8 Gennaio 2012

Zone blu: tornano i “gratta e sosta”

Circa 700 multe in meno per il mancato pagamento delle zone blu rispetto all’anno precedente. E’ questa la differenza tra le sanzioni comminate nel 2011 e quelle registrate nel 2010. Lo ha comunicato l’Assessore alla Polizia Municipale Fabio Gentile durante la conferenza stampa in cui è stato fatto il punto della situazione sul sistema soste a Gorizia, annunciando alcune novità. Considerando la mancata efficacia dei cosiddetti “sabati gratis” per attirare clientela da fuori Gorizia, è stato deciso di ripristinare il pagamento del ticket anche in questa giornata.
Sono allo studio,insieme ai commercianti, altre iniziative tra cui la riedizione dei “gratta e sosta” da offrire a prezzi agevolati alla clientela.

23 commenti a Zone blu: tornano i “gratta e sosta”

  1. Mi sfugge la correlazione tra le minori multe e il ripristino del sabato pomeriggio a pagamento. Vuol dire che la maggior parte delle multe erano fatte proprio il sabato pomeriggio?

    Ma l’articolo parla di “mancata efficacia” dei sabati gratis, quindi immagino sia arrivata meno gente del previsto. Allora il senso qual è?

    Ad ogni modo, non si potrebbe proporre un altro pomeriggio gratis in mezzo alla settimana – che so, il mercoledì – per incentivare il commercio, visto che il sabato la gente arriva comunque?

  2. Andrea ha detto:

    e tutti i parcometri cosa i fa? i li butta zo a pedade?

  3. AnnA ha detto:

    Come già più volte ribadito, era evidente la mancata efficacia del sabato gratis, se non si paga c’è più traffico e meno ricambio, se uno trova un parcheggio non lo molla magari per tutto il pomeriggio, invece che restare solo un’ora o un’ora e mezza.
    C’è da far notare che un mucchio di gente paga il parcheggio di pomeriggio anche nelle strade dove è previsto solo la mattina, non leggendo l’orario (del resto in quasi tutti i parcometri visti in giro l’orologio interno passa automaticamente alla giornata successiva evitando l’eccessivo pagamento).

  4. dimaco ha detto:

    quindi per incassar de più ga deciso de meter le soste a pagamento anche al pomerigio. Cusì la gente che no sa la se becherà il foieto maledeto sul parabris.
    Cmq no go capi ben cos chel vol dir el Gentile:Se se ramarica che la gente no la infrangi le regole o ghe sispiasi che i vigili no riva a far multe.
    Mi penso che la mu8lta la devi eser un deterente e no un modo per far casa per il comun.

  5. Ettore Ribaudo ha detto:

    A volte in Comune, qualcuno pensa di avere l’intelligenza ma, dimentica che parlare non è sinonimo di averla!
    E’ meglio tacere e dare l’impressione di essere stupido, piuttosto che aprir bocca e fugare ogni dubbio!
    A chi è rivolta questa frase, sicuramente lo immaginerete tutti!!!

  6. isabella ha detto:

    Conosco tanti parcheggi liberi 😉

  7. Paolo Nanut ha detto:

    Io di solito parcheggio in viale Oriani o nel parcheggio vicino quando vengo in centro con l’auto

  8. lcoroll ha detto:

    @5
    l’intelligenza non è un dono he he he …comune…
    !scusate la freddura!

    @6 e 7
    concordo al 100%,
    4 passi in più possono solo far bene e sono solo pochi metri

  9. Ettore Ribaudo ha detto:

    @Icoroll, hai ragione, bella freddura, però potevi farla più calda, visti i tempi!

  10. roma ha detto:

    Il sabato pomeriggio gratuito era conveniente per tutti… meno che per il Comune.Non c’era l’assillo del biglietto che scade,era una piccola cosa che piaceva a tutti. Credo che il problema del minor introito sia il motivo principale, ma se qualcuno è contento che si paghi un’altra volta mi deve spiegare perchè…

  11. Ettore Ribaudo ha detto:

    @Roma.
    Penso che tu abbia ragione, visto che le persone che parcheggiavano, non pagando, stavano quanto volevano, ma non dimentichiamoci che come sono stati istituiti, in parti della città, i parcheggi blu, sono illegali e la cassazione del 2008 lo ha detto nuovamente.

  12. isabella ha detto:

    Anche perchè, se è vero che potevi parcheggiare l’auto e non spostarla più perchè non era a pagamento, è anche vero che più si sta in giro per la città più si ha possibilità e modo di spendere.

  13. anna ha detto:

    Ma l’assessore non dovrebbe essere contento del minor numero di multe? Vuol dire che i goriziani sono diventati bravi e PAGANO le zone blu perciò il comune incassa di più. O l’assessore preferisce automobilisti indisciplinati in modo da incassare di più con le multe? Ed infatti si torna ai gratta e sosta che devi andare ad acquistare non sempre vicino al luogo di sosta e che ti obbligano a pagare 30 minuti anche se ci stai 10/15 mentre con i comodissimi europark (le macchinette gialle) che hai sempre in auto e che puoi ricaricare anche una solo volta all’anno paghi al minuto: al comune non conviene.

