25 Settembre 2012

La Rai richiede anche ai Bed and Breakfast il pagamento del canone: cosa ne pensate?

Il consigliere regionale di Un’Altra Regione, Alessia Rosolen, ha presentato un’interrogazione “per porre rimedio all’iniqua richiesta della RAI nei confronti dei titolari dei Bed and Breakfast della nostra regione. Numerose segnalazioni ci sono pervenute in merito alla richiesta della RAI di pagamento di un abbonamento speciale, in quanto possessori di apparecchi atti alla ricezione di
trasmissioni radio televisive”.

“I Bed and Breakfast non sono considerati esercizi pubblici, operando saltuariamente l’ospitalità in casa e gli stessi non sono neanche soggetti a partita IVA in quanto i redditi provenienti da tale attività possono essere dichiarati su modello 730 e 740. Mettere un televisore in camera significa dare un servizio in linea con le attuali esigenze del mercato turistico, ma non significa affatto ricavarne profitto in maniera continuativa proponendo eventi che richiamano un pubblico che ha solamente l’esigenza di dormire, fare una ricca colazione e partire alla scoperta delle nostre attrazioni turistiche regionali”.

“La richiesta all’assessore Seganti – precisa Alessia Rosolen – è quindi di intervenire nei confronti della RAI per chiarire la situazione ed eventualmente, qualora ciò non fosse possibile a livello centrale, di prevedere un contributo una tantum ai titolari per abbattere il costo della tassa”.

E voi cosa ne pensate?

 

Tag: .

35 commenti a La Rai richiede anche ai Bed and Breakfast il pagamento del canone: cosa ne pensate?

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.