17 Giugno 2011

Raddoppio della centrale nucleare di Krško rimandato al 2030. Gabrovec: “Serve un tavolo di concertazione”

Sarebbe rinviata al 2030 la decisione circa il raddoppio della centrale nucleare di Krško. Verrebbe rimandato, quindi, il progetto di potenziamento che aveva fatto discutere circa la possibile partecipazione italiana.

Sul tema del nucleare interviene il consigliere regionale Igor Gabrovec, che auspica la creazione di “un tavolo di concertazione tra la nostra regione e la Slovenia su tutto il capitolo energetico-strategico, al fine di favorire un coinvolgimento reciproco in tutte le scelte future”.

“Anche i cittadini del Fvg, me compreso, si sono aggiunti – sottolinea il consigliere regionale – al “no” quasi corale all’utilizzo del nucleare sul suolo nazionale. E fin qui ci siamo. Ma se guardiamo allo stato attuale dobbiamo prender atto che, oltre alla centrale nucleare Slovenia, ci sono in Europa 148 reattori attivi in 16 paesi europei.
Non possiamo porre l’indice solo su Krško. Sono infatti 13 le centrali che si trovano a meni di 200 km dai confini Italiani, tra le più vicine anche la centrale di Gösgen, in Svizzera, che dista dal confine meno di quella di Krško. E poi ce tutta la serie di quelle Francesi. Quanto siamo coinvolti nella gestione, anche solo sotto il profilo della sicurezza, in tutte queste centrali sulla porta di casa? Nulla. Tutte le strutture sono naturalmente sottoposte alla vigilanza dai rispettivi organismi nazionali e da quelli internazionali preposti”.

Conclude Gabrovec: “Ho letto degli appelli al governatore Tondo affinché “faccia chiudere la centrale di Krško”, come se fosse facile e come se si risolvesse il problema globale. La Slovenia e la Croazia, la prima stato Comunitario e l’altra quasi, sono comproprietarie fifty-fifty dell’impianto energetico e sono le sole che alla fine sovranamente decidono se mantenerlo, migliorarlo o ampliarlo”.

Tag: , , .

20 commenti a Raddoppio della centrale nucleare di Krško rimandato al 2030. Gabrovec: “Serve un tavolo di concertazione”

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.