19 Maggio 2011

Biglietto d’ingresso per il Parco di Miramare: favorevoli o contrari? Il sondaggio di Bora.La

L’ingresso al Parco di Miramare potrebbe diventare a pagamento. Alte spese di gestione e necessità di aumentare gli incassi farebbero propendere per l’istituzione del ticket di ingresso al Parco, oltre che al Castello.La decisione ultima spetterà al direttore dei Beni culturali, Giangiacomo Martinese, ma voi cosa ne pensate?

[polldaddy poll=5063076]

Tag: , , .

94 commenti a Biglietto d’ingresso per il Parco di Miramare: favorevoli o contrari? Il sondaggio di Bora.La

  1. arlon ha detto:

    Contrarissimo: i riva, i cambia tuti i simboli metendo crosi dei Savoia in giro (?), e i se dimostra talmente inetti che no i sa gnanche tignirlo insieme, nonostante se dimostri fra le atrazioni più visitade in italia.

    (me chiedo tuti i soldi dei biglieti fin desso – e xe tanti! – come che i li ga dopradi, al ministero!!!)

  2. fabry ha detto:

    In linea di massima sono contrario, per una famigliola che porta i bambini a prendere una boccata d’aria pura potrebbe risultare un salasso. D’altra parte sarebbe da valutare se gli ulteriori costi di gestione (bigliettaio, pattugliamento dei confini..) sarebbero coperti dai (diminuiti) accessi. A meno che non diano nuove mansioni all’attuale personale (penso a D.M. che pattuglia il perimetro im mountain bike 😀 )

  3. arlon ha detto:

    p.s: ghe xe 40mila modi per racimolar qualche €€, al caso, che no coinvolzi serar al publico “normale” un toco de costa e de monte.

  4. Denis Furlan ha detto:

    gratuito per i triestini…

  5. daniela rossi ha detto:

    contraria. Il verde non può essere un lusso. E’ già sufficiente il pagamento del biglietto per l’ingresso al castello!

  6. sergio ha detto:

    Prima di partire per il Messico,Ferdinand Max, Massimiliano, lasciò un testamento, il parco era a disposizione dei triestini, peccato poi con l’Italia passò in mano del duca d’Aosta che lo fece proprio, nessuno poteva entrare, con tutte le tasse che il cittadino oggi paga, cosa da lo stato in cambio?, Oggi si deve pagare tutto, per molti anni lo Stato e la sovrintendenza locale hanno fatto poco o niente per la manutenzione del castello, ora qualcosa si sta muovendo, molte cose si devono fare, ma come si sa, quando si segnala un problema la risposta è sempre quella “non abbiamo soldi”, potrei fare un romanzo riguardo il Castello e parco di come non è stato manutenzionato , è sbagliato scrivere inoltre castello di Miramare, si è sempre chiamato castello di “MIRAMAR”. Invece di far pagare il biglietto di ingresso per il parco, i soldi dei biglietti di entrata del castello dovrebbero rimanere a Trieste per le manutenzioni, basta altri balzelli

  7. Jasna ha detto:

    Gratuito per i triestini, e il biglietto dovrebbe essere a un prezzo irrisorio

  8. digei ha detto:

    se servisi a garantir la manutenzion del parco ceh versa in condizioni da stile fogna se pol anceh pensar de pagar, ma dopo pretendo un parco degno de sto nome no un boschetto pien de fazoleti sentieri (dato che stradine no se pol più dir) impervi e pozze de acqua putrescente (dove iera i cigni iera un lago supendeo altro che oggi)
    ma no i podeva spender i soldi del magazin vini per miramar? chi fa i conti la dentro? no ghe gavesi porta più lustro meter a posto miramar inveze che un rudere de petes?

  9. capitan alcol ha detto:

    = 10 euro: no

  10. capitan alcol ha detto:

    ri-posto:
    finchè sono 2 euro: si
    se sono 10 euro o più: no

    Qualcuno sa se l’ingresso al solo parco di villa manin è a pagamento?

  11. Gino Colaussi ha detto:

    Mi associo: gratuito per i triestini, eventualmente a pagamento per gli altri visitatori.

  12. Jelinek ha detto:

    Concordo con Sergio…il parco è sempre stato ad uso dei cittadini per volere dell’ex illustre proprietario!Io lascerei tutto come sta ma vedrei di usare meglio i soldi che ci sono (possibile che l?europa non dia contributi???).

  13. era ha detto:

    favorevole, altrimenti diventerà chiuso (sbarrato perchè non ci sono soldi) per tutti

  14. Stè ha detto:

    Il piccolo scrive, biglietto d’ingresso al paro 1€..ed a sto punto se può esser d’aiuto da Triestino lo farei volentieri…crederò alle illusioni xò i ricordi da bambino in quel BEL parco mi portano a pensarla così..

  15. Stufo ara! ha detto:

    Gratuito per patoki, 50 cent per adulti foresti.
    1 anno così e poi se valuta se basta.

  16. bruno ha detto:

    ma perchè no paga el ministero l’affitto alla città?

  17. alpino ha detto:

    gratuito, è comunque un bene culturale e visto che i soldi per dimostrazioni teatrali, stipendi di attori del cinema italiano e buffonate pecorecce etichettate come cultura ci sono, li trovino anche per mantenere il parco. Abbiamo gia una tassazione elevatissima, che dovrebbe in teoria essere tramutata in servizi alla persona ma poi puntualmente tutti questi servizi si pagano..qualcosa nel meccanismo non funziona! se cominciamo a mettere gli ingressi alle zone verdi a pagamento semo cagai, prima l’acqua, dopo il verde alla fine pagheremo anche la tassa sul sesso? (l’aria a Milano gia la fanno pagare)

  18. Ivan ha detto:

    CONTRARIO

    Il punto fondamentale e’ che oggidi’ anche la distribuzione delle (poche) risorse pubbliche segue logiche di competizione. Sono certo che il Parco potrebbe – ad esempio – partecipare ai bandi per l’assegnazione di risorse UE. Partecipare ai bandi pero’ significa guardarsi attorno, dotarsi di strumenti di pianificazione, contrattualizzare magari un paio di giovani svegli che seguano le procedure. In altre parole no scaldar poltrone e solo ciacolar. Siamo sicuri che chi gestisce il parco (e castello) c’e’ l’ha ben in mente??

  19. Srečko ha detto:

    Ma in EU non siamo tutti uguali? Quando si parla di immobili da comprare in Slovenia, ferro e fuoco su chi vorrebbe dare dei vantaggi ai locali. Quando anni fa in Slovenia l’autostrada costava per gli stranieri il doppio che per i locali, peste e corna su sti porci de s’ciavi… Quando si parla di ingressi a Miramar, allora tutti siamo uguali, ma i triestini un po’ di piu’.
    Come i maiali di Orwell…

  20. ilaria ha detto:

    Direi gratuito e anche tenuto bene!!

  21. Paolo Geri ha detto:

    GRATUITO ! A quando anche un biglietto d’ ingresso per andare a passeggiare in Carso ?
    Sinceramente però non capisco chi dice “gratuito per i triestini, gli altri paghino”. Il verde è di tutti o no ?

  22. Marco ha detto:

    Favorevole. Il parco fa schifo ed è tenuto malissimo, un euro responsabilizza l’utente e fa cassa. Non è “verde”. Il boschetto è verde, con bassi costi per il comune, quella è villa con parco.

  23. Luigi (veneziano) ha detto:

    Faccio notare che qui a Venezia tutti i musei comunali sono gratuiti per i residenti.

    Quindi sì al biglietto, ma gratis per i triestini.

    L.

  24. Comitato Odbor PLT ha detto:

    Contrari.

    Comitato Odbor PLT – che ce lo restituissero INVECE de lasarlo cascar a toki!!

  25. Victor Bergman ha detto:

    Concordo con Alpino: con tutte le tasse che paghiamo i soldi per mantenere il parco da qualche parte dovrebbero esserci.
    Se il parco è “pubblico” la sua manutenzione è già pagata – mediante tasse – da tutti i cittadini. Perché dovremmo pagare due volte?

  26. Tergestin ha detto:

    Se xe per restaurar Miramar, quela volta l’anno che ghe vado, ghe lasso anca diese euri volentieri, senza pedociar. Mi pero’ no volessi che i bori finissi nele solite scarsele e che dopo ghe sia el solito scarigabaril dove se continua a lamentarse che “manca fondi”. Ricordo a proposito de Miramar che gavemo gente qua in cita’ che no riva gnanca a gestir otanta colibri’ senza ciamar Berlusconi.

  27. Victor Bergman ha detto:

    Non concordo con l’apartheid residenti-foresti: crea file, incomprensioni e malumori. Mi ricorda i servizi turistici della ex-jugoslavia, dove facevano pagare ai turisti foresti tariffe “speciali”.

  28. Stufo ara! ha detto:

    ah zà! Venezia, a parte i musei, e za no xe poco, e i traghetti? quanto paghèmo come foresti? 4-5-6 euri.. e i patoki 1, alora cossa xe de strano? ti te ghe vivi e te paghi le tasse per entrarghe,… el trevisan che paghi sto parco… e che paghi meno le signorine sula pontebana, ciapa!

  29. capitan alcol ha detto:

    Quello dei foresti/patoki è un principio che non piace neanche a me.
    Si potrebbe aggiungere che a Londra i musei sono gratis per tutti.

  30. paspartù ha detto:

    che mi sapio, in residenze nobiliari (anche più belle, grandi e importanti de MIRAMAR) l’ingresso al parco xè gratis, se paga solo la visita degli interni: Schönbrunn docet.

  31. Fiora ha detto:

    @26 Tergestin no so se preocuparme o eser contenta …ultimamente penso clonà de ti! 🙂

  32. Diego Manna ha detto:

    però quei che entra per grignano dovessi pagar de meno, con tuta la fadiga che se fa per rampigarse su per quele scale 😉

    scherzi a parte, saria però ssai ingressi diferenti da gestir, a meno de no chiuderli tuti e lassar solo l’ingresso principale (soluzion pessima).

  33. Srečko ha detto:

    Luigi detto il Veneziano

    Il mio commento n. 19 vale anche per VE e te.

  34. claudia58 ha detto:

    sono d’accordo con Marco, 1 euro è poco, screma e responsabilizza,ci vorrebbe un anno di prova x vedere se i soldi incassati corrispondono a un miglioramento del parco, ci vuole più pulizia, delle zone verdi e laghetto, fontanelle di quelle alte x non dover arricchire l’unico bar, pagando 2 euro un’acqua, e già che ci siamo rimpiazzare il custode con q.cuno che non se la prenda con i più deboli, parlo dei gatti che vivono nel parco, lui ha sigillato con delle grate tutte le basi delle fontanelle e, non contento, butta via anche le ciotole messe fra i cespugli dalle volontarie.

  35. alpino ha detto:

    Scusate ma il castello ed il suo parco sbaglio o si trovano a Grignano? chi abita a Grignao dove ha la residenza a Trieste o località Grignano? scusate ma non mi intendi di piccole frazioni 🙂

  36. effebi ha detto:

    mi faria a pagamento anche questo post su miramare… 1 cent a intervento…

  37. effebi ha detto:

    el doppio per i triestini originari

  38. effebi ha detto:

    gratis per i istriani

  39. dimaco ha detto:

    sono contrario e comunque quoto srecko.
    ma una domanda: perchè non c’è un thread sulla stafetta di tito partita da umago?

  40. Rocky ha detto:

    Favorevole se se parla de 1 o 2 euri e se i soldi servi al parco, contrario se 5 o 10. Quanti visitatori fa in un anno il parco di miramare? Credo che la cifra si possa aggirare su qualche centinaio di migliaia de visitatori = qualche centinaio di migliaia di euro annui.
    Ecco, non vorrei che tra biglietteria extra, bigliettai extra, responsabili extra, magnadora extra del politico di turno poi si faccia pagare il biglietto e al parco arrivi poco o nulla di quei soldi.

  41. arlon ha detto:

    Ma rendemose conto de chi che xe in man el parco, de chi che el saria in man, e de come che i lo ga gestido fin desso.
    Dove va a finir i soldi dei biglieti de tuti sti anni?
    El verde pol eser mantignudo con logiche puramente capitalistiche, o magari i soldi de le tasse pol tornar indrio come servizi?

    Ve iludé veramente che con 1€ de più, oltre a romper le scatole al mondo, olte a netar e far do muretti novi i faria altro?

    Qua ghe xe una mancanza de idee e voia impresionante.
    Qualche sugerimento?

    – Far concerti a pagamento.
    – Far souvenir, libri & co fatti ben, e la gente li ciol
    – Meter un 2/3 barachini a tema che vendi prodotti tipici
    – Servizio de fotografo professional sul posto
    – Organizar un palco semi-temporaneo de usar de estate
    – crear e gestir in modo organizado e integrado aree tematiche (es: i colibrì) a pagamento

    e podessi andar avanti al infinito.
    Perché sti geni prima de precluder un toco de costa e de monte a un citadin “normal”, e a pianzer el morto che no xe alternative, no i prova a far ste robe qua, o altre simili?

    No xe una question de 1 o 10 euro, xe una question de in che man che semo. Con sta logica de fondo, se inizia con 1€ a miramar, e finissi in chisà che modo: personalmente, preferisso no darghe la man per farme ciapar el brazo doman.

  42. Rocky ha detto:

    i colibrì IERA a pagamento (se no ricordo male 5 euri) e pure in perdita. Xe da un po’ che i ga serà.

  43. Diego Manna ha detto:

    @38 effebi:
    e chi che xe solo 1/4 istrian?
    pago 0,75 cents? se no ghe fazo pupoli!

    i colibri iera a 6,50 euri.

  44. arlon ha detto:

    Quel xe un caso particolar.. e, fra l’altro za l’80% dei triestini no saveva nianche che esisteva, quela serra (e iera tignuda mal), prima dei articoli sul giornal.

  45. arlon ha detto:

    p.s: ripeto: el concetto de “in perdita” per sto tipo de robe xe insensado. Se se investi per la citadinanza e per chi visita, ghe vol

    1. meterghe i soldi de investir
    2. no spetarse de guadagnarghe a quintai, ma semplicemente de tignir un bon bilancio senza milioni de buso (che no se capissi mai de dove che i riva).

    Un bon aministrator questo ga de far, col sostegno dei enti publici. Se no i xe boni, avanti el prossimo.

  46. Rocky ha detto:

    Sarà ma per me sembra che bisognava essere orbi per andare a miramare e non vedere i cartelli che pubblicizzavano i colibrì in bella evidenza.

    La serra con i colibrì era in forte perdita nonostante i costi per il personale fossero molto contenuti. A volte non basta essere dei buoni amministratori per far utili: c’è una cosa chiamata “rischio d’impresa” che qualunque imprenditore mette in conto (che pol andar mal non necessariamente perché te ga gestì mal l’impresa) e che bisogna considerare anche nel pubblico.

  47. ufo ha detto:

    @38 Ma mi conto come istrian? Dolina xe ancora Istra, savè…

  48. Roberto ha detto:

    penso che rinunciare ogni tanto ad un caffe’ non sia la fine del mondo: giusto sarebbe che i soldi non venissero dirottati a Roma ma reinvestiti direttamente nel Parco: penso che 1 euro sia addirittura poco nei confronti dei turisti; non parliamo che il verde e’ di tutti: se si vuole passeggiare gratis si puo’ andare in giro per il Carso

  49. effebi ha detto:

    39 siamo sotto elezione, meglio non “suscitare” l’elettorato…. 🙂

  50. Srečko ha detto:

    Roberto

    Eccelso il tuo atteggiamento nei confronti del Carso. Quello comunque e’ e deve essere gratis. Ci si puo’ fare chiasso, portare via tutti i bruscandoli che si vede, i fiori se protetti chissssenefrega, suonare tamburi e tamburini fino ad ore impossibili…

  51. effebi ha detto:

    43 no son per la purezza della razza e po anche solo quel quarto basta a “inquinar” tuto el resto…

    quindi a gratis…. alo !

  52. effebi ha detto:

    ufo gratis… insomma solo tergestin paga, ma anche per lu faremo un “ingresso …agevolato” che ‘l saria capace -per sparagnar- de andar in giardin …a capodistria 🙂

  53. Roberto ha detto:

    Vedi Srecko il sottoscritto la domenica e il lunedi’ pomeriggio si gode il Carso in tutte le sue stagioni e con tutte le giornate ,atmosfericamente parlando: non riesco a capire dove va a parare il tuo commento ma credimi che se dovessi pagare 1 euro affiche’ la forestale potesse controllare l’imbecillita’ dei miei concittadini e non con maggiore cura sarei disposto a pagarlo: non immagini neanche le volte che discuto con persone che in primavera o autunno si dilettano a far man bassa di bucanerve, primule o ciclamini

  54. erika ha detto:

    mi saria per: oferta libera.
    Libera per tutti, ma picia oferta obligatoria per Istriani (altrimenti se sa che no i metessi neanche un cent! :P)

  55. digei ha detto:

    no vojo intrometerme tropo nela vivace discussion, maaaaaaaaaaaaaaa
    ma dal prossimo autunno xe gia scritto che se pagherà 1 iuro a testa e forsi i triestini andarà gratis.. fonte el mickeno de oggi

  56. Srečko ha detto:

    Roberto

    Il mio commento andava a parare che i triestini troppo spesso prendono il Carso per garantito, per terreno di caccia libera, permettendosi di fare scempi di tutti i tipi… E il tuo invito mi dava l’impressione di un ulteriore invito a continuare cosi’.

  57. maja ha detto:

    per non parlare del fatto che il carso *non* è di tutti.
    forse non è chiaro che quei caratteristici muretti a secco non stanno lì per motivi estetici, ma per delimitare degli appezzamenti di terreno privati.

    effebi, mio nono iera dalmata. entro gratis anche mi?

  58. Tergestin ha detto:

    E mi che ritenevo che el teren de caccia libera fossi a Barcola o in Piazza Oberdan. Passa i anni…..

  59. Vale ha detