24 Settembre 2011

Si avvicina la “stagione delle piogge”: scatta il piano-caditoie a Monfalcone

Un piano per una nuova fila di caditoie lungo via Valentinis, e la pulizia straordinaria delle aree a ‘’rischio allagamenti’’: l’ assessore ai Servizi Tecnici Paolo Frittitta descrive come il Comune di Monfalcone si prepara all’autunno, e alla previsione di piogge abbondanti, mettendo in programma una serie di interventi preventivi.

I fenomeni di allagamento che hanno riguardato alcune zone della città, in particolare via Romana e via Valentinis, hanno spiegazione nell’eccezionalità degli eventi dello scorso luglio, quando in due giornate, 15 e il 29, caddero in trenta minuti circa 300 millimetri di pioggia per ogni evento, (pari a trenta centimetri), mandando in seria difficoltà il sistema fognario.
«Si tratta di eventi come detto eccezionali – spiega Frittitta – che però, visti i mutamenti a cui sta andando incontro il clima, non è escluso possano ripresentarsi nella stagione invernale in arrivo». I cambiamenti ambientali implicano che gli attuali impianti di smaltimento delle acque reflue sono superati: la pioggia non è più un fenomeno prolungato nel tempo, ma tende a presentarsi come intense precipitazioni in un breve intervallo. E molte superfici una volta terrose, e quindi assorbenti, sono state adesso ricoperte da materiali che tendono a far scivolare via le precipitazioni. Il risultato dei due elementi combinati è che servirebbero tubature più ampie per lo scolo.

La revisione del sistema fognario è un intervento di competenza dell’Ato, con cui l’assessore Frittitta e gli uffici competenti hanno già aperto un dialogo mettendo in campo la redazione di un piano di progettazione e modifica. Per ridurre i tempi, però, si è deciso di partire intanto con la redazione di un ”piano stralcio” che riguardi almeno la zona est della città ove maggiori risultano le criticità del sistema fognario ed i conseguenti disagi per i nostri cittadini, si parla di un intervento che richiederà almeno due anni per essere portato a termine.

Nel frattempo, bisogna dare una risposta immediata ai tanti cittadini che hanno sottoposto la situazione al Comune. «Per questo – prosegue Fritttitta – abbiamo messo in campo due interventi: una pulizia mirata delle caditoie più ”a rischio”, specie nella stagione di caduta delle foglie. E, poi, un intervento di realizzazione di una nuova linea di caditoie lungo via Valentinis, che potrà permettere un afflusso più veloce delle acque». In questo caso, il Comune sta procedendo alla verifica dei fondi (50mila euro) necessari a far partire i lavori.

Sono inoltre allo studio altri ulteriori e limitati interventi concertati con ATO ed IRISACQUA, che ancor prima di disporre della progettazione generale stralcio, consentano di risolvere almeno in parte le situazioni di maggiori criticità, tenuto tuttavia conto che gli investimenti in proposito sono comunque particolarmente importanti sotto un profilo economico.

Tag: , , .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.