16 Novembre 2011

A Trieste e Gorizia il Fotovoltaico di Bora.la è alle porte

Definita con precisione la data di entrambi gli incontri pubblici di introduzione al Gruppo d’Acquisto Fotovoltaico di Bora.la: Giovedì 24 Novembre al Knulp di Trieste, in Via Madonna del Mare 7 alle 18.00 e Giovedì 1 Dicembre alla sala APT di Gorizia presso la Stazione ferroviaria in Piazza Martiri della Libertà 19, sempre alle 18.00. L’iniziativa è organizzata dalla Cooperativa Nativi (editore del sito Bora.la e Carnia.la), Associazione Spiz, con la collaborazione di Knulp ed Apt Gorizia. Lo scopo è quello di acquistare assieme un prodotto di alta qualità, garantito e specifico per le esigenze del territorio al miglior rapporto qualità/prezzo possibile. In questo caso infatti non si è guardato soltanto al tipo di pannelli utilizzati, ma si tiene conto anche dei forti carichi ventosi alle quali sono sottoposte entrambe le città, di conseguenza si è studiato un prodotto che garantisca il giusto spessore e la massima tenuta. Durante l’incontro pubblico (che in quanto pubblico è aperto a tutti), verrà introdotta la tecnologia fotovoltaica, la sua applicazione, i benefici del contributo GSE, il risparmio in bolletta e tutto l’iter necessario alla realizzazione dell’impianto. Il gruppo d’Acquisto prevede infatti una fornitura “Chiavi in mano”, completa di progettazione, installazione, disbrigo pratiche Enel e GSE, collaudo e connessione in rete. Al Gruppo d’Acquisto possono partecipare tutti gli interessati, sia privati che aziende, anche se non residenti nei Comuni di Gorizia e Trieste, sono invitati infatti anche gli abitanti di Muggia, della fascia confinaria del Carso e di tutti gli altri comuni dell’isontino, tutte località che ottimamente si prestano alla produzione di energia elettrica da fotovoltaico, a tutt’oggi la tecnologia più efficace nel percorso di liberazione nei confronti dei combustibili fossili, oltre ad essere la più incentivata tra le fonti rinnovabili attualmente disponibili al cittadino.

INVITO ALL’EVENTO PUBBLICO

L’evento serve a spiegare l’iniziativa, a discuterla e a raccogliere le adesioni degli interessati.

Giovedì 24 Novembre a Trieste presso Knulp, via Madonna del Mare, 7 alle ore 18.00

Giovedì 1 Dicembre a Gorizia, Sala APT presso la stazione ferroviaria, Piazza Martiri della Libertà, 19 alle ore 18.00

PER OGNI ULTERIORE INFORMAZIONE ED AGGIORNAMENTO

CONTATTARE: Denis Furlan, organizzatore dell’iniziativa furlan@bora.la , 338 8503758 Facebook: facebook.com/gruppi.acquisto

Tag: , .

Un commento a A Trieste e Gorizia il Fotovoltaico di Bora.la è alle porte

  1. Nel futuro del Sito della Cava Facanoni ci potrebbe essere anche un impianto fotovoltaico di rilevanti dimensioni e potenzialità.

    Se tra i Triestini emergesse la sentita esigenza di dover pianificare un razionale futuro per la Cava Facanoni, sono convinto che quest’Area potrebbe essere in grado di generare discreti interessi, poiché il sito si presta alle più svariate ipotesi utilizzative.

    Una delle soluzioni percorribili, potrebbe essere quella di rimodellare le pareti
    “ della Cava Facanoni “ per mettere in sicurezza il sito, sul quale poi realizzare uno splendido anfiteatro multifunzionale andando quindi ad eliminare l’attuale situazione di marcato degrado.

    L’opera con un’appropriata scelta delle soluzioni architettoniche e dei materiali, potrebbe essere gradevolmente inserita nel Costone Carsico e si caratterizzerebbe soprattutto per essere in grado di offrire una meravigliosa ed incantevole vista sul nostro magnifico Golfo.

    Forse considerata la citata notevole estensione dell’area (60.000 metriquadarti) e la sua favorevole esposizione a Sud si potrebbe anche prendere in considerazione l’eventualità di realizzare “un impianto fotovoltaico” che per le sue caratteristiche “dimensioni e potenzialità” oltre che dare un seppur modesto contributo alla diversificazione del nostro approvvigionamento energetico, possa diventare anche un valido strumento al servizio della vicina Area di Ricerca per consentire la sperimentazione e lo sviluppo di nuove tecnologie per poter incrementare ed ottimizzare lo sfruttamento dell’energia solare.

    BRUNELLO ZANITTI Giuliano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *