6 Marzo 2012

Incendi sul Carso: continua l’opera di spegnimento del rogo

Il Carso continua a bruciare. Al lavoro centinaia di vigili del fuoco, uomini della Protezione civile e della Forestale. In azione anche tre elicotteri e un Canadair che stanno tentando di domare le fiamme alimentate dalla Bora. Il Canadair si abbassa sul mare per rifornirsi di acqua per poi riprendere quota e continuare l’opera di spegnimento del rogo. Pare che il fuoco sia stato appiccato da piromani, ma per il momento si tratta solo di un ipotesi.

Colpite le località di Fernetti, Zolla, Sesana. Prosecco, Opicina e Monrupino, che in queste ore sono letteralmente invase dal fumo. Secondo quanto riporta l’ANSA alcune case di Zolla sono state evacuate.

Le carreggiate del raccordo autostradale 13, in entrambi i sensi, sono state chiuse dal chilometro 16 di Fernetti al chilometro 9 di Sgonico. Gli automobilisti vengono fatti uscire a Fernetti, in direzione Venezia, e a Sgonico, in direzione Trieste.  Su quasi tutto il Carso si sono formate lunghe code. E’ stato chiuso il tratto ferroviario che collega l’Italia alla Slovenia.

Ore 18: Dal portale Slomedia arrivano buone notizie: Nella zona del omune di Monrupino l’incendio è sotto controllo e dunque non sarà necessaria nessuna evacuazione.

Mandateci le vostre foto  a redazione.trieste@bora.la

 

Tag: .

Un commento a Incendi sul Carso: continua l’opera di spegnimento del rogo

  1. Martina Luciani ha detto:

    A proposito di incendi, durante il convegno a Gorizia del progetto Manfred, è stato evidenziato che nel primo quinquennio del 2000, gli incendi lungo l’arco alpino si concentrano nella stragrande maggioranza sui versanti italiani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.