16 Febbraio 2013

Stamattina a Gorizia Luca e Ivan hanno detto sì

Due uomini residenti Udine, Luca Olivo e Ivan Ciro Silvestri (nella foto con Antonio Parisi, organizzatore delle serate di Jotassassina), hanno espresso oggi pubblicamente il proprio legame affettivo di coppia davanti al presidente della Provincia di Gorizia, Enrico Gherghetta (Pd). La cerimonia, che non ha alcun valore legale, secondo Gherghetta ”vuole dimostrare la sensibilita’ delle istituzioni e l’impegno della Pubblica amministrazione nel rompere il muro di omofobia”. La Curia di Gorizia aveva espresso netta contrarieta’ all’iniziativa.

Tag: .

157 commenti a Stamattina a Gorizia Luca e Ivan hanno detto sì

  1. Ale ha detto:

    Il valore simbolico di Luca ed Ivan è di aver voluto pubblicamente manifestare il loro affetto. Sono una coppia di fatto e hanno avuto il coraggio di renderlo pubblico. Complimenti. E’ ovvio che la Chiesa non riconoscerà mai queste unioni perchè sono contrarie all’ordine naturale ma questo non deve scatenere sterili polemiche.
    L’importante è saper cogliere il valore ed il significato delle cose.
    l’atto pubblico di Luca è Ivan è un fatto coraggioso e rispettabile ma non potrà mai essere considerato un matrimonio in senso lato.
    Auguri a Luca ed Ivan.

  2. capitano ha detto:

    La Curia di Gorizia è parte in causa nel processo di abolizione formale del vincolo di matrimonio. La sua espressione in merito è un’ingerenza. La provincia è in fase di abolizione, la sua espressione in merito non ha valore. Il matrimonio va abolito dalla legislazione.

  3. John Remada ha detto:

    Il Matrimonio è un contratto indelebile,se lo si accetta,lo si rispetta,altrimenti non serve sancirlo.Questo vale anche per i freddi?

  4. Fiora ha detto:

    @2
    ” la Curia di Gorizia è parte in causa nel processo di abolizione formale del vincolo del matrimonio”
    Che notiziona,Capitano! quindi Gorizia sarà ricordata nei secoli perenne perchè per colpa o per merito della sua Curia da questa ridente città in Italia prende il via il ” processo d ‘abolizione formale”.
    ma in parole povere, cossa vol dir e qual matrimonio, civile, religioso bivalente? nooo! no per etero e gay!nel senso de valido sia agli effetti religiosi che civili.
    No per gnente ma certi proclami enunciadi con tanta sicumera più che solenni me appari comici.
    Sull’unione pseudomatrimoniale dei due omosessuali, contenti loro…

  5. Fiora ha detto:

    noto un’incongruenza nel plauso ad un simil-matrimonio gay e contemporaneamente esprimere l’auspicio ” vada abolito dalla legislazione” annunciando addirittura che tale processo è al via in quei di Gorizia…

  6. capitano ha detto:

    Fiora, suvvia, ormai anche i papi si dimettono. 🙂

  7. cingolano ha detto:

    @ 1 Ale

    Un atto simbolico? Che i due fossero gay, e che pubblicamente e socialmente lo fossero è uno tutto loro, privato, e reso al limite pubblico. Stop. Non penso che debba interessare una Istituzione Pubblica.
    Vorrei pure sapere quanti soldi ha speso la Provincia per questa coda di Carnevale

  8. capitano ha detto:

    Fiora riprendevo un filo di discorso in un post precedente:
    https://bora.la/2013/02/01/in-provincia-di-gorizia-il-primo-riconoscimento-ufficiale-di-una-coppia-gay/#comment-302333

    e successivi (soprattutto aldo che ringrazio).

  9. Fiora ha detto:

    @9
    Ah, me pareva…in concreto nulla.

    Repetita iuvant …a chi le dice .

  10. isabella ha detto:

    Evviva gli sposi!!!

  11. Fiora ha detto:

    Certi garantismi sfiorano il grottesco.
    Tifo sperticato per il riconoscimento del matrimonio omosessuale e per la contemporanea abolizione di quello etero… a partire da Gorizia!
    😀 😀 😀

  12. isabella ha detto:

    Io non sono per l’abolizione di quello etero, ma per il riconoscimento di quello omosessuale sì.

  13. Fiora ha detto:

    Isabella leggiti gli enunciati 2 e successivi e se vorrai essere anche tu una goriziana “moderna” ti toccherà dire “evviva gli sposi…purché omologhi!”
    E’ evidente che ironizzo per stigmatizzare lincongruenza tra la crociata pro matrimonio gay e la contemporanea campagna pro abolizione del matrimonio in genere…
    a suon di garantismi c’è gente che arriva a questo paradosso.

  14. hobo ha detto:

    @14 mah, mi sa che l’ironia e’ fuori fuoco, visto che il ragionamento che si faceva l’altra volta era:

    -si abolisca il matrimonio e si istituiscano le unioni civili per tutti, indipendentemente dal sesso, dal genere, eccetera. chi vuole sposarsi in chiesa lo faccia pure, che’ non da’ fastidio a nessuno.

    -se questo non si puo’ fare, almeno si dia a tutti la posibilita’ di sposarsi civilmente, indipendetemente da sesso, genere, ecc.

    quindi non c’e’ nessuna contraddizione, ma solo una subordinata.

    p.s. in ogni caso l’abolizione progressiva del matrimonio dovra’ avvenire con moderazione e nei limiti della legge

  15. hobo ha detto:

    (grazie per hašek capitano ;))

  16. ufo ha detto:

    Auguri agli sposi! Ed un (piccolo) appunto al #1: anch’io credevo, in passato, che le unioni omosessuali fossero in qualche modo contrarie all’ordine naturale; poi nel 2006 sono venuto a sapere dell’esposizione norvegese che documentava la non trascurabile presenza di tali unioni anche nel mondo animale ed ho smesso di usare quel modo di dire.

  17. dimaco il discolo ha detto:

    Io invece credo che igay dovrebbero essere visti come alleati della chiesa. Sopratutto per quello che riguarda gli aborti. Se c’è una categoria che non è a rischio aborti è proprio quella omosessuale. Sono alleati naturali.

  18. Paolo Geri ha detto:

    1.) Iniziamo con l’ abolire gli effetti civili del matrimonio religioso che non va riconosciuto dallo Stato. Se uno vuole sposarsi in Chiesa lo faccia ma gli effetti civili devono essere inesistenti.

    2.) Abrogare i Patti Lateranensi.

    3.) Poi iniziamo a discutere se debba o no esistere il matrimonio (solo civile), chi debba riguardare e con quali effetti.

  19. hobo ha detto:

    ehm… dimaco, guarda che esistono anche le donne omosessuali. e che magari decidono di fare un figlio con qualche amico. e da li’ in avanti la questione dell’aborto terapeutico e’ esattamente la stessa.

  20. Anomalo Goriziano ha detto:

    Ma se sono residenti a Udine che c’entra Gherghetta? Comunque speriamo almeno che si trasferiscano a Gorizia, per riconoscenza 🙂

  21. Fiora ha detto:

    @15
    “In ogni modo l’abolizione del matrimonio DOVRA’ avvenire con MODERAZIONE E nei limiti di legge”
    mi consento d’ ironizzare pure sul “DOVRA'” del legislatore da tastiera che lo dà per approvato in luogo di un possibilistico “dovrebbe”.
    A fronte di un diritto che si presuppone universale (o “sarebbe “consentito solo a certe categorie, come è oggi il diritto di contrarre matrimonio? discriminante,no?) che logica ha l’enunciato “abrogazione con MODERAZIONE (???) e meno male, almeno “nei termini di legge” ?

  22. Martina Luciani ha detto:

    Nessuno si chiede perchè due residenti a Udine vengono dal presidente della provincia di Gorizia e chi sia Antonio Parisi di Jotassassina.

  23. razamataz ha detto:

    Gherghetta il solito opportunista.

  24. razamataz ha detto:

    @ 19 per i prossimi cenro anni , se tutto va ben, nesun se sposerà in attesa dei provedimenti da prender che te ga elencà.
    sarà contenti quei dei confetti.

  25. hobo ha detto:

    @capitano

    te ga leto el #22? hašek iera un genio 😀

  26. Ale ha detto:

    @Martina Luciani
    Ma scusa, diccelo allora senza fare troppo la misteriosa.

  27. Martina Luciani ha detto:

    Ale proprio non lo so, speravo in vostri suggerimenti. Parisi, trovo, è il direttore artistico di Jotassassina…non approfondisco, vedetevela voi.

  28. maja ha detto:

    mi permetto di ricordare che le unioni di fatto non riguardano solo le coppie omosessuali, ma in misura sempre maggiore anche quelle eterosessuali, tra le quali i matrimoni sono costantemente in calo sin dal 1972. tant’è che nel 2011 un bambino su quattro è nato da genitori non coniugati. sarebbe ora che il legislatore si adeguasse alla società che cambia.

    qua un po’ di dati: http://www.adnkronos.com/IGN/News/Cronaca/Sempre-meno-persone-si-sposano-In-quattro-anni-matrimoni-a–45_313938684953.html

  29. Fiora ha detto:

    @26
    e da cotanto pulpito, ogni dichiarazion diventa CASSAZIONE!

  30. hobo ha detto:

    @30

    ora ti spiego. alcuni giorni fa, il capitano ha postato questo:

    “Nel 1911, un anarchico di Praga che si chiama Jaroslav Hašek, e che diventerà uno dei più grandi scrittori del ventesimo secolo, fa l’ultima cosa che ci si aspetterebbe da un anarchico, fonda un partito politico. Lo chiama Partito del progresso moderato nei limiti della legge, e si autonomina Unico candidato alle elezioni per il rinnovo del parlamento austroungarico. E fa una vera e propria campagna elettorale, con dei comizi come quelli di tutti gli altri partiti, con la differenza che la prima domanda è gratis, per fare le successive bisogna pagare mezza pinta di birra. Questa esperienza è diventata poi un piccolo libro che a me sembra bellissimo, Storia del partito del progresso moderato nei limiti della legge, e che comprende i discorsi che Hašek fece in quella celebre e ingloriosa campagna elettorale (sembra che i voti per il Partito del progresso moderato nei limiti della legge furono 38).”

    http://www.sugaman.com/2012/jaroslav-hasek-storia-del-partito-del-progresso-moderato-nei-limiti-della-legge/

    in questi giorni il libro di hašek e’ stato citato piu’ volte su bora.

    ecco, adesso hai le coordinate per inquadrare la frase “in ogni caso l’abolizione progressiva del matrimonio dovra’ avvenire con moderazione e nei limiti della legge”.

    sono a disposizione per ulteriori chiarimenti.

  31. capitano ha detto:

    102 anni e un’idea che non li dimostra affatto 😉

    Fiora: non posso scriverti tutto il libricino, nonostante sia di immediata e oltremodo divertende lettura. Se conosci qualcuno che ce l’ha (peccato esista solo in formato digitale) lo consiglio come tutta la bibliografia di quel genio di Hašek.

  32. capitano ha detto:

    “Cari amici,
    ho l’onore di presentarmi come candidato e dico subito, con franchezza: È noto che un deputato riceve un’indennità di dieci fiorini al giorno, una bella somma. È di questa, perché dovrei mentire, che mi importa soprattutto. Con il mio attuale lavoro di scrittore e di giornalista non potrò mai guadagnare dieci fiorini al giorno, a meno che non faccia la spia per la polizia come seconda professione. Dieci fiorini! Se sarò eletto saranno bene comune, che scialacquerò con amici di partito ed elettori. ”

    http://latradizionelibertaria.over-blog.it/article-testimonianze-libertarie-michal-mares-jaroslav-hasek-da-come-conobbi-franz-kafka-appendice-a-klaus-wagenbach-kafka-biografia-della-giovinezza-1958-70609845.html

  33. Fiora ha detto:

    @31″sono a disposizione per ulteriori chiarimenti”
    ringrazio il didascalico coutente. Semmai,alla bisogna… e vieppiù ribadisco che quale che sia un suo enunciato,sia pure mutuato Hasek( il mio “carneade” evidentemente, ma non mi suiciderò per questo) è Cassazione!

  34. bonalama ha detto:

    tondo svende la nostra regione alla lega!!! parliamo di questo piuttosto?

  35. Jasna ha detto:

    @28 Martina Luciani

    Io ho dato un occhio al Facebook di A. Parisi e alla pagina di Jotassassina. Cosa ti perplime?

  36. hobo ha detto:

    @34

    “lo chiamavano cassazione” 😀

    uh, ancora meglio: “il sergente cassazione” 😀 😀

    http://www.youtube.com/watch?v=H9DHtKnDphE

  37. Spade Azzurre di Michele ha detto:

    La Nuova Babilonia avanza. Ma la Nuova Gerusalemme sta combattendo e alla fine vincerà.
    A Babilonia, anche nel campo sessuale, è elevato a ordine umano il disordine morale, a sua volta espressione del caos spirituale generato dalla rivolta degli angeli caduti. I rapporti contronatura sono posti sullo stesso piano dei rapporti secondo natura. La prostituzione è sacra e viene praticata nei templi della Dea Ishtar. Le giovinette si offrono a uomini che potrebbero essere loro padri.
    Nell’attuale Europa, in via di scristianizzazione, avanzano matrimoni e unioni civili tra persone dello stesso sesso, la legalizzazione della prostituzione con l’edificazione di moderni templi della lussuria, l’offerta pagana della bellezza delle giovinette a vecchi draghi che ne divorano l’energia come elisir di eterna giovinezza.
    Babilonia è tornata, è di nuovo tra noi e sembra inarrestabile. Ma contro la Nuova Babilonia combatte la Nuova Gerusalemme, l’ordine umano corrispondente all’ordine morale secondo l’ordine naturale che riflette la Legge Divina. A voi la scelta. O con Babilonia o con Gerusalemme.

