di tutte le procedure autorizzative in corso per il gasdotto, la centrale elettrica, l’elettrodotto, e del decreto Via del 2009 sul rigassificatore. ”Bisogna fare pulizia – conclude il presidente del Wwf Friuli Venezia Giulia, Roberto Pizzutti – di un insieme di documenti amministrativi oltremodo pasticciati, della cui sostanziale illegittimita’ il Ministero dell’ambiente deve finalmente prendere atto”.

Tag: , .

Un commento a Rigassificatore, WWF: “Il supplemento di istruttoria è insufficiente”

  1. Carlo ha detto:

    E doveroso sarebbe anche tener conto degli impatti ambientali che si sono manifestati a Porto Viro, dopo che nel 2009 l’impianto di Porto Viro è entrato in funzione.
    Il decreto di VIA per Zaule, che era appena stato firmato, non tiene in considerazione le schiume, il rilascio di cloroderivati in acqua e in aria, ….
    E questo tanto a livello ministeriale che Regionale. Qui da noi, la Regione si è mai preoccupata di documentarsi su come stanno le cose a Porto Viro ? Hanno acquisito documenti, rapporti ? Oppure prendono per buona qualsiasi “carta de parsuto” gli passi il proponente ?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *