28 Dicembre 2012

Monfalcone e Grado celebrano i novant’anni della nascita di Pasolini

Monfalcone e Grado celebreranno i novant’anni della nascita di Pier Paolo Pasolini con una serie di momenti che prenderanno il via domenica pomeriggio al Centro di Aggregazione Anziani “Piero Poclen”in via Fontanot 43 a Monfalcone e proseguiranno nelle prossime settimane.

A farsene promotore l’Associazione Fogolar Furlan, assieme all’Amministrazione comunale, con il sostegno della Regione. Il primo appuntamento domenica alle 15, che sarà aperto dal sindaco Silvia Altran, avrà come titolo ”Tutto è santo” vedrà l’esibizione della Compagnia del Teatro dell’Università della Terza Età, diretta da Tullio Svettini, leggeranno alcuni testi poetici tratti dalla “Meglio Gioventù” di Pasolin e l’accompagnamento musicale di Walter Picinich. Verranno inoltre proiettati e commentati alcuni spezzoni dei film ”Il Vangelo secondo Matteo” e di ”Medea” di Pasolini. La giornata omaggio a Pasolini proseguirà con il Concerto “ Il Natale nei capolavori di Antonio Vivaldi” che si terrà alle ore 20.30 presso la Chiesa SS. Redentore di Via Romana a Monfalcone. «Con queste iniziative – ha rilevato il presidente del Fogolar, Franco Braida – vogliamo rinnovare l’ideale abbraccio tra il nostro territorio amati da Pasolini ed il Friuli delle sue origini di un riconosciuto protagonista del ‘900, che ora avrebbe compiuto 90 anni, ma sembra sempre giovane ed è infatti più contemporaneo che mai».

Un secondo appuntamento è previsto nelle prossime settimane, sia a Monfalcone che a Grado, con la proiezione del documentario “Pasolini e il Friuli”, curato per la Rai Fvg dal giornalista Mario Rizzarelli, che sarà presente per l’occasione e per raccontare la realizzazione del suo lavoro, frutto di un rigoroso studio preliminare e di 8 sopralluoghi con troupe sul set naturale della Destra Tagliamento. A queste nostre località il grande scrittore e regista fu particolarmente legato, tanto che uno dei suoi capolavori più noti, Medea, interpretata dalla Callas prese spunto dalla leggenda degli Argonauti che si ritengono approdati alle foci del Timavo e venne girato nella laguna gradese.

Tag: , , .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.