12 Ottobre 2012

Trieste tra mare e Kras: se ne parla lunedì a Lubiana, segue degustazione

Lunedì 15 ottobre 2012, con l’evento “Trieste plurale tra mare e Kras. Il cibo è cultura.” avrà inizio presso l’Istituto Italiano di Cultura di Lubiana la XII edizione della Settimana della lingua italiana nel mondo sul tema “L’Italia dei territori e l’Italia del futuro”. Le manifestazioni della settimana, promosse dal Ministero degli Affari Esteri italiano, dall’Ambasciata d’Italia in Slovenia e dall’Istituto Italiano di Cultura, si svolgono sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica Italiana.
L’evento inaugurale di lunedì, a partire dalle ore 18, è realizzato con il contributo di Slow Food Trieste e di alcuni produttori della zona del Carso. Da tempo Slow Food e il suo fondatore, Carlo Petrini, sostengono la necessità di una nuova gastronomia, sintetizzabile nella formula buono, pulito e giusto, motto e obiettivo ormai diventato – dentro e fuori Slow Food – una maniera per indicare il fine per cui Slow Food lavora e ciò che Slow Food promuove.
L’intreccio di culture e la storia passata fanno sì che il Carso italiano e quello sloveno – ma anche le zone che si estendono oltre l’altopiano e lo circondano – siano ricchi di prodotti e di saperi con una specificità comune, frutto di scambi e incontri, innovazioni e contaminazioni.
L’incontro , avvalendosi del contributo del fiduciario di Slow Food di Trieste, Marino Vocci, e di alcuni produttori dell’altopiano carsico, vuole portare alla luce queste specificità, mettendone in evidenza la complessità e il contributo da esse fornito alla riflessione sulle dinamiche sottese alla nostra società e alla nostra cultura.

Nella seconda parte, dalle ore 19, verrà offerta al pubblico una degustazione di prodotti provenienti dall’altopiano carsico. Saranno, infatti, presenti il Pastificio Barone di Aurisina/Sežana, azienda a conduzione familiare che da oltre dieci anni si occupa della produzione di pasta fresca, pasta ripiena e gnocchi, l’Azienda Agricola Kmetija Vidali Lenard di Basovizza (Trieste), che si occupa di allevamento e di produzione di formaggi, l’Azienda Agricola Lupinc di Prepotto (Duino Aurisina/Devin Nabrezina), azienda vitivinicola con tipica cantina carsica e agriturismo, e la Pasticceria Saint Honoré/Orocolato di Opicina e Trieste, azienda artigianale e cioccolateria che propone dolci tipici triestini e varie specialità di cioccolato, marmellate e biscotti.
La degustazione offrirà al pubblico l’occasione di instaurare un rapporto diretto con i produttori, che saranno a disposizione degli intervenuti per ogni curiosità ed informazione sui prodotti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.