20 Gennaio 2012

Un tranquillo sabato notte nella Babilonia triestina

Tra i commenti di questa segnalazione di Franca C. Porfirio, già notevole nei contenuti, ecco spuntare questo notevole diario di un sabato notte di Giulietta Sanlorge. Per tutti quelli che se lo fossero perso, eccolo qua, che merita. Se stava meo co se stava pezo, una volta no i gavessi lassà, ecc… 😛

VIAGGIO A BABILONIA (TS)
Sabato 14 gennaio 2012

di Giulietta Sanlorge

BEATRICE
La mia guida negli inferi è una ragazza autodefinitasi clubber pentita. La chiamerò Beatrice. Mi dà appuntamento alle 23.

NE’ SALUTE NE’ RISPETTO
Per andare a posteggiare sulle rive, percorriamo in auto via Valdirivo. A metà della via, alcuni teenager si stanno dirigendo verso un locale. La temperatura è poco sopra lo zero, ma loro portano magliette dalle maniche corte, indifferenti al dovere di presentarsi in buona salute a scuola il lunedì successivo. Nel frattempo un gruppo di ragazze stanno attraversando la strada con movimenti provocanti, esibendo gambe, pance e spalle scoperte. Dalla macchina davanti alla nostra spuntano delle teste coi capelli lunghi, ma non sono donne. Le loro voci roche emettono irripetibili apprezzamenti sulle parti scoperte delle ragazze che, invece di indignarsi, se la ridono soddisfatte.

LORDUME, ASSEMBRAMENTI E RUMORI
Dopo aver trovato posto con difficoltà sulle rive, di fronte al Teatro Verdi, tempio della cultura triestina, raggiungiamo piazza della Borsa. Veniamo accolte da una serie di vomitevoli pozzanghere, provocate da qualche ubriacone che si è liberato lo stomaco a rate. Più in là, la piazza è lordata da una distesa di coriandoli, come fossimo a carnevale. Facciamo un giro nella zona e incappiamo in numerosi assembramenti all’esterno dei bar. Vedo parecchi ragazzi e uomini con il bicchiere in mano e l’espressione inebetita che si ravviva all’apparire di branchi di ragazze dedite al nomadismo da un bar all’altro a scopo esibizionistico. Gli assembramenti fuori dai bar ostruiscono il passaggio pedonale in vari punti: sul marciapiede di fronte alla Portizza, nel passaggio tra Capo di Piazza e piazza Unità, all’imbocco di via delle Beccherie da via Malcanton, per non parlare della vera e propria occupazione di via del Ponte. Proseguendo, verifico un’ altra ostruzione del passaggio all’inizio di galleria Protti, angolo via Tor Bandena. Dall’interno del bar provengono suoni rumorosi con testi che alternano l’inglese con lo spagnolo e il brasiliano, nell’assenza completa di segni della nostra identità culturale. A questo punto torniamo verso le rive a prendere la macchina.

FILO-ETIOPI E STRANE SIGLE
Ci dirigiamo verso riva Traiana, posteggiamo e andiamo davanti all’Ausonia, dove vedo entrare ragazzi con strane masse di capelli. Beatrice mi spiega che imitano i capelli dei neri giamaicani di religione rastafarian, seguaci dell’ultimo imperatore d’Etiopia, deposto dalle truppe coloniali italiane negli anni trenta del secolo scorso. Mah! Intanto arriviamo in via Traiana all’angolo con il molo Fratelli Bandiera, dove si sta svolgendo una festa di un gruppo denominato Jotassassina. Immagino che si tratti finalmente di una celebrazione delle nostre tradizioni, ma Beatrice mi spiega che è un party GLBT. Chiedo di che azienda si tratti, ma apprendo che non è un’azienda ma la sigla di Gay Lesbiche Bisex Trasgender e che Jotassassina fa spettacoli di uomini vestiti da donna. Al party sarebbero benvenuti anche gli Streight (eterosessuali, mi dicono) ma preferisco raggiungere la macchina.

APPUNTAMENTI NOTTURNI E BIONDE DIFFERENTI
Tornate in centro, posteggiamo dietro al municipio. Andando verso piazza Unità, abbiamo davanti a noi alcuni signori, di mezza età, ma vestiti come Fabrizio Corona. Si stanno dirigendo verso la fontana dei Quattro Continenti, dove sono sedute alcune ragazze ventenni che, appena li vedono, si alzano e li raggiungono. Penso che siano le figlie, quelle che loro sono venuti a prendere a fine serata, ma cambio subito idea notando gesti affettivi non proprio paterni. Da piazza Unità, passando davanti a una discoteca, raggiungiamo via Canal Piccolo, dove si trova un’altra discoteca. La stanno raggiungendo, dal lato opposto, anche due bionde dai lunghissimi capelli che stanno gridando qualcosa in una lingua neolatina a una mora che sta arrivando. Mi felicito per la presenza di giovani turiste straniere nella nostra splendida città, anche nel freddo mese di gennaio. Ma Beatrice mi disillude subito, spiegandomi che sono trans brasiliane e mi indica con gli occhi le spalle da portuali delle due bionde. Facciamo un altro giro, ma ormai, gli assembramenti stradali si sono sciolti. Per tornare alla macchina, ripassiamo di fronte alla discoteca di via Canal Piccolo e vedo che, in quel momento, sta andando verso l’entrata una stangona bionda sui vent’anni, con il viso d’angelo e il fisico da top model, accompagnata da un uomo alto e pelato, apparentemente quarantenne, dall’abbigliamento modaiolo. Dopo l’errore precedente, vengo assillata dal dubbio sull’identità della stangona bionda, ma Beatrice mi rassicura che è così alta perchè è una modella, mentre il tipo con lei sarebbe un modellaro, uno che colleziona modelle. E’ un tipo di collezionismo che non conoscevo, essendomi fermata ai francobolli, alle monete e ai soldatini. Mah! Quando montiamo in macchina sono quasi le due di notte, ma Beatrice mi informa che le discoteche vanno avanti fino alle quattro, in teoria, ma in pratica chiudono anche più tardi e, dopo la chiusura, molti vanno in qualche bar aperto a fare colazione, incrociando quelli che si sono appena svegliati per andare a sciare, i più fortunati, o per andare al lavoro, se sono di turno.

CONCLUSIONE
Ebbene Signore e Signori, queste non sono discorsi astratti, ma fatti concreti di quella Babilonia triestina che molti commentatori di questo sito si ostinano a far finta di non vedere, mentre gli amministratori sfuggono al loro dovere di prendere provvedimenti.

Giulietta Sanlorge

Hai scritto qualcosa (o fatto foto, o video, o pupoli…) di divertente/ironico/satirico su Trieste, Gorizia e dintorni? Mandacelo al Quel dela Quela! Scrivi a manna@bora.la

Quel dela Quela on Facebook
Tag: , , .

118 commenti a Un tranquillo sabato notte nella Babilonia triestina

  1. massimilianoR ha detto:

    sodoma e gomorra…

    e mi che pensavo de aver esagerà ne l’estate de l’83, quando, al ritorno dopo una serata all’ausonia, me son meso a pisàr in ascensor de casa mia, girando come una trotola e cantando “heaven” dei Psichedelic Furs… 🙂

    (giuro che xe vero…)

  2. tomo ha detto:

    Come canta i Coroneo Slavation Army: There was a muddy road to Babylon, but I took it anyway

  3. Ariola Reed ha detto:

    Xe un scherzo vero?? Dai, fora el nome dell’autor Manna!!!!!

  4. capitano ha detto:

    Gò fracà Streight su google e me gà risposto “Forse cercavi: Straight”

  5. aldo ha detto:

    @4

    Dal thread su Trieste come Bogotà sembrerebbe che Giulietta sia più ferrata con il portoghese…

    ma disdegna la musica brasiliana ballabile (apolide!) dei discobar: a conquistarla saranno state le medodie struggenti del fado?

  6. aldo ha detto:

    Fado:

    http://www.youtube.com/watch?v=tYQbZhWXRwM

    Perfetto per rimpiangere con saudade da un solitario punto della costa triestina i tempi felici degli Asburgo-Lorena

  7. isabella ha detto:

    Interessante questa Babilonia 😀

  8. Fiora ha detto:

    la missiva de “Giulietta” (e ormai me son persuasa che le virgolete se imponi 😉 ) xè de tale descritività e penetrazion psicologica el suo aparente disprezo talmente tipico del “chi dispreza compra”, da farme capir che “Giulietta” xè conositrice/tor? e ‘diritura frequentatrice/tor abituale dela Sodoma/Gomora Tergestina!
    un outing spontaneo de parte dell’autrice/or sarìa degno complemento e no caverìa el pathos a ste godibilissime leture!

  9. Diego Manna ha detto:

    @3 ariola:
    no go idea se xe un scherzo, e se xe me piasessi saver chi xe el genio per premiarlo. tra l’altro te gavevo za dito che te son tra i sospetai de esser l’autrice de ste missive.

  10. Fiora ha detto:

    …senza niente cavar a quel in carica, che per le ecezionali carateristiche psicofisiche se ga zà becà un tomo “dedicato”, ma se vien fora la vera identità di chi conossi cussì ben polli e pollastre local, xè de farlo SINDACA/O!

  11. Perdonate lo mio ardire, gentilissimi messeri.

    Il sottoscritto abita a Venezia (da quanto tempo? Nemmeno io lo rammento più)… quindi, forse, potrei esprimere un punto di vista alternativo a lo comun dialogar tergestino.

    Il mio vero cognome non fu Cavasano… ma di questi tempi moderni preferisco non usar a casaccio la mia vera identità, anche se essa si potrebbe comunque facilmente intuire, in ogni caso… non sono ingenuo.

    Vi posso dir, con estrema sincerità, ch’io ho amato, ed ho amato tanto in mia gioventù; dalle servette alle nobildonne… tutte fragili ed appassionate creature di Nostro Signore!
    Le rose del piacere, se sempre in fior, sanno dar quella fragranza di desiderio vitale che ci accomuna nei nostri pensieri più intimi e reconditi.
    Ingiusta fu la mia detenzione ai Piombi… in fondo, cos’ebbi mai fatto? Penso che in molti, qui, ancor oggi, conoscano bene le mie ancor vivide memorie.
    Io stesso le scrissi appassionato, seppur mentendo poeticamente su qualche piccolo, insignificante particolare. Come un ladro nella notte, darò la colpa di ciò alla mia memoria, grande come un recipiente di petali di gelsomino, ma non più -ahimé- sufficientemente capiente di buoni ricordi, esatti e sinceri ad ogni sfumatura.

    Cio’ che voglio tentar di dirvi, messeri, è che tutti, in fondo, siam stagi giovini.
    Prestino bene attenzione, lor signori: dico “giovini” e non “giovinastri”!
    Sappiate gustare in gioventù -senza ecceder troppo, s’intende- tutti i colori offerti dalla cornucopia chiamata Vita!
    Se saprete far quanto da me modestamente consigliato, potrete assaporar al meglio anche l’amaro gusto di un paio di notti al confino… se è per una giusta causa, leggiadra come gli occhi dolci di una fanciulla bramosa del tepore umano, nulla di siffatte “marmaglie” sarà venuta meno.

    Porgo un inchino reverenziale, accompagnato ai miei più fervidi ed accalorati saluti, a tutte le gentilissime donzelle ed a tutti i messeri frequentatori di questo portale compiuterologico.

    Avrete ancora mie notizie… come disse la vela del caicio marittimo in quel di Chioggia: “non so se mi spiego?… ”

    In fede: Marchese Giacomo Girolamo Cavasano – Venetia, Addì 20 genaro domilaedodise

  12. Fiora ha detto:

    @11 BENTORNATO LUIGI VE.!

    …o go capelà? 🙁

  13. Me ne dispiaccio, madamigella, ma debbo contraddirla.

    Sono veneziano, sì, ma non son nomato Luigi.

    Cordialissimi saluti

    Marchese Giacomo Girolamo Cavasano

  14. Katja ha detto:

    troppo goldoniano fiora. e molto piu giovane.

  15. Katja ha detto:

    appunto

  16. Fiora ha detto:

    @14…e infinitamente più gentile…speremo ch’el continui cussì ,ah, Katja?!

  17. Fiora ha detto:

    Curioso però…il Marchese approda in Sacchetta e contemporaneamente Luigi ve. riappare sul treno di Trenitalia…. controllare il Thread per credere…

  18. Luigi (veneziano) ha detto:

    Mi spiace Fiora: quel tale non son io. Ma se t’aggrada, puoi sempre farci un travaso di bile sopra, as usual.

    L.

  19. sfsn ha detto:

    …xe tornà Lojze: fine dela pase.

  20. aldo ha detto:

    E se Giulietta fosse Marisa?

    Lanfurprof a UD di giorno e rondista antiapolide di notte a TS…

    Lo strano caso della prof.Jekila e di Ms.Hyda

  21. Fiora ha detto:

    sfsn tienme per favor! cossa el tambasca el redivivo? de quai “travasi de bile” el va bambando… lu’ sì as usual?!
    ciò e pensar che iero contenta de ritrovarlo….

  22. Fiora ha detto:

    @18 Luigi Ve caro ,un bentornato di cuore! solo te lo chiedo come una grazia ,non metterti ad inquinare i Threads scherzosi come questo con quel tuo umorismo da vipera…buttati sulle tue solite querelles storico politiche a colpi di virtualAttack (intendo copia/incolla) Chi ti ama (già, ma chi????) ti segua e viva l’A.!

  23. No Luigi No Party ha detto:

    Assolutamente falso storicamente l’accostamento di Babilonia con Sodoma e Gomorra, che gia nei codici di Hammurabi era chiaro che le seratacce e le ubriacature del sabato sera erano punite per legge. Inoltre, le cronache dell’anonimo viandante aramaico ritrovate nell antro di casa di mia nonna nel 1956 testimoniano che Sodoma e Gomorra erano molto peggio della descrizione che la povera ignorante Sanlorge da della Trieste di questi giorni. Poi, per quel che concerne la grammatica del portoghese brasiliano, cara la nostra Sanlorge sgrammaticata e analfabeta, il “voce” scrivesi você, che altrimenti l’apertura della e non risulta corretta ed anzi puo condurre a discrepanze e adirittura a madornali errori se qualcuno volesse scrivere poesie in rima. Per gli enjambementpuo andare bene invece, ma rimane un errore comunque. Informarsi prima di scrivere, no?

  24. Spade Azzurre di Michele ha detto:

    Posseduta da puritano furore moralista, l’autrice del pezzo coglie un aspetto materiale, quello notturno, della Babilonia triestina, ma è ben lungi dall’afferarne la causa prima, di natura prettamente spirituale, della quale tracciamo di seguito i 5 elementi.

    I. Già negli anni novanta, il più autorevole esorcista italiano, Padre Amorth, in una famosa intervista riportata dal Piccolo, indicava in Trieste la città più satanista d’Italia. “La città più satanista d’Italia non è Torino, ma Trieste” ha scritto in un recente documento il GRIS – Gruppo di Ricerca Italiano sulle Sette. “Oggi, la città più satanica d’Italia è Trieste” conferma l’ASAAP, altro organismo anti-sette.

    II. Trieste è anche la città più atea e agnostica d’Italia, dove la frequentazione media della messa domenicale è di circa un cittadino su 10, contro una media nazionale nell’ordine di 3 su 10. Chi pensa che non vi sia relazione tra satanismo e ateo-agnosticismo, può andare sul sito dei Bambini di Satana, dove campeggiano foto, video e proclami della loro icona preferita, la triestina Margherita Hack, fervente sostenitrice dello sbattezzo, del quale si fregia anche un noto assessore comunale triestino e che è un atto promosso dalla UAAR – Unione Atei e Agnostici Razionalisti. Infatti, fatta la tara dai gruppi di ragazzini esaltati, il satanismo di alto profilo non crede nell’esistenza di un essere spirituale chiamato Satana, ma lo usa come simbolo dell’ateismo e del razionalismo. Però è vero che esiste anche un satanismo di alto profilo di natura spirituale che si incrocia a certi ambienti massonici. Ricordate l’Ode a Satana del massone Giosuè Carducci?

    III. Così arriviamo alla potentissima massoneria triestina, non quella di base, costituita dalle logge, ma quella piramidale dei riti. Del Rito Scozzese è stato Gran Maestro nazionale un noto ex sindaco di Trieste. Sulla home del suo sito, il Rito Scozzese si richiama apertamente ad “alchimia, cabala, ermetismo, rosacrocianesimo, templarismo”. Del massonico Rito di Memphis e Misraim della MEAPRMM (massoneria di frangia) è Gran Hierophante mondiale un triestino con lo pseudonimo di Frank G. Ripel e gran Hierophante ad Honorem l’ex Gran Maestro della P2 Licio Gelli, come attesta il loro sito.

    IV. La MEAPRMM è in rete con altri gruppi, dai quali emerge un’evidente ispirazione a un mago inglese cantato dal metallaro Ozzy Osborne, quel Mr.Crowley al quale si ispirano molti gruppi triestini e che praticava anche la magia sessuale. Su questa strada incontriamo il Castello di Boranera e il suo Rito delle Lance e delle Coppe, dove confluiscono anche iniziati tantrici dal variegato panorama delle sette orientali triestine. Riti ierogamici sono praticati anche da gruppi neopagani, della stregoneria nordica (wikka) e mediterranea.

    V. Una parte di questo reticolare sottofondo spirituale della Babilonia triestina è saltato fuori, sia pur in modo sconclusionato, sul sito locale http://www.cayoeffe.it, nella discussione “Siamo tutti satanisti????”, anche se, ad essere precisi, il satanismo in senso tecnico è solo una parte di un tutto che sarebbe più corretto chiamare Via della Mano Sinistra o Fiamme del Dragone Rosso, contro le quali ci battiamo spiritualmente noi delle SAM – Spade Azzurre di Michele, dal lato dell’esoterismo della Via della Mano Destra. Le sorti della battaglia si decideranno a questo livello, non certo con isterie moraliste o con ordinanze municipali.

    Che la pace accompagni i vostri cuori.

    SAM – Spade Azzurre di Michele

  25. Fiora ha detto:

    no servi gnanca le preci… “No party”, vulgo Nol Parti…è una promessa o una minaccia? 😀

  26. sfsn ha detto:

    ma i gomorriti cossa fazeva, che dio se ga tanto incazà con lori?

  27. Fiora ha detto:

    @25robe pezo dei sodomiti. vietade anca ai magiori de otanta ani. quei de novanta se ga dismentigà e cussì no se ga mai savesto

  28. hobo ha detto:

    ma gomorriti xe piu’ de gormiti?

  29. aldo ha detto:

    Torre di Babele patoca…

    Dalle polemiche sugli accenti dello sloveno a quelle sugli accenti del portoghese brasiliano…

    bora.la apolide!!!

  30. Katja ha detto:

    19 fine della noia forse. ciao Luigi! ti accogliamo con la solita ”concordia”;-)
    Fiora la gentileza no xe + de moda dal ’94

  31. Fiora ha detto:

    @28 Siiii, Aldo!

  32. Fiora ha detto:

    @29 “fine dela noia”, Katja?! quala noia, co’ irompi la Porfiria , la Giulieta e le ingaggia un dopio contro Giuly e Chanel, arbitro red Prof e guest star el Marchese dela Serenissima?!Un spasso altroché!
    Ps: El veneto de recupero, “Sua Pedanteria”, gnanca come segnapunti,sciò!

  33. Scusate lo mio breve passaggio serale… ma debbo informare le signorie Vostre che il sottoscritto non è chi credete sia. Sono proprio il Marchese di Seingalt.
    Fra i tanti doni acquisiti in gioventù, la destrezza nell’alchimia è stata sicuramente la più congeniale, in quanto mi permette di rinascere sempre a nuova vita, reincarnandomi in un nuovo corpo ogni qualvolta quello precedente lascia queste terre infelici per incontrare il destino conseguente al tristo decadimento del corpo stesso.

    Eppure… dopo tanti anni rimango ancora preda del vostro incantevole fascino, carissime fanciulle. Ricordo ancora quando incontrai Charlotte… ladra e cinica! Volevo punirla con la morte, dopo che lei fuggì con i miei denari… e soprattutto con il mio cuore (la refurtiva più preziosa), ma non sono mai stato un volgare assassino…. tantomeno di una delle donne che amai veramente, sin nel profondo dell’anima, nonostante il suo tradimento nei miei confronti.
    Ciò successe poco dopo aver introdotto, in Francia, il “Lotto delle zitelle”, meglio conosciuto come il gioco del lotto, per l’appunto.

    Mi vogliano scusare le gentili lettrici ed i gentili lettori, ma adesso devo assentarmi. Ho appuntamento con un fornaio di Malamocco… con la sua maestria ha confezionato, su mia commissione, una torta a forma di Ponte di Rialto! Torta con cui festeggierò il ventisettesimo compleanno di Lorena, una bellissima ragazza mora che abita proprio in quel di Rialto. Voglio donarle una torta importante, come lo è il suo cuore per me.

    I miei più sinceri omaggi, anche alla Sanlorge!

    In fede: Marchese Giacomo Girolamo Cavasano

  34. No Luigi No Party ha detto:

    fiora, povera ignorante della lingua di sua maesta elisabetta II non che della lingua di guglielmo scesspir – no luigi no party, e la traduzione inglese di “Senza Luigi niente magnade, bevude, feste orgiastiche ne sodome e gomorre nela trieste babilonica”, essendo gli anglosassoni piu concisi e notoriamente piu avari di vocaboli che non noi che utilizziamo la superiore e piu bella, nelle forme e nella sostanza, lingua italiana (vedi il vocabolario della Zanichelli oppure i 3 tomi di frate Zuane da Latisana “Delle orge nel triveneto” edizioni BUR 1985) . Se certe cose uno non le capisce, meglio che si informi prima di aprire il becco, altrimenti ci fa solo brutta figura, ma visto che qui, dai messaggi che leggo, ci siete abituati, e meglio lasciar perdere.

  35. Don Vanni Gio ha detto:

    Hola!

    Yo nacì en Sevilla de madre andalusa y de padre friulano. Cuando fui en Venecia conocì una chica guapisima que tenia mucho dinero robado. Ella se enamorò de mi como una loca. Me escapè con ella hasta el nuevo mundo. Que sorpresa saber que el hombre de Charlotte era Giacomo.

    Buenas Noches!

    Don Vanni Gio

  36. ufo ha detto:

    Ciò, tuti un pochetin sul permaloso sto uikend? Come tanti babilonesi che ga visto al orizonte le avanguardie dele armade assire…

    Ma xe un caso che sul post qua a fianco, quel dela salata patoca, i ga tacà parlar de giardini pensili dentro le mura dela cità? No, digo, i famosi giardini pensili de Babilonia ecc. ecc. – xe solo un caso che ste due robe le vegni publicade praticamente asieme?

  37. Fiora ha detto:

    Luigi se no te ga capì che go fato un zogo de parole patoco coll’inflazionatissimo no Martini no party che imperversava per tute le tivi…’lora xè come che ghe go dito de ti al bravo Maurice! nema pamet
    Provoca pur…mi padronegio Inglese e Francese e sbrodigo Serbo… solo che no me la tiro e men che meno ‘tun blog! ti evidentemente te mendichi platee. MONA xè sdoganà… ergo sepol,muli?!

  38. Fiora ha detto:

    El mato xè tornà più scarso de come ch’el xè partì. Partì Luigi, a more funny party! 😉

  39. Fiora ha detto:

    @32 io, al Girolamo Cavasano ci farei una proposta di fidanzarci, per quanto è informato descrittivo e cortese…
    el ‘scolti Siorìa Girolamo( e co’ go ciamà “siorìa” quel altro grembano de Luigi Ve. go capelà de bruto 🙁 …come perle ai porchi !) pel fidanzamento, xè tempo. varderemo prima i rispetivi 740, ma intanto perché nol sfida a duelo de post! 😉 el Suo rustego concitadin che me oltragia ‘pena ch’el pol e che ne sta sui zebedei un poco a tuti? ( Luigi se scherza, ‘ndemo dei! te ga anca ti el tuo PESO ‘ntel contesto… )
    GIROLOMO CAVASANO VS. LUIGI VE. a son de post gergali veneti… APOTEOSI DELA RIDADA!

  40. Luigi (veneziano) ha detto:

    Brava Fiora: hai fatto come t’ho chiesto: travasone di bile e via andare…

    L.

  41. Katja ha detto:

    aldo 37 ghe sta!!!!!:D

  42. Chanel Slavich ha detto:

    Ciao raga, vi adoro!
    Mi ha messaggiato Giuly. Mi cercava qualcuno? Ho fatto come back da Cortina or ora. Un viaggio di m***a! Daf ha lasciato il Cayenne in garage a Trieste. Il sadico ha noleggiato un’anonima Volk. Ha detto: sobrietà! F*****o! Se lui può cambiare car io posso cambiare friend! Right? Purtroppo mi tocca mollarvi. Pranzo con la family. Riunione del MISS. Restauro night oriented. Troppi impegni: mai un momento per me. Ho bisogno di andare a meditare qualche giorno in una spa.
    Ciao Fiora, tieni a bada le belve.
    Kisses 4 everybody!

    Warning: stanotte la location del beauty contest supersquinzio è al Caffè Rossetti, in viale. La zona Unity Square sarà basic style.
    Ah si. Se ci becchiamo in giro, remember: per il boy non ero a Corti, ma a Milano, a fare la hostess. E stavo da Marta, la supercopy made in ts. Ok?

  43. dimaco il discolo ha detto:

    Mi scusi signorina Slavich, cosa sarebbe un’anonima Volk?

  44. Chanel Slavich ha detto:

    Che discolo! Ma una Volkswagen nel senso generale di auto popolare. Come dire Timber per tutte le scarpe tipo Timberland.
    Ora devo proprio andare. Ciao a tutti!

  45. Fiora ha detto:

    @41 era ora che dessi un cenno, “Grande Demoiselle” la chiamavano così l’insuperabile Omonima, no?!! Ciao e se sentirò nell’aere un effluvio di “n. 5″ ti penserò! al primo che me disi ” cossa el bus?” ghe riva una papina! 😀
    @39 el nostro-omo Luigi insisti coi “travasi de bile” che bale ara! evidentemente de vitz e de morbìn no’l ga alba e in quanto foresto, mi ghe fazo venia…basta che no’l monti in scagno a dar lezioni anca de morbìn,’desso!

  46. Fiora ha detto:

    “rosica” “travasi di bile”…sta evidente coazion a ripeter, me fa sospetar nel Nostro una sepur lieve forma de autismo…. 😀
    Scherzi a parte, Luigi, stelassa, sai che questi nostri divertissements domaci non sono pane per i tuoi denti ( a proposito i denti, intendo tutti tuoi, ce li hai ancora ?) Conserva i neuroni per le tenzoni storico-politiche vs. Sandi, Ufo e quant’altri…non disperderti in monate…pardon bagatelle. Vedi da te,no? che ti riescono come a me i Krapfen *

    * ‘na me..a!

  47. dimaco il discolo ha detto:

    @47
    te ga già spiega che piutosto che farse cisunar da ti i sardoni i se buta da soli in scovazze zigando: ANCHE NOI GAVEMO UNA DIGNITA’

    🙂

  48. ufo ha detto:

    Alici, dimaco, alici…

  49. aldo ha detto:

    @45

    Chanel, ma allora il volkisch* movement**…
    sono quelli che guidano auto popolari?

    * per quelli che fanno la punta sugli accenti: so che è con i due puntini sulla o
    ** per quelli che fanno la punta sulle identità: so che è tedesco e si dice volkische bewegung e che la traduzione inglese è ethnic movement

  50. aldo ha detto:

    Comunque, al posto di Chanel…

    starei attento a dare indicazioni sulla location notturna delle sue supersquinzie…

    …alla presenza di due grandi seduttori foresti come il March. Giacomo Cavasano (@11-13-33) e Don Vanni Gio (@35)

  51. aldo ha detto:

    @24 SPADE AZZURRE DI MICHELE

    Da dove salta fuori?
    O c’era sempre e sono io che sono rinco?
    E’l’esorcista a Babilonia (TS)?

  52. Katja ha detto:

    anche la fia de totti se ciama chanel.che cultura che go muli

  53. aldo ha detto:

    @24

    Jota babilonese
    Ricetta delle Spade Azzurre di Michele
    (Michele è lo chef?)

    Ingredienti: Padre Amorth, Bambini di Satana, Margherita Huck, un assessore comunale(?), Unione Atei e Agnostici Razionalisti, Giosuè Carducci, Ex sindaco di Ts (Cecovini?), Rito Scozzese, Rito di Memphis e Misraim, MEAPRMM, Licio Gelli, Ozzy Osborne, Mr.Crowley, Castello di Boranera, neopagani, stregoneria nordica (wicca) e mediterranea, “siamo tutti satanisti?” e spero di non aver dimenticato qualcosa.

    Chi assaggia per primo?
    Qui ci vuole uno stomaco forte, uno di Jotassassina…

  54. Buonasera, amiche ed amici cari.

    Sogno o son desto?

    Il mio nobile ed ineffabile sfidante… Don Giovanni!

    Che lietezza ritrovare quest’antico contendente al titolo più importante.
    Son sempre disponibile per un duello a fioretto.
    Così, giusto per testare se la Sua abilità con la spada è pari al Suo mero intuito per intraprendere favorevolmente il collezionismo di donne.
    Sì… perché Sua Signorìa, al contrario della mia persona, ha sempre preferito appuntare i cuori femminili conquistati, nelle proprie bacheche, come se essi fossero trofei di caccia da esporre ai signorotti benestanti ed invidiosi.
    Il solo pensare ad una simil “collezione”, mi fa impallidire, non lo nego! Non sia mai ch’io farfalleggi al solo scopo di soddisfar un ego smisurato ed ossessionante, seppur presente in larga parte anche nel mio essere, con le dovute differenze.
    Però l’ammiro, carissimo Don Giovanni. Se Ella mantiene ancor la sua buona memoria, si ricorderà certamente che il sottoscritto fu tra i primissimi ad esser presente a Praga, alla prima del Don Giovanni di Wolfango Mozart.
    Apprezzai molto, anche sapendo che Sua Signorìa non è sol certamente un personaggio letterario.

    I miei Omaggi alle gentili dame di questo blog, ed un cordiale inchino a tutti i signori.

    Spero di risentir al più presto il mio valoroso, benché cupo sfidante.

    In fede: Marchese Giacomo Girolamo Cavasano – Venetia

  55. René ha detto:

    Cavasano… eh eh! 🙂

    Forse ci conosciamo… chissà… 😀

    Del resto, io conosco pure Eric Moniga!!!

  56. Fiora ha detto:

    @55 ah, più La leggo, caro Marchese, più mi ritrovo a vagheggiare di quanto prestigio me ne deriverebbe se mi riuscisse di aggiungere un nobile al mio palmarès…

  57. Katja ha detto:

    Fiora cotta del markiz cocolo viz x scaldarse in sto inverno che no riva e che no va 😉 un giro in gondoeta però se lo meriterebbe Nuestra Señora de plaza puente rojo Giacomastro (:-* beso flor)

  58. Fiora ha detto:

    @58…col ris’cio ch’el temibile Luigi Ve notetempo me sbusi la gondoeta e finisso in smoio’ntel Canal Grande ?! 😀
    beso devolvido, Catarina!

  59. Fiora ha detto:

    preghierina a Gesù Bambino. fa che stavolta il Veneto guastatore non ci rovini la burla.

  60. capitano ha detto:

    Mi la giuly più che satanista me la immagino Satta-nista, o seguace della nota ex velina.

  61. ishtary ha detto:

    Cos’è? Un gioco occulto o si vuol far capire qualcosa a qualcuno?

    Giacomo Casanova-Canavaso (#55) fu iniziato alla massoneria a Lione nel 1750. Praticava le arti occulte. Copriva la magia sessuale dietro il mito del grande seduttore. Lo scopo era di incamerare le energie di giovani fanciulle come elisir di eterna giovinezza. E’ documentata la sua condivisione rituale a Venezia con massoni come Giuseppe Balsamo alias Cagliostro e il conte di Saint Germain.
    Don Giovanni-Don Vanni Gio (#35) è stato creato dal massone Amadeus Mozart ispirandosi proprio alla figura storica di Giacomo Casanova.
    Renè(#56) che ammicca a Canavaso-Casanova è il nome di Renè Guenon ovvero di uno dei più importanti iniziati del novecento e anche lui massone prima di uscire in polemica contro certe deviazioni della massoneria.
    Le Spade Azzurre di Michele (#24) sono molto ben informate sul panorama occulto triestino. Ma sono anche palesemente di ispirazione guenoniana. Prendono di mira certe deviazioni massoniche e quel complesso di fenomeni moderni da Guenon considerati contro-iniziazione o via della mano sinistra.

    So che gli altri stanno solo scherzando e che nessuno di voi mi dirà mai cosa significa tutto questo e allora cercherò di capirlo da sola e con le mie sorelle. Faccio parte di una coven della Wicca triestina. Alla gloria del G.A.D.U. vi saluto alla vostra maniera mettendo una mano tra un bottone e l’altro della camicia.

  62. Fiora ha detto:

    Aiutoooo, le amazoni del o-cul-to ne sta ‘tacando… el morbìn! 🙁 🙁 🙁
    Apolidi squinzie, profesoridetuticolori, Eminensa, pardon Siorìa Canavaso, ALL’ARMI! NO PASARAN!

    @62 Ps: per mi i scrivi ‘ste robe per insempiar la gente 😉

  63. Fiora ha detto:

    che la sacerdatesa qua sora sia una mutasion de Luigi Ve.per sabotarne la vitzpalestra?
    A ocio e a…metro ghe podessi anca star

    Scherso mula,dei! 😉 te go zà leta “de l’altra parte”. Anzi per favor dighe a Shany che lo legio sempre e saludo con cresente stima e imutada simpatia.
    Mi, nosepol più 🙁

  64. Fiora ha detto:

    @ Ishtary.Oportuno chiarimento: a scanso de equivoci sula mia stima e simpatia meramente telematiche per SuperShany, mi nosepol più “là”!

  65. Don Vanni Gio ha detto:

    Buenas dias a las damas y a los caballeros de
    las bellas ciudades de Trieste y Gorizia, a toda la tierra de la Venecia Julia y al agradable marques veneciano Giacomo Canavaso.

    Esta noche he durmido poco porque fui a la movida de Babilonia en el lugar que aconsejò ayer la vuestra amiga Chanel. El cafè Rossetti me encantò porque es un lugar muy distinto. Pero, claro, por primera cosa me gustaron la sensuales squinzias triestinas que estaban. Enquentrè Angelica, una squinzia guapisima que habla mi lengua porque fu en Salamanca por el Erasmus. Yo la encantè cuentandole de mi caliente tierra andalusa y bailando con ella la sensual sevillana. Los nuestros cuerpos se encuentraron en el fuego de la pasion. Ahora ella no puede estar sin mi. Voy con ella a un lugar con el nombre de Torri. No se que es. Pienso un romantico castillo. Parece que este castillo tiene un lugar con el nombre Kasanova. Es de tu familia, Giacomo?

    Giacomo, todo bien? He leido aqui que la Dan Brown patoca, Daniela Marrone, en arte sacerdotesa Ishtary, ha descubrido tu secreta vita esoterica, tu malas magias a las mujeres (atencion, Fiora!) y tu peligrosa amistad con el conte Cagliostro. Ahora las “Spade Azzurre di Michele” saben todo de ti. Te poderian traer a los Piombi de Trieste de un momento al otro. La
    republica de Trieste està peligrosa para ti.

    Bueno. Me voy al romantico castillo de las Torri con Angelica, la squinzia perdida de mi. Mando con el pensamiento una rosa roja a todas las damas y un fuerte abrazo a todos los caballeros. Hasta la vista!

    Don Vanni Gio

  66. Fiora ha detto:

    Don Vani, mi per bon cominzio a ‘ver un bic de spago… ma no per mi che no go paura gnanca del demonio, ma solo che qua el spirito (più che apolide) cosmopolita, staghi ‘spandendo fora del bucal!

  67. Fiora ha detto:

    inveze de storzerse in sti compiacimenti esterofili, ricordarse che la lingua uficiale in sta sesion saria dialeto Triestin?! 😉

  68. Fiora ha detto:

    morbin apolide xè de più de morbin cosmopolita? ALTROCHE’, orpo!

  69. Fiora ha detto:

    SETANTA!!! venia! el quesito che go posto iera un poco ala cà. de can. I termini del confronto xè, se morbin apolide xè de più de morbìn ESTEROFILO. 😛

  70. capitano ha detto:

    “quel complesso di fenomeni moderni da Guenon considerati contro-iniziazione o via della mano sinistra.”

    http://www.youtube.com/watch?v=7f3Zyxc6o7s#t=7m13s

  71. Katja ha detto:

    Penitenziagite

  72. Rakija ha detto:

    sì, e adesso vien fora che Milic xe l’ anticristo. ‘Ndemo avanti dei 😀

  73. giuly ha detto:

    spade azurre de michele?

    mi un sospeto lo go – conoso un michele che xe un nerd e fa spada giaponese – el xe ciapà de ste robe tipo el yin-yang o lato luminoso-oscuro dela forza – ga tuta la colezion de guere stelari e un casin de libri strani – per mi xe lui coi sui amici esaltai

  74. giuly ha detto:

    capitano

    ke psicologo ke te son – ma come te ga capì ke la melissa satta xe el mio idolo? xe vero ke in lingua se disi sattanista – ma in triestin xe correto dir satanista – la dopia no se meti!

  75. giuly ha detto:

    – 66 –

    don vanni gio

    alora te ieri ti quel con angelica ale torri – bei quei guess ke la se provava – e anke le timberland me piaseva – solo volesi dirte de star atento a pagar sempre cola carta – so ke a tanti là ghe xe suceso ke i ghe la ga clonada

  76. giuly ha detto:

    Fiora

    te ga ragion – sto vanni la ga fata fora del vaso co sto spagnoleto – ma el ga el don xkè xe prete? dei omini no xe mai de fidarse – però sto canavaso se proprio sai ma sai-sai gentile – te son sicura ke no buti su l’altra sponda? o no sia nè carne nè pese? – xe anke vero ke i difeti se soporta meio con un 7400 – un 740 dieci volte tanto el normale – ma po va a saver ke come marchese no sia un de quei decadudi – digo cusì tanto x babar – vedi ti come buta – adeso vado a dormir ke ste indemoniade me ga fato far l’alba -bona domenica

  77. Fiora ha detto:

    giuly,almeno ti, rispondime! cos’te pensi de chi che spandi morbin in Ispanico ‘n ‘tun thread patoco?

  78. giuly ha detto:

    fiora te ga visto ke magia? te go risposto sul morbin ispanico 1 minuto prima ke te me fazesi la domanda – alora xe vero ke se pol viagiar nel tempo! vado a trovar morfeo…..

  79. Fiora ha detto:

    @77 urremengo de spida gonzales de una Giuly! te me ga antizipà! Ma grande come sempre!

  80. Fiora ha detto:

    ..muli me sa che la “sacerdotesa” del post 62 ,sempre con quel che se ciama, per carità! ma gabi capì che qua no xè tripa per gati!

  81. aldo ha detto:

    I fratelli difendono Giacomo dall’accusa di essere “apolide senza fede e senza morale” (ultime due righe della pagina):

    http://www.goirsaa.it/goirsaa_Giacomo Casanova.htm

    fu incarcerato ai Piombi per esser stato visto nella Babilonia triestina di allora.
    Testimone d’accusa: la trisavola di Giulietta Sanlorge
    fonte: alcolica)

  82. “Comunque c’è molta fantasia in tutto questo continuo Stacasanovismo.
    Mi sembra un progetto nuovo, dinamico, carissima Fiora. Che ne dice?
    Posso chiedere a voialtri, a proposito di questo post… la sua durata ?
    Sarà a puntate ?
    Ci sarà solo una puntata solo sulla donna che si avvicina lentamente al nobile conquistatore veneziano ?
    Il “chi sei?, dove sono ?” allude al fatto che si tratta di uno smemorato, un forestiero, un arteriosclerotico in vacanza, un tossico in crisi d’astinenza , un viandante fumato o che altro ?
    Il “Chi sei” significa l’approccio, o esplicito è il fatto del parziale rincoglionimento dell’uomo nella sua più primitiva forma antimaterica ?
    Altre persone a cui chiedere notizie su Don Giovanni non ce ne sono ?
    Domando all’amico René: il Luogo di Gretta è onirico o possiede paesaggi chiaramente italiani ?
    Perché l’uomo è lì. Si può dunque parlare di ABDUCTION ?
    Perché non si ricorda niente se è sano ?
    Diego Manna Behavior man in the Mirror, sarà stato rapito dagli UFO, poiché non si fa sentire, né dissentire ?

    Confidando nella vostra morbinità, resto in attesa di ulteriori schiarimenti e sproloqui. Tanto quassù ogni tanto ci si annoia, così tendo a rompere la noia con brevi passaggi umorali ed umoristici nell’aldiquà. Grazie, un saluto a tutti.”

    In fede Federico Fellini

  83. aldo ha detto:

    @82

    il link non funziona ma la pagina c’è…

    …andar su google: “casanova massoneria apolide” e strucar el primo risultato

  84. Fiora ha detto:

    @83 Dall’aldiqua: Maestro, Lei e le sue molteplici manifestazioni …forumistiche, per quel quot di stimolo che quotidianamente arreca alla mia torpida centralina mentale,si ritenga da me abbracciato/a e baciato/a su entrambe le gote in segno di gratitudine e…viva L’A.!

  85. René ha detto:

    Sempre Viva l’A!!!!

  86. Fiora ha detto:

    Noooo! Renéeeeee! la paternità quantomeno del terzetto maschile (red Prof, Canavaso e don Juantenorio dela mutua)sarebbe dunque tua? riconosci all’anagrafe di bora.là queste tre creature come tue? e l’ectoplasma del Maestro, uscirebbe pure dal tuo inesauribile cilindro di prestidigitatore informatico? oh!se imbroccata l’avessi, m’inchinerei plaudente al tuo morbinoso genio!

  87. René ha detto:

    Ebbene sì, lo ammetto… ma solo il marchese veneziano ed il maestro di Rimini sono mie incarnazioni!

    Spero che nissun se la sia ciapada… go fato cussì, tanto per rider. Viva el Morbin! Viva Trieste patoca! E viva mi, e viva ti, e mi e ti semo in due, aine, kaine, zaine, cala le mudande oi Maricka vien far tombole sul fien (come canta Pilade). 😀

  88. René ha detto:

    E meno mal che no go ciamà el povero Noneto (quel de Carpinteri e Faraguna)!!! 😀

  89. René ha detto:

    @ 54: Rito di Memphis?

    Eric Moniga, lo conossemo tuti, el xe un mulo simpatico e romantico, anca se un po’ fora de glava.

    Però de qui a esser adiritura masson, ghe ne passa! 😀

  90. René ha detto:

    Ecolo! Lo go trovà!!
    Tuto per voi, l’italotriestin Eric Moniga de Rozzol, da un per de anni trapiantado in USA:

    http://www.youtube.com/watch?v=Ag15Jdpag1E

  91. Fiora ha detto:

    @88 Ciaparsela, René ? chi e perché dovessi?! . Ghe iera un tal garbo nelle tue “creature”…de inamorarse Grazie, invece. 🙂

  92. Fiora ha detto:

    @91 …solo, Eric Moniga che me fa Elvis, cussì a tradimento … now, but never again! 🙁

  93. René ha detto:

    Mi scherzo con Eric Moniga, però anca per mi Elvis Aron Presley xe cosa seria (xe el mio cantante preferido sin de quando iero picio)… per terminar in beleza el topic, ve ofro sto Capolavoro, peraltro el video xe fato de na mia amica, con tanto de traduzion in italian zontada in tel video stesso(anca el testo xe splendido)… bon ascolto!

    http://www.youtube.com/watch?v=5mQxQ-vmKbM

  94. aldo ha detto:

    Querido Marquis Giacomo Canavaso…

    fui de la sacerdotesa Ishtary y ella me dijo…

    para obtener el perdon del pecado de esterofilia antes tiene que confesarlo a la sacerdotesa que vigila sobre la ortodosia del morbin de tu blog…

    …Fiora, lo que la he echa fuera del orinal escribendo con el nombre de Don Vanni Gio en esta lengua que parece un italiano traducido en espanol (NB: so che va con la tilde sopra la n) soy…

  95. Don Vanni Gio ha detto:

    …son mi e viva l’A!

  96. Don Vanni Gio ha detto:

    …e come penitenza recito i versi apolidi sull’eros di Franco Battiato:


    i desideri mitici
    di prostitute libiche
    il senso del possesso
    che fu pre-alessandrino
    la tua voce come il coro
    delle sirene d’Ulisse
    mi incatena

    i muscoli del corpo
    pronti per l’accoppiamento
    nel Giappone delle geishe
    si abbandonano all’amore

    lo shivaismo tantrico
    di stile dionisiaco
    la lotta pornografica
    dei Greci e dei Latini

    http://www.youtube.com/watch?v=Pljjzpl1Su0

  97. Don Vanni Gio ha detto:

    Bon…

    me son pentì, go confesà, go fato penitenza…

    …vado a cena!

  98. aldo ha detto:

    …ma prima torno in mi!

  99. Fiora ha detto:

    Grandiosooooo! Aldo top macia! 😀 😀 😀

  100. capitano ha detto:

    alt + 164 (tastierino numerico)

  101. ishtary ha detto:

    Strepitoso! Mitico! Cossa posso dir mi de più? Ah si: magico!

    Fiora, te ga ciapà el 100. Te vinzi qualcosa?
    Dame atto che da brava strega un poco de sal lo go butà anche mi in sto calderon

    Renè, sto Eric Moniga no sarà del rito de Menphis però con quel ciuffetto xe sicuro dela massoneria de frangia

    Aldo, grande quel toco de Battiato, ma Dan Brown xe omo e Daniela Marrone no ga pathos: opto per Dana Brown

    Cosa poso dir? Me gavè stregà!

  102. Katja ha detto:

    hahahah aldone!!!:D battiato babilonico

  103. ishtary ha detto:

    E le Spade Azzurre di Michele?

    Vediamo, ma secondo me non fanno outing. Io conosco abbastanza l’ambiente, ma non ne ho mai sentito parlare. Chiunque abbia scritto quel pezzo ha evidenti conoscenze esoteriche sia teoriche che dell’ambiente occulto triestino oppure conosce qualcuno che lo ha informato bene. Tutte quelle affermazioni sono rscontrabili sul web. Ma non si mette insieme un pezzo così con ricerche su google o questo è possibile solo se si sanno già le parole-chiave da cercare. Quindi torniamo a bomba: qualcuno che sa o che si è fatto raccontare da qualcuno che sa.

    Dana Brown

  104. Fiora ha detto:

    ciò Katja e Aldissimo che ciamerò cussì dopo la strabiliante camaleontica mutazion iberica ( disevo ispanica perchè pensavo che Red prof e Vani fossi tut un toco… 😀 )
    Parlando de Battiato ,no ve par che più complicà de lu”ntel parlar sia solo che un essere vivente? come chi? Nichi Vendola, po’!

  105. stefano scarpa ha detto:

    ma Jotassassina esiste veramente! mitici!!

  106. Fiora ha detto:

    Doveroso ot de ringraziamento al sacerdotesa Ishtary: quì radio bora.la
    ambasceria? AFERMATIVO!
    risposta? AFERMATIVO! Ara là…e mi che ale forze oscure no volevo creder…
    Bon dei! anca co’ i sbati le porte ‘ntel muso senza preaviso e senza dar el tempo de saludar, l’ocasion de farlo prima o dopo se presenta… semperché se gabi un poco de quel che se ciama!
    ‘Desso ch’el sasolin ‘ntela scarpa me lo go cavà…Passo e chiudo l’argomento!

  107. capitano ha detto:

    Ma le Spade Azzurre de Michele xe più delle Frecce Tricolori?

  108. aldo ha detto:

    @105

    “la tua voce
    come le sirene d’Ulisse
    m’incanta”

    (profezia di Battiato @97 su Vendola)

    Vendola non si capisce cosa vuole dire
    ma lo dice bene e tutti fan finta di capire

  109. sfsn ha detto:

    a aldo

    xe un eroreto nela citazion:
    “la tua voce
    come le sirene d’Ulisse
    m’incatena”

    difati sta sirena i la ciamava anche ciano cadena

  110. capitano ha detto:

    111 nooo le Frecce Tricolori xe più forti, le gà le scie chimiche.
    E Batman vs Guenon?

  111. Fiora ha detto:

    @sfsn lassa perder le quisquilie dela 🙂 …nomenklatura e rispondime pulito chi xè de più (Kompliziert) Battiato o Vendola?

  112. aldo ha detto:

    @112

    sfsn, poso spiegar tuto: xe una cantante trasgender che fazeva bondage con le cadene

  113. aldo ha detto:

    @113

    Guenon perchè me ga dà su google 606.000 risultati circa contro i 167.000 circa de Batman…

    …e l’Arcangelo Michele batti le Frecce Tricolori 2.660.000 – 824.000

    numeri xe numeri!

  114. Fiora ha detto:

    No dar i numeri, ALDISSSIMOOO! 😀

  115. sun-ts ha detto:

    la babilonia nel disegno sara’ el mio prossimo puzzle

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.