  38. ufo ha detto:

    Se Gerusalemme sono i preti pedofili io sto con gli ippopotami.

  39. dimaco il discolo ha detto:

    Sto qua de spade se intendi

  40. Jasna ha detto:

    Io con i territori palestinesi!
    Cmq porca paletta Spade Azzurre, non potreste intervenire nelle risse demenziali a sfondo storico? 🙂

  41. Marina ha detto:

    spade azzurre di michele :)) che bel nick

  42. Martina Luciani ha detto:

    Jasna,scusa, traducimi “perplime”….

  43. Jasna ha detto:

    “Desta perplessità”

  44. hobo ha detto:

    @38

    e non dimentichiamo che la sodomia non e’ l’unica piaga, c’e’ anche la masturbazione, un vero flagello che mina le fondamenta della societa’!

    http://www.youtube.com/watch?v=cJor5xN_IpE

    “devi combattere contro la masturbazione, pero’ con serenita’. con serieta’, ma con serenita’. e’ un male che si stradica, che si sradica anche facilmente, se sai lottare bene e se hai una guida. l’abbiamo detto gia’: apriti a un sacerdote, e comincia la tua battaglia. ho visto dei ragazzi e dele ragazze uscire in modo cosi’ deciso da questa droga giovanile, da diventare dei santi.”

    (in diretta su radio maria)

  45. hobo ha detto:

    “apriti a un sacerdote” 😀

  46. Fiora ha detto:

    con tutto sto divagare,agli sposini Luca e Ivan non gli verrà certo il singhiozzo a esser stati troppo nominati…

  47. maja ha detto:

    prendere per il culo non è divagare.
    prendere per il culo una data posizione, rifiutandosi di attribuirle la dignità di un’argomentazione seria, è uno dei modi più eloquenti ed efficaci di esprimere la propria opinione.
    e che cavolo, seconde me, se luca e ivan stanno leggendo, approvano e ridono di gusto. (perché si sa che i gay sono per dafault ironici e autoironici, oltre che melomani.)

  48. maja ha detto:

    (default)

  49. Fiora ha detto:

    @48
    chi saria che “prende per il culo”? no mi de sicuro!
    Una volta de più in flagranza de incomprension del mio pensier. Tento una traduzion domacia.
    Me chiedevo (e no a ti ) Certo che a parlar de tuto altro no ghe vien el singhiozo ai do’ sposi.
    O no te sa el modo de dir co’ se nomina tropo una persona ” ghe vien el singhioz”.
    Quindi uscita benevola,immeritevole de replica come la tua tanto rancorosa quanto poco centrada.
    senza tanti giri de parole Maja ,te la ga con mi che te ripeti sempre mie osservazioni ?
    Dir che “i gay xè de norma melomani,ironici ed autoironici” no xè ghettizzar nissun xè esprimer un parer che nassi da frequentazion e de etero e de gay e dall’osservazion statistica che nel secondo gruppo go osservà più spesso
    queste ottime caratteristiche.PUNTO.
    Riseva i tui strali verso obiettivi più meritevoli,bela!

  50. Fiora ha detto:

    qunto all’ironia e all’autoironia ,fidite! o anche no me xè indiferente.
    Per nissun motio al mondo cederia ala tentazion de dirte come che se ga autodefinì un quela volta che una mia amica se gaveva infatuà de lu’.
    ” ciò ma no la ga capì che son *****”
    cossa? scherzemo che riporto,che nel tuo furor iconoclasta ‘ncora no te me acusi a mi de’ver dito la parolaza che designa l’organo sessual feminile in sloven inveze de averla solo riportada??? TURURURU!

  51. maja ha detto:

    mi stavo apunto disendo che la gente qua de sora no stava “parlando de tuto altro”.
    per ti, far quela citazion da radio maria soto un post de sto tipo xe divagar?
    per mi no, ma forsi te ga ragion ti e son mi che no capisso mai un boro (a meno che no sia scrito in maniera semplice e domacia).

  52. Ale ha detto:

    @Spade Azzurre di Michele
    Calmati e beviti una camomilla!
    I 2 giovanotti si sono solo proclamati pubblicamente il loro affetto e il desiderio di restare insieme. Stai attento tu a non giudicare la pagliuzza del tuo fratello…

  53. maja ha detto:

    ula, cos che no te me conti!
    te fazo una confidenza: anche mi, qualche volta, me digo s’ciaveta da sola. ma me lo digo mi, appunto. se me lo disessi remada no me faria de rider proprio per un cazzo.

  54. Addendum ha detto:

    Evitiamo , per cortesia , la frase prendere per il culo. stiamo trattando il tema inerente le coppie gay, e neanche farlo apposta, in questo caso, uomini.grazie.

  55. maja ha detto:

    (urco, ho scritto due volte culo e una volta cazzo. un triangolo, in pratica. chiedo umilmente scusa se ho involontariamente urtato la sensibilità di chi legge.)

  56. hobo ha detto:

    dopo “luca era gay”, povia ci riprova con “michele era negro”

    http://www.youtube.com/watch?v=QNcDoqkHqL8

  57. ufo ha detto:

    Uuh, la correlazione di cui al #55 mi era completamente sfuggita – colpa della mia innata assenza di malizia: propongo dunque, a scanso di equivoci ed eventuali dispiaceri, di sostituire l’espressione prendere per il culo con l’antitesi prendere per l’estremità opposta. Non sarà certo per caso che morfologicamente ricorda una maniglia orientabile (oppure, dietro apposizione di profilattico opportunamente colorato, una Spada azzurra, di Michele o altri).

  58. Fiora ha detto:

    None,UFISSIMO!
    (compliments per la bona 59 che precedi! 🙂 )

    in un’assoluta par condicio rivendico lo sdoganamento definitivo e l’uso comune destituito da ogni correlazione omofoba dell’espressione ” prendere per il culo” al pari di ” mandare in mona” “non avere per il cazzo o per il culo” e simili espressioni ormai svuotate di qualsiasi connotazione sessista. Che poi io le eviti accuratamente per la greve banalità intrinseca, è scelta personale…
    Come detto non è trattando i gay come specie protetta o fiori di serra, preservandoli dagli gli spifferi che si integrano a tutti gli effetti nel tessuto sociale.
    @55
    Il rispetto è altro! NO STEMO CIORSE PEL CUL,
    dei, Addendum & quanti co. propensi al turpiloquio per definizion etero!

  59. Fiora ha detto:

    qualchedun qua discetta dei gay, come certi buonisti discetta dei ciechi.
    Termini manieradi, comprension da salotto, censure ale intenzioni..
    Ai ciechi ghe “rompi el cazzo” appena i capta de gaver tratamenti preferenziali colegadi ala sua “diversità”…e per confidenze ricevude, anche ai gay !

  60. hobo ha detto:

    appunto fiora: e’ per questo che, immagino, ai gay dia fastidio sentirsi dire che sono ironici, autoironici e melomani. immagino che un gay rivendichi il diritto morale di essere permaloso, stronzo e serioso, e di ascoltare hip hop e hardcore punk, oppure di ballare i lisci di raul casadei.

  61. hobo ha detto:

    (che poi c’e’ una bella differenza se le barzellette sugli ebrei le racconta moni ovadia o il segretario della NPD. la barzelletta fa parte di un discorso, che si svolge nel tempo, e che rimanda ad altri discorsi (e non solo). e ciascuno di questi discorsi rappresenta una qualche parte in qualche conflitto.)

  62. zorbina85 ha detto:

    @Martina Luciani
    Forse non in molti sanno che il signor Parisi, oltre ad essere un supporter del presidente e un sostenitore per i diritti degli omosessulai, è anche un amico molto stretto della famiglia Gherghetta

  63. redazione ha detto:

    scusate, ma la conversazione sta prendendo una piega non molto bella. cerchiamo di moderare i virgolettati e le battute. 🙂

  64. Fiora ha detto:

    cara Redazione, mi cospargo il capo e mi scuso per essermi lasciata andare ad un turpiloquio che non mi è familiare al solo scopo di evidenziarne l’assenza di intento “mirato”
    Per quanto mi riguarda ,rientro immediatamente nei ranghi,anzi lieta di quanto certi termini diano fastidio alla maggior parte delle persone bene educate.
    @Hobo tu “immagini” (parole tue)…io pratico (parola mia!)!
    pertanto quel che dichiaro è per esperienza sul campo di persona etero che ha buoni amici gay, con i quali condivido spesso il tempo libero.

  65. hobo ha detto:

    @fiora

    conosci il significato della parola “understatement”? purtroppo la lingua italiana non possiede un termine equivalente (‘sti inglesi…)

    http://it.wikipedia.org/wiki/Understatement

  66. Jasna ha detto:

    @64 E quindi?

  67. zorbina85 ha detto:

    @68
    e quindi era alla cerimonia per sostenere un principio e un amico

  68. Jasna ha detto:

    E ciò è male? Se sì, vorrei capire perché, se no, non capisco perché ne stiamo parlando.

  69. Fiora ha detto:

    @67
    Iperdidascalico co utente: conosco!
    quella e ohimè anche troppe altre “obbligata” a rinverdire acquisizioni scolastiche da anglo congiunta acquisita, volutamente tetragona all’ italico idioma.
    Mi sfugge invece a chi tu voglia appiccicare il “barbaro” 😉 termine.
    spero non al mio modo di considerare la faccenda.

  70. hobo ha detto:

    @71
    al termine “immagino” da me utilizzato nel commento #62

  71. Fiora ha detto:

    … come tu Hobo ti prefiguri un sano dialogo tra etero e gay è visione soggettiva.
    Se io dico “di norma” evidentemente non escludo alcuna variabile che risenta della formazione, mentalità, carattere e conseguente soglia di tolleranza, di etero e gay INDISTINTAMENTE!

  72. hobo ha detto:

    @73 io non mi prefiguro un bel niente. a me non me ne frega niente delle preferenze sessuali delle persone con cui parlo, e non mi metto a calcolare matrici di correlazione tra tendenze sessuali e predisposizione all’ironia.

  73. zorbina85 ha detto:

    @70
    è un bene..non credevo che qui si parlasse solo di cose brutte
    mi sembrava che qualcuno stesse polemizzando sulla sua presenza..forse ho capito male

  74. Jasna ha detto:

    @zorbina Credevo stessi polemizzando anche tu (dico “anche” perché il messaggio di M. Luciani da cui è partito il tutto non mi pareva altro che un’insinuazione di qualche tipo)! 🙂
    Scusami. Nemmeno io ci vedo niente di male, poi uno chiama al matrimonio chi vuole.

  75. zorbina85 ha detto:

    @Jasna
    😉

  76. dimaco il discolo ha detto:

    Solo in italia cose normali altrove qui vanno in polemica

  77. VICO ha detto:

    SONO APPASSIONATO DI MODELLISMO E SONO PERCHE’ LO STATO RICONOSCA E SANCISCA LA MIA PASSIONE PER IL MODELLISMO E POSSIBILMENTE MI DIA DEI CONTRIBUTI AFFINCHE’ POSSA CONTINUARE A COLTIVARE LA MIA PASSIONE IN QUESTO PERIODO DI CRISI.

  78. Martina Luciani ha detto:

    Non insinuo nulla, mi pare tutto molto artefatto, l’amico de presidente, il presidente, i due protagonisti che vengono da Udine, l’effetto mediatico, la giacca con i lustrini, l’assenza di qualsiasi valore legale. Mi chiedo come questo tipo d iniziative riesca a descrivere la serietà del problema, l’intensità con cui probabilmente le person coinvolte lo vivono, le difficoltà che incontrano nel quotidano. In genere non mi piacciono le buffonate, quando poi si innestano su questioni vere di diritti e di uguaglianza, la mia diffidenza aumenta.

  79. dgironcoli ha detto:

    faccio parte della giunta provinciale che ha votato all’unanimità la delibera per il riconoscimento pubblico delle unioni omosessuali.
    Sono orgogliosa di averlo fatto e credo che sarà l’atto più importante del nostro mandato.
    Una scelta culturale importantissima e una presa di posizione della Provincia.
    Alla faccia delle critiche che stillano livore e conformismo.
    PS per la cronaca: la cerimonia non è costata un euro all’Amministrazione. solo coraggio

  80. hobo ha detto:

    @vico#79

    perche’ te zighi?

    comunque qua semo tuti adulti e navigadi, per cui credo che nissun se scandalizi davanti a un modelista.

  81. John Remada ha detto:

    @81 Non è costata nulla?E chi paga gherghetta e soci?E’per questo che volete mantenere,a ogni Costo,le province,Gironcoli?Vedremo,se questo avanspettacolo pagherà a livello elettorale,per voi sinistri….

  82. Fiora ha detto:

    @74
    pugnace o litigioso ? sempre comunque fastidiosamente didascalico.
    a te le tue certezze. Io dico “di norma” e non pretendo d’insegnare niente a nessuno.
    …men che meno a ” a quel che sa tutto” *

    * ala triestina of course! 😉

  83. dimaco il discolo ha detto:

    Me piasi la f..a. E voio contributi per poder praticar avanti la mia pasion.

  84. Fiora ha detto:

    @Martina Luciani
    condivido il tuo punto di vista in particolare la tua ultima frase col distinguo tra apparenza e sostanza

  85. qubo ha detto:

    @80

    senza la “buffonata” non staremmo qui a parlare
    di cose che nei paesi Europei (chissà quando lo diventeremo…ce ne vorranno di “buffonate”) sono la normalità.

  86. hobo ha detto:

    @84 forse non te ne rendi conto, ma qua dentro sei tu che pretendi di spiegare:

    – agli sloveni, che non si devono offendere se i fascisti scrivono “pahor kapo – 27/1 siamo smemorati”

    – ai gay, che sono tanto autoironici e amano la lirica, che fanno male a non partecipare alle discussioni in cui un forzanovista li chiama culi.

    – a tutti, che “non devono far polemiche”, mentre tu passi meta’ del tempo a polemizzare con loro.

  87. John Remada ha detto:

    Ma come,@87,Romano non ci aveva portati in Europa,e fatti ricchi e prosperosi? O era una balla?In ogni caso,i buffoni in Italia incassano bene,quindi mi associo al termine…

  88. Fiora ha detto:

    @87
    facile estrapolare un termine , nella fattispecie “buffonata” da un discorso come quello di Martina che affronta con serietà e sensibilità il riconoscimento EFFETTIVO dei diritti civili degli omosessuali.
    Condivido che si tratti di un artefatto zuccherino per tener buoni e guadagnare voti.

  89. John Remada ha detto:

    Ma bene,ottima traduzione del mio inglese hobo!In realtà si potrebbero chiamare anche Freddies….non credo che Bulsara si arrabbi nell’Oltretomba!Bella questa,vero?Sai quanti se ha portati to Hell,Freddie?Almeno una trentina,eh,eh,eh….tutta gente seria!

  90. John Remada ha detto:

    Ne ha portati….Gente seria,e fedele!

  91. Jasna ha detto:

    @Martina Luciani
    Guarda, per me è molto più buffona (o meglio, fuori luogo, perché suppongo sia questo che intendi con “buffonata”) una Polverini al flash mob sulla violenza contro le donne.

    La presenza di una personalità in vista del panorama LGBT della Regione alla prima cerimonia di questo tipo in Provincia mi pare normale.
    I vestiti, finché non offendono il pudore, non riguardano né me né te.
    L’assenza di valore legale non dipende certo dal Presidente della Provincia, come sai.
    La scelta di esporsi e registrarsi mi fa pensare che in fondo per i due ragazzi la cerimonia significhi qualcosa.

  92. aldo ha detto:

    @79 vico

    appassionato di modellismo? secondo te qual’è l’agenzia migliore in regione?

  93. Fiora ha detto:

    Hobo. deduci pure quel che ti pare.
    Per il resto, io mi limito ad esporre il mio punto di vista e a rispondere se attaccata.
    A seguire,ti lascio volentieri l’ultima parola, qualsiasi sarà!

  94. John Remada ha detto:

    Vedrete che se il voto andrà storto,enrico lascierà l’incisione a livello di Refrain,senza incidere e distribuire il vinile……

  95. aldo ha detto:

    @85 dimaco

    ma vara che el modellismo xe un genere dela tua passion però…

    …son d’acordo con ti che va dadi contributi a tuti i sub-generi perchè no tuti ga i stessi gusti

  96. John Remada ha detto:

    Lascerà….Right!

  97. John Remada ha detto:

    Ah,ultima cosa…l’argomento andrà diffuso anche nelle scuole,presumo…per essere in Europa alla pari s’intende,per guadagnare quei gradi che anni di fascismo e poi basabanchismo(Dc),ci hanno fatto perdere…alle elementari?Alle medie?E cosa spiegherete agli alunni?Voi,s’intende,noi della destra nazionalista non argomentiamo la cosa,siamo conservatori….Ciarlate,ora,e in particolare la sig.ra Gironcoli,la più quotata degli interventisti,la invito a rispondere.

  98. Jasna ha detto:

    @Giovanin Remada
    Sfidi la gente a dare spiegazioni come se parlare di omosessualità provocasse imbarazzo ad altri che te. Figon!

  99. John Remada ha detto:

    @100Grammatica un po’sconnessa…ma,come fai a dirmi Figon,se non sai la mia iconografia?Grazie del complimento,ma la tua icono…non la so,non vorrei trovarmi davanti un scarpel….quindi al mittente…

  100. John Remada ha detto:

    E poi non hai parlato di nulla,te ne sei accorta?Ariviodisi,Jasnuccia.

  101. Jasna ha detto:

    Così sconnessa che te brusa. Opss

  102. John Remada ha detto:

    La bistecca?Ne abbiamo prese 4 fiorentine….ti auguro buona fortuna,sperando che tu non sia interista….

  103. John Remada ha detto:

    Stasera che sono libero,non trovo validi interlocutori….e neanche un freddo….bei tempi quando avevo il frigo pieno di sogliole…

  104. Martina Luciani ha detto:

    “La scelta di esporsi e registrarsi mi fa pensare che in fondo per i due ragazzi la cerimonia significhi qualcosa.” Jasna, sono completamente d’accordo. Vorrei sinceramente che, con la privatezza del vivere civile,e fuori dai riflettori che in realtà non si accendono per loro ( che non ne hanno bisogno per rafforzare la loro scelta e i loro sentimenti) ma per l’illuminata giunta provinciale che etc etc, potessero rivendicare ben altro, nel loro quotidiano e per il loro futuro, che questa iniziativa.

  105. Ale ha detto:

    @dgironcoli
    “Sono orgogliosa di averlo fatto e credo che sarà l’atto più importante del nostro mandato”. faccio fatica a commentare un’esternazione simile. Io non ricordo una parola nel Vostro programma politico che parlasse di omosessualità. Per scrupolo ho conservato l’opuscolo “ilMondoNuovo per Gorizia”. Domanda: che cosa avete fatto fino ad oggi di quel programma?

    @Martina Luciani: “tutto molto artefatto, l’amico de presidente, il presidente, i due protagonisti che vengono da Udine”. Se fosse vero e se il gesto è velato di ideologia gender allora abbiamo assistito ad una burattinata offensiva dei reali problemi delle famiglie.

  106. Ale ha detto:

    @hobo, @flora @john remada @jasna
    Basta!

  107. hobo ha detto:

    @Ale
    basta!

  108. Fiora ha detto:

    @109 un po’ di malavoglia 😉 ma fortissimamente QUOTOOOO!
    a Ale non va bene tutto e il contrario di tutto?

  109. Fiora ha detto:

    ciò hobo, che a zitir tuti, Ale fazzi de ogni erba un…fascio? 😀

  110. ufo ha detto:

    Sono d’accordo col post #83. Non è giusto che una cerimonia di tale significato non sia costata nulla alla collettività. Propongo ufficialmente che alla prima occasione possibile si ripeta tale evento in pompa magna, con caviale e champagne e quant’altro, a totale carico della quota dell’otto per mille destinato allo IOR.

  111. VICO ha detto:

    @81dgironcoli.
    mi ricorda tanto la strategia della caricatura del massone Guzzanti che in Aniene dà ordine di “sdoganare le nozze gay per intercettare il voto ‘recchione”.
    E si ha pure la faccia tosta di parlare di coraggio! E una manovra opportunistica preelettorale che non ha alcun legame con i sentimenti e l’affetto. E quegli altri furbi che si son fatti strumentalizzare…che Miseria!

  112. John Remada ha detto:

    113@E’vero Vico,i conti che fanno loro sono semplici,tot.compagni ne hanno le scatole piene e non li voteranno,qualcuno dei fedelissimi è trapassato a miglior vita,molte new entry non vogliono saperne di certi tizi….chi resta? Questi “Signori”che la destra non vuole,e altri che sperano in un’ennesima amnistia penale,per riprendere a delinquere,ed quà che si giocano le ultime carte…Veramente senza parole!

  113. VICO ha detto:

    @114 Tristissimamente vero!

  114. isabella ha detto:

    “Perchè San valentino è la festa dell’amore, declinato in tutte le sue forme. L’amore delle persone che si amano. Anche delle donne che amano le donne e degli uomini che amano gli uomini. MA CHE CI INTERESSA QUELLO CHE FANNO A LETTO.. L’IMPORTANTE E’ CHE LE PERSONE SI VOGLIANO BENE, SOLO QUESTO CONTA.
    Pensa che bello sarebbe vivere in un paese dove tutti i diritti fossero riconosciuti. Ma non solo i diritti dei soldi. Quelli dell’anima. Quelli che mi dicono che posso vegliare la persona che ho amato per anni in un letto d’ospedale senza nessuno che mi cacci via perchè non siamo parenti.”
    Luciana Litizzetto.

  115. VICO ha detto:

    @116 bell’inizio per un temino della terza elementare del tipo cosa mi piacerebbe fare da grande o cosa vorresti che il mondo fosse…

  116. isabella ha detto:

    Appunto il titolo che scelgo è “Io vorrei che il mondo fosse un luogo governato dall’amore!”

  117. hobo ha detto:

    uh, varde’ coss che no se trova in rete (dall’ESPRESSO del 2.12.1999, articolo di dina nascetti)

    “Forse erano convinti di passare per stravaganti stranieri vogliosi di
    fuggire dal caos e inquinamento delle metropoli e insediarsi tra i casolari
    diroccati di Los Pedriches, un borgo abbandonato nella desolata Spagna
    orientale a 90 chilometri da Valencia. Invece parte di Los Pedriches, poco
    meno di diecimila metri quadrati divisi in quattro edifici, è destinato a
    trasformarsi in un rifugio dove neonazisti europei faranno l’esperienza di
    un «ordine nuovo» e dove ai ragazzi dei quartieri poveri delle città europee
    sarà insegnato a smettere di «parlare, muoversi e agire come dei negri».
    Così viene reclamizzato il villaggio sul sito Internet usato dal Saint
    Michael’s the Archangel Trust e dal Saint George’s Educational Trust,
    organizzazioni cattoliche inglesi proprietarie di una rete di negozi di
    beneficenza, i charity shop, e che fungono da copertura a Terza Posizione
    Internazionale. Un’organizzazione che predica la distruzione dello Stato di
    Israele, il rimpatrio forzato dall’Europa delle minoranze etniche e la
    persecuzione degli omosessuali. Nel 1993 inondò Gran Bretagna e il resto
    dell’Europa di manifesti in cui si proclamava: «Dio ha un piano per gli
    omosessuali: l’Aids è solo l’inizio». I padri fondatori dell’organizzazione
    cattolica sono due italiani Roberto Fiore e Massimo Morsello…”

    Saint Michael’s the Archangel Trust…

    ai ragazzi dei quartieri poveri delle città europee sarà insegnato a smettere di «parlare, muoversi e agire come dei negri»…

    «Dio ha un piano per gli omosessuali: l’Aids è solo l’inizio»…

    I padri fondatori dell’organizzazione cattolica sono due italiani, Roberto Fiore e Massimo Morsello…

  118. Fiora ha detto:

    @116/118 sempre a estremizzare!
    Né i mielosi fervorini a tema e pagati a minuto della solitamente greve comica, né i parossismi allucinti dei due italici “padri fondatori” possono fare presa su un’opinione pubblica non ideologicamente disturbata e mentalmente autonome…
    Vale a dire sulla gente comune.

  119. hobo ha detto:

    @120 gli italici “padri fondatori” sono roberto fiore e massimo morsello? quelli che poi sono tornati in italia evitando la galera, l’uno approfittando della prescrizione, l’altro della legge simeone, e hanno fondato un partito che si chiama “forza nuova”?

  120. Fiora ha detto:

    @121 E che cavolo! In un blog c’é chi scopiazza e cita ,novello Savonarola laico, (di norma contenuti apocalittici! :() e c’è chi legge ed esprime le proprie impressioni su quei contenuti con parole proprie. entrambi
    funzionali e sinergici no?!

  121. John Remada ha detto:

    Mi sa che hobo avrà un’insonnia compulsiva….I dreaming Forza Nuova…one day it will come….

  122. hobo ha detto:

    sarebbe interessante che fosse john remada a esprimere le proprie impressioni. in fondo e’ il suo partito, e in questi giorni gli sta facendo propaganda. lo dico cosi’, visto che nel far propaganda si sente autorizzato a chiedere agli altri con tono poliziottesco per chi hanno intenzione di votare…

    http://www.youtube.com/watch?v=jp2ccOlBy8w&list=PL2D527D5EE1EE2755#t=10m20s

  123. John Remada ha detto:

    Hobo,se vuoi rilassarti ti consiglio un po’di musica….a mio parere:i Faust tedeschi,filone krautrock,e la coppia R.Fripp/B.Eno con l’album No Pussyfooting,contiene un brano che ti fa rilassare per giorni,il mitico”Swastika girl”prova….poi per finire,ti consiglio anche il Loureedo,freddo,ma di mio gradimento.

  124. hobo ha detto:

    @125

    bene, vedo che non hai niente da dire.

  125. John Remada ha detto:

    Ti ho già detto che non apro i tuoi link,non ti considero per nulla;se mi diverto colloquio,più o meno come un teatrino di marionette,ed è già gratificarti….ultimo consiglio,ascoltati”Nettle bed”della macchina morbida….c’è un M.Ratledge molto ispisrato al synt….buon sonno hobo,che non sia eterno,mi raccomando,guanta almeno fino al 26 febbraio….

  126. isabella ha detto:

    @120 fiora cosa c’è di estremo in quello che ho detto? Che se ci fosse più amore tra le persone le cose andrebbero decisamente meglio?
    Ho intrapreso da un anno un percorso che mi ha fatto abbracciare questo pensiero e spero di continuare così e di contagiare più persone possibili.
    Bene, ora torno nel mio mondo rosa Harmony!

  127. John Remada ha detto:

    128@Mi dispiace, a certi contagi, sono immune.

  128. isabella ha detto:

    Non sai cosa ti perdi John 😉

  129. VICO ha detto:

    @119 gli antichi romani dicevano che la virtù sta nel mezzo. E’ mai possibile che sul tema dell’omossesualità non si riesca mai a ragionare? Tra l’altro in Israele, paese che stimo, sui gay ci sono gli stessi dibattiti e gli stessi contrasti di qua. E anche lì la stessa arroganza da parte dei gay: fanno il gay prade a Tel Aviv e lo vogliono poter fare a Gerusalemme nel quartiere ortodosso ma le autorità per fortuna glielo impediscono.
    Mica gli ortodossi vengono a rompere le scatole nelle discoteche?! perchè allora loro devono andarle a rompere agli altri?
    Se questa non è una prova che ci sia una lobby interessata ai contributi…
    Il discorso non è essere a favore o contro i gay! mica ho scritto che li voglio mandar al rogo! semplicemente è immorale che delle persone obblighino tutto il mondo a condividere delle passioni private e vogliano che tutto il mondo le riconosca e vengono identificate per quello. Ovviamente i politici che sono delle t…..stanno al gioco per prendere i voti di queste anime belle e queste anime belle si fanno strumentalizzare, anche in malafede, sperando di guadagnarci qualcosa. A questo punto hanno diritto a riconoscimenti ufficiali anche quelli che hanno la passione dei cani e spendono milioni per operarli o accudirli!! Perchè non è forse vero che per tante persone gli animali domestici sono come o dei sostuituivi dei figli? E cosa, gli vuoi negare il riconoscimento dei loro sentimenti?
    Capisci dove si va a finire?
    Perchè gli omosessuali non accettano(ma molti in realtà accettano) quello che accettano tutti gli altri? di fare la propria vita con le sue gioie e difficoltà senza pretendere che gli venga riconosciuto questo o quello? Se poi sono così ansiosi di sposarsi per poi, quando divorzieranno, pagare per tutta la vita gli alimenti….allora son proprio fessi e non han capito nulla della vita. cercano quello che tutti gli altri ormai fuggono!

  130. Jasna ha detto:

    Quindi Vico sei anche contro il matrimonio tradizionale? Sempre riconoscimento di una passione è (“passione” nel senso che gli dai tu, non io).

  131. Fiora ha detto:

    @ Isabella.
    Non avertene a male, sei sempre tanto cara… e siamo qui a commentare non necessariamente ad applaudire e neppure ad imporre, come taluni travisano,nel momento stesso che ad imporre sono loro…
    Per me , (limitamente a me) è estremo anche “intraprendere un percorso che mi ha fatto abbracciare questo pensiero” .
    Mi pare ovvio che laddove c’è più amore ci sarà meno intolleranza, ma penso come scrive Vico in alcuni tratti del suo equilibrato post 142 che la vita più che enfaticamente teorizzata, col suo bene e col suo male e le sue battaglie vada vissuta, talvolta faticosamente. Per tutti quanti noi, gay e etero.

  132. Jasna ha detto:

    @Fiora Se ti riferisci al post 132, parlare dei contrasti nell’organizzazione del Gay Pride a Gerusalemme e indicarla come “prova dell’esistenza di una lobby interessata ai contributi” ti pare abbia un senso logico, prima ancora di poter essere valutato come “equilibrato”?

  133. VICO ha detto:

    @133 difendi i gay laici e non quelli cattolici? 2 pesi e 2 misure? allora il problema non è essere gay ma essere cattolici…

    @134 Non sono contro il matrimonio tradizionale ma và preso per quello che è: una sfida e un impegno. Non un gioco o un esperimento. E anche se lo si affronta così non è detto che vada a buon fine.
    Purtroppo vedo invece molte persone che si sposano un pò alla c…di cane senza riflettere, per poi divorziare dopo 1 anno se va bene. Quello che contesto è questo atteggiamento di prendere tutto sottogamba senza mai prendersi responsabilità. Fare le cose così perchè è bello da vedere ma poi tra le 4 mura di casa spesso vedi solo silenzi o peggio ancora violenze.
    Lo so che non si insegna più perchè è considerato un’atteggiamento fuori moda, ma dovrebbero insegnare di nuovo che l’avventura è una cosa, il fidanzamento e il matrimonio è un impegno. Soprattutto che il marito deve fare il marito e non il figlio, e la moglie deve fare la moglie e non la figlia.
    Invece vedo che alla base di tanti fallimenti c’è un attegiamento sbagliato nel rapporto di coppia dove i ruoli non sono più chiari.
    Un matrimonio è un alleanza tra pari non una situazione dove uno vive alle spalle dell’altro.

  134. Jasna ha detto:

    @137

    Il fatto che la gente si sposi a caso NON riguarda la legalizzazione delle unioni di fatto in modo particolare, però! Hanno le stesse probabilità di fallire sia che siano tra etero che tra omosessuali. Non capisco la tua contrarietà verso questa iniziativa che non toglie nulla al valore del matrimonio di nessun altro. Chi paga le tasse ha diritto ai servizi previsti per i contribenti nella sua situazione, indipendentemente da chi forma con lui la famiglia.

  135. hobo ha detto:

    @vico

    perche’ dici questo? io sono favorevole al matrimonio (civile) tra preti dello stesso sesso.

  136. VICO ha detto:

    @136 no non è prova dell’esistenza di una lobby, quella è la dimostrazione di una certa arroganza.
    mi rifersico ad una trasmissione francese che è possibile vede su internet in italiano :”posso venire a dormire da voi”. Il protagonista va nei paesi di tutto il mondo per vedere il grado di ospitalità.
    mi riferisco alla puntata su israele.
    Ad un certo punto parlando (laico progressista, di sinstra) in discoteca di tel aviv con delle persone si arriva a parlare di gerusalemme e ci si lamenta che è una città conservatrice. Come esempio si cita appunto il fatto che i gay non possonaìo fare il gayprade a gerusalemme a causa degli ortodossi (ebrei, musulmani e cattolici). L’intervistatore, laico, progressista e di sinistra, giustamente dice che sarebbe una provocazione, e la risposta è chi se frega.
    Io personalmente , quindi, sono anche contrario agli spogliarelli nelle chiese ma arrivare al punto di dover scrivere cose così ovvie e banali( non spogliarsi nei luoghi sacri) dà la misura di dove siamo caduti in basso. come tu probabilmente fai entrare in casa solo chi vuoi potrà entrare in chiesa solo colui che vuole andare a pregare?

  137. VICO ha detto:

    @139 noto che sei passato dai diritti dei gay ad un attacco contro la Chiesa? Non vedo il collegamento. Allora parliamo del fatto che ieri ho mangiato una pizza…

  138. Jasna ha detto:

    @Vico

    Ho capito quello che vuoi dire. Però basare la tua opinione sulla questione gay in Israele sulla base di un’opinione espressa in un’intervista informale non mi sembra molto affidabile.
    Gerusalemme è *davvero* conservatrice, esempio: recentemente una bambina è stata insultata per strada perché, andando a scuola, non era coperta come gli ortodossi ritenevano opportuno. E’ normale che dei vecchi ottusi insultino e terrorizzino una minorenne per le loro idee medioevali?
    Poi che fare il GP lì sia una provocazione può anche essere, comunque le cose cambiano anche grazie a chi trasgredisce l’idea di rispetto della sua epoce. In ogni caso NON c’entra con la firma che hanno messo i due ragazzi oggetto dell’articolo.
    Infine, di che contributi parli?

  139. hobo ha detto:

    @141

    e quale sarebbe l’attacco alla chiesa, nel #139?

  140. hobo ha detto:

    @vico

    al #137 hai insinuato che io difendessi solo i diritti dei gay laici e non quelli dei gay cattolici, e io ti ho risposto che non e’ vero, che difendo i diritti di tutt*, e che sono favorevole al matrimonio tra preti dello stesso sesso.

  141. VICO ha detto:

    @144 sai benissimo che dire lobby gay in vaticano o essere a favore del matrimonio dei preti dello stesso sesso sono provocazioni contro la chiesa.
    perchè allora non ha detto che sei a favore della lobby gay di casa pound o che sei favorevole al matrimonio dello stesso sesso negli iscritti di casa pound?
    Mi sfugggirà sempre il motivo per il quale le religioni(tutte) danno così fastidio da 20 anni a questa parte. Forse perchè ci suggeriscono che non ci possiamo comportare a 40 anni come dei bambini di 10?

  142. hobo ha detto:

    @vico sono favorevole al matrimonio tra fascisti dello stesso sesso, ok?

  143. hobo ha detto:

    invece non sono favorevole alla lobbi gay di casa pound, perche’ io sono antifascista. e non sono favorevole alla lobby gay del vaticano, perche’ sono anticlericale.

  144. hobo ha detto:

    diciamo anche che le lobby non mi piacciono in generale.

  145. VICO ha detto:

    @142 qua non si parla di mode medievali a ma di storia e tradizione che si tramandano da millenni. le mode sono il fascismo e il nazismo che fino a 60 anni fa andava di moda la dittatura e i genocidi. per fortuna ci sono posti sacri e che tali devono rimanere. come se vado in un night a leggere la bibbia vengo considerato un pazzo, altrettanto dovrebbe essere considertato chi non rispetta i luoghi sacri.

  146. Jasna ha detto:

    @149 Non si tratta di moda, e Gerusalemme non è *solo* ortodossa, quindi è necessario essere tolleranti. Inoltre se secondo te insultare una bambina è un modo per far rispettare le regole, non ho più niente da dire.

  147. VICO ha detto:

    @150 Non sono assolutamente per gli insulti alle bamibine e ai bambini. Dio insegna la bontà innanzitutto.
    Semplicemente quando mi dicono che in certi luoghi è meglio non andare o bisogna vestirsi in una data maniera, lo faccio.
    Infine bisogna verificare che la notizia sia vera. internet come la carta si lasciano scrivere.

  148. Jasna ha detto:

    Si lasciano scrivere anche da chi come te si affida a un botta e risposta di “Posso dormire a casa tua?” per giudicare una situazione sociale e politica. La notizia era su un quotidiano nazionale, ora ho trovato questo link http://27esimaora.corriere.it/articolo/na%E2%80%99ama-aggredita-perche-immodesta2-con-laici-e-religiosi-a-beit-shemesh/, ma se cerchi ne trovi tanti altri. Non è un bell’atteggiamento mettere in dubbio quel che non porta acqua al tuo mulino.
    Non mi hai ancora detto di che contributi parlavi.

  149. VICO ha detto:

    @152 il punto è che il botta e risposta l’ho visto con i miei occhio e sentito con le mie orecchie(per l’amor di Dio può essere tutto una finzione lo ammetto) mentre un articolo di giornale o una notizia su internet non posso fare che fidarmi sperando che siano vere. prove non nè ho. Questa impotenza nel sapere cosa è vero e cosa è falso c’è da quando ci sono i media di massa. che sono stati potenziati proprio dalle dittature. Mussolini: “Il cinema è l’arma più forte”.
    chissa cosa avrebbe pensato se avesse visto la tv o internet!

  150. Jasna ha detto:

    @vico Guarda che anche gli intervistati potevano essere d’accordo con l’intervistatore.

    Cmq ok, non vuoi rispodere alla mia domanda sui contributi, e ok, non concendi spazio agli omosessuali perché sei di quei cattolici che ritengono sia loro diritto dire a te sì, a te no. Non penso abbia senso spammare ancora su questa conversazione. Ciao.

  151. Vico ha detto:

    “per l’amor di Dio può essere tutto una finzione lo ammetto”.
    l’ho pur scritto….
    io non concedo nulla a nessuno perchè è giusto che ognuno faccia ciò che vuole ma nel rispetto degli altri e del buon senso.
    Per “contributi” intendo eventuali privilegi fiscali che hanno le coppie e che i single non hanno.(vorrei sottolineare che una coppia divide le spese i single no quindi non ho mai capito perchè le coppie debbano avere agevolazioni fiscali)
    Comunque, giusto per chiarire, ho anche amici gay e questi sono disgustati da tutto questo volersi mostrare a tutti i costi in un mondo che,consentimi, ha problemi ben più gravi da risolvere facendosi pure strumentalizzare da politici di un cinismo che farebbero di tutto pur di guadagnare anche 1 voto in più.
    C’è una buona dose di narcisismo in tutta questa storia.

  152. John Remada ha detto:

    Ed ecco John Remada! Vi rimando a leggere il mio commento n.83! E le previsioni erano azzeccate al MM!

  153. John Remada ha detto:

    Ovviamente la mia previsione sulla disfatta della SX non era motivata solo per la questione dei freddi e anche mi dispiace per la Gironcoli che è una persona educata e rispettosa, per il resto la nebbia permane …ho seri dubbi che qualcuno di questi personaggi ci arrivi a un serio ragionamento ,oltre che provocatori sono anche autolesionisti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *