4 Aprile 2012

Orti in condotta: 200 bambini coinvolti a Monfalcone

Sono quasi duecento i bambini attualmente coinvolti nel progetto ”Orto in condotta”, che si concluderà a giugno 2012 e che coinvolge le scuole dell’infanzia Il Germoglio e la scuola primaria Toti dell’istituto comprensivo Giacich di Monfalcone.

Gli alunni (dai 3 ai 5 anni per un totale di 100 bambini di cui uno diversamente abile alle scuole d’infanzia, sommati ai 77 – di cui due diversamente abili – delle classi prime, quarte e quinte della primaria) sono stati coinvolti nella realizzazione e nella cura di un vero orto scolastico, nel quale vengono piantate, coltivate e quindi raccolte le verdure che i piccoli agricoltori andranno poi a consumare. Una vera e propria produzione a ”km zero” possibile grazie alla collaborazione di docenti, genitori e di un ”nonno ortolano” per l’insegnamento della cura delle piante e del Comune di Monfalcone, del Comitato di quartiere, dell’associazione Slow Food e dell’istituto tecnico agrario di Gradisca d’Isonzo.

Un progetto in cui, come spiega l’assessore ai Servizi Tecnici Paolo Frittitta, «il Comune ha fatto da facilitatore e a messo a disposizione risorse per un’ iniziativa importante che grazie all’impegno di tutti diventa esperienza da ripetere e consolidare nella nostra realtà: il sapere dei nonni si riversa sui bambini e quindi si radica nel futuro». Il Comune infatti ha messo a disposizione un giardiniere della squadra lavori per aiutare i bambini nella lavorazione dell’orto, ma ha anche realizzato tutte le strutture accessorie (installazione di un rubinetto, realizzazione del cordolo esterno dell’orto).

«Con l’operatore esterno e le insegnanti – continua Fittitta – i bambini si sono occupati dei due orti realizzati nella loro scuola: hanno seminato, curato i semi e, a momento debito, effettueranno la raccolta». I materiali propri dell’esperienza (terricci diversi, piante e semi) hanno offerto innumerevoli spunti di attività didattica, finalizzata al raggiungimento degli obiettivi formativi previsti per i bambini della Scuola dell’Infanzia ma anche per quelli delle classi quinte e prime della Scuola Primaria.

Accanto all’attività di coltivazione vera e propria, anche altri obiettivi: la partecipazione al mercato comunale, una mostra delle attività svolte, il coinvolgimento dei genitori in occasione di feste stagionali (Festa degli Orti e Festa di Primavera), momenti di sensibilizzazione sulla cura del proprio territorio e sull’educazione al riciclaggio.

«”Orto in condotta” – conclude Frittitta – si propone di far recuperare i bambini il rapporto con la terra, scoprire i segreti della natura, sviluppare il senso del gusto e, per i bambini più grandi, favorire il rispetto per la natura, salvaguardare la biodiversità, educare a una corretta alimentazione e stimolare la curiosità per cibi diversi».

Nel progetto, curato dagli insegnanti Marta Cucut, Valentina Presil e Federica Barbo, sono coinvolti sei insegnanti per la scuola dell’infanzia e cinque per la primaria. Il progetto ha ricevuto anche il sostegno della Regione Fvg.

In allegato l’immagine dei piccoli agricoltori della Toti con i loro papà che hanno dato una mano nella realizzazione dell’orto

Un commento a Orti in condotta: 200 bambini coinvolti a Monfalcone

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.