3 Giugno 2011

Fatta brillare la bomba rinvenuta nella grotta di Torri di Slivia

E’ stato fatto brillare questa mattina dagli artificieri della Polizia di Stato l’ordigno bellico che un poliziotto libero dal servizio e con la passione della speleologia aveva notato ieri pomeriggio all’interno della grotta di Torri di Slivia, sul Carso triestino.

Lo speleologo aveva individuato quella che si e’ rivelata essere una granata da fucile di fabbricazione inglese, presumibilmente risalente alla seconda guerra mondiale, a una profondita’ di circa trenta metri. Una volta risalito in superficie, il poliziotto ha telefonato al 113 che ha inviato sul posto un equipaggio del Commissariato di Duino Aurisina, seguito dagli artificieri. Questi hanno recuperato l’ordigno che si trovava in pessimo stato di conservazione a causa dell’elevata umidita’, trasportandolo in sicurezza in un luogo idoneo. Questa mattina la granata e’ stata fatta brillare.

fonte: Ansa

Tag: , , .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.