30 Novembre 2012

Greenaction sulla conferenza AIA: “La regione ha commesso un gravissimo falso”

Falso è  la parola adeguata a definire il documento con il quale la Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia ha approvato l’Autorizzazione Integrata Ambientale (AIA) per il rigassificatore di Zaule a Trieste con gravissime conseguenze anche sul territorio della Repubblica di Slovenia. Lo sostiene Greenaction Trasnational che proprio ieri  lo ha spiegato anche alla stampa slovena durante una conferenza stampa a Capodistria (foto).

Il Comune di Trieste, la Provincia di Trieste e l’Azienda Sanitaria hanno manifestato il loro parere negativo motivando i danni ed i rischi dell’impianto. Incredibilmente, sostiene Greenaction, la Regione, contro legge e senza giustificazione, ha trasformato il parere negativo motivato di Comune, Provincia e Azienda sanitaria in un parere positivo commettendo un gravissimo FALSO.

Il rappresentante della Provincia di Trieste nel corso della riunione tecnica ha fatto verbalizzare: “CONFERMO IL PARERE CONTRARIO DELLA PROVINCIA. RILEVO CHE LE CONCLUSIONI NON SONO DELLA CONFERENZA MA SONO STATE DETTATE DA GIUST A GUBERTINI IN PALESE SPREGIO DELLA NORMA E DEL PARERE DEL CONSIGLIO. SOTTOSCRIVO PER CHIARARE LE FALSITA’ DEL VERBALE”.

Spiega Greenaction in una nota stampa: “Il fatto segue l’arroganza con la quale i ministri della Repubblica Italiana, nella loro ultima visita di Stato nella Repubblica di Slovenia, hanno detto ai ministri della Repubblica di Slovenia che l’Italia non tiene più conto del parere contrario sloveno.

L’arroganza è tanto più grave se si considera il fatto che nel corso del 2012 la Gas Natural ha presentato un integrazione al progetto che la Repubblica Italiana non ha mai trasmesso alla Repubblica di Slovenia per ottenere il suo parere e quello dei cittadini sloveni, in violazione delle norme comunitarie che impongono una valutazione transfrontaliera.

Il Parlamento della Repubblica di Slovenia si è già pronunciato contro il rigassificatore della Gas Natural, risulta ora necessario che anche il Governo decida di denunciare la Repubblica Italiana davanti alla Corte di Giustizia Europea e davanti alla Commissione Europea dove il Commissario sloveno all’Ambiente Potocnik deve rendere giustizia alla stessa Repubblica di Slovenia.”

Qui potete leggere il verbale dell’AIA

Tag: , .

2 commenti a Greenaction sulla conferenza AIA: “La regione ha commesso un gravissimo falso”

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.