  14. luigi (gorizian) ha detto:

    @13
    infatti se tornano solo i gratta e sosta (non vedo la ragione se non puramente economica, di togliere le macchinette gialle che ho dall’inizio ed uso molto volentieri) al sottoscritto lo vedranno molto di meno in centro dove già spendevo poco ora spenderò niente visto anche tutte le tasse che tocca pagare… andrò SOLO nei centri commerciali.

  15. isabella ha detto:

    Purtroppo il rischio che si corre, come dice luigi, è quello di rendere poco attraente un centro a favore dei centri commerciali.

  16. tino84 ha detto:

    in ogni caso,se la mattina può essere un “problema” con i soli parcheggi liberi appunto a disposizione, il pomeriggio ci sono alcune vie che non si pagano e si è direttamente in corso.
    peccato comunque, secondo me il sabato pomeriggio gratis era un’idea carina

  17. ilCaio ha detto:

    il parcheggio oltre alla galleria bombi è gratuito da quando è stato creato ed è a 200 metri da piazza vittoria.in più é sempre semideserto.
    Colgo anche l’occasione per complimentarmi con chi di dovere per aver valorizzato sia il parcheggio che la galleria:ottimo lavoro.

  18. Andrea ha detto:

    @17
    e ma no vanza pe l’ascensor…

  19. stefano ha detto:

    @luigi
    @isabella

    Mi deprime terribilmente l’idea che il fatto di togliere i parcheggi gratis il sabato pomeriggio possa far rendere meno attraente
    o conveniente la città….
    In primo luogo ritengo che Gorizia sia talmente piccola che volendo usufruire dei parcheggi liberi decentrati, si arrivi in centro a piedi in pochi minuti.
    Per quanto riguarda invece l’eliminazione dei parcheggi gratis sono favorevole, ma non per il fatto che sia stata tolta adesso, perchè
    a mio avviso non doveva essere proprio proposta dall’inizio.
    Se si vuole offrire un’agevolazione alla clientela basterebbe creare una convenzione
    tra comune e commercianti per fornire ai secondi tagliandi gratta e vinci a prezzi scontati rispetto il costo ordinario delle
    zone blu. Il commerciante potrà a sua volta
    omaggiare il cliente a fronte di un’acquisto
    del tagliandino gratuito per il parcheggio.
    Questo può valere anche per tutti i giorni
    della settimana.
    Non mi senbra ne complicato ne impraticabile,
    basta la buona volontà e disponibilità delle
    parti.
    @luigi
    credo che con il costo attuale della benzina
    le costerà molto di più raggiungere i centri
    commerciali rispetto al pagare il parcheggio
    in città il sabato pomeriggio. Mi permetto poi di aggiungere riguardo i centri commer-
    ciali che non è esatto considerarli più conve-
    nienti rispetto i negozi di centro città. Sem-
    mai offrono una più larga gamma di prodotti a
    fascia medio bassa e racchiudono svariate ti-
    pologie merceologiche in comodi spazi, ma
    questo non significa convenienza rispetto al
    centro città altrimenti rischiamo di fare demagogia.

  20. isabella ha detto:

    Purtroppo non tutti ragionano come me e te stefano.
    Io parcheggio nei parcheggi liberi o, se ho molta fretta, parcheggio a pagamento e non mi sono mai lamentata di ciò (si fa così in tutte le città).
    Purtroppo tanti voglio il posto auto davanti il negozio e non sono disposti a farsi 4 salutari passi.
    E’ ottima la tua idea della convenzione tra esercenti e Comune per offrire agevolazioni.
    Per quanto riguarda i centri commerciali ormai il cliente è diventato pigrissimo ed unisce passeggiata (io non so come si possa definire passeggiata il girovagare tra i piani di un CC), alla visione delle vetrine, alla spesa e magari si inseriscono visione di un film e rifocillamento.
    In inverno i CC sono pieni di persone, i centri città molto meno.

  21. tino84 ha detto:

    @isabella:

    “In inverno i CC sono pieni di persone, i centri città molto meno”

    meglio,più parcheggio libero per noi in città :p

  22. Andrea ha detto:

    si ma che tristezza zio can

  23. Grandeèchitrovasoluzioni ha detto:

    come mai il ”goriziano medio” come me frequenta il noto CC oltre frontiera? 1 Parcheggio libero, non a pagamento ed in prossimità del posto in cui si effettuano gli acquisti. 2 Ambiente con molteplici possibilità d’acquisto. 3 Possibilità di frequentare il luogo con qualsiasi condizione meteo . 4. Possibilità di fruizione in ampie fasce d’orario.
    Tali piccole considerazioni mi hanno portato con il tempo a definire un metodo per misurare la VERA vocazione commerciale di una città: l’estensione dei portici… che per Gorizia è purtroppo una triste risposta. La storia avanza ma le esigenze delle persone non mutano. La media grandezza della città, le direttrici veicolari parallele (W i romani) e la concentrazione delle attività commerciali su assi potrebbero forse favorire la creazione di strutture leggere in metallo di tipo continuo, magari completi di attiguo parcheggio (a spina di pesce) con senso unico di marcia, pista ciclabile coperta, pannelli fotovoltaici per i consumi e gazebo dei bar nella parte superiore. Fantascienza? No… il NO SE POL è così stimolante.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *