6 Agosto 2011

Il nuovo canile di Monfalcone incassa l’ok degli ambientalisti

Giudizio positivo delle associazioni ambientaliste di Monfalcone sul progetto del nuovo canile-gattile municipale.
L’adozione della variante 40 al Piano Regolatore Comunale, che di fatto è ufficialmente l’apertura dei lavori per la realizzazione della nuova struttura municipale, è stata infatti illustrata dal Comune di Monfalcone alle associazioni ambientaliste (Wwf, Legambiente – la Lipu, invitata, non era presente) e, per conoscenza, alla principale associazione di tutela degli animali del monfalconese, La Cuccia.

«L’adozione della variante – ha spiegato l’assessore all’Urbanistica Massimo Schiavo, che assieme al sindaco Silvia Altran ha presieduto la riunione – è un elemento importantissimo: grazie a questo atto infatti diventa possibile il comodato gratuito di un’area, concesso dal Consorzio Industriale di Monfalcone, per la realizzazione della struttura».
La vicenda della realizzazione del canile-gattile è stata quanto mai complessa. Il terreno originariamente scelto per il progetto, infatti, si era rivelato non idoneo a tale intervento, e quindi si era optato per un altro spazio di 4.000 mq. di proprietà del Consorzio, in via Nuova Bagni angolo via Chico Mendez. Un terreno ceduto, anche in questo caso, in comodato d’uso, con la permuta di altre aree comunali situate in zone industriali.

Lo scorso marzo è stato quindi approvato il progetto preliminare per la realizzazione della struttura di ricovero e custodia di animali domestici per un importo di 220mila euro (145mila di opere e oneri per la sicurezza a cui si sommano altri 75mila per spese tecniche e Iva). La prima tranche di lavori vede un importo di 167.000 euro.

«Da parte di Legambiente – spiega ancora Schiavo – è stato posto l’accento sulla vicinanza del biotopo, assicurandosi che non ci saranno problemi per gli elementi di pregio della zona naturalistica, con il posizionamento della struttura ad almeno 20 metri di distanza dai confini del Sic». Il Wwf da parte sua ha assicurato la massima disponibilità a supportare la nuova struttura. «Le indicazioni che abbiamo ricevuto sono state preziose – ha concluso il sindaco, Silvia Altran – e saranno adesso recepite e convertite in indicazioni progettuali».

Tag: , , .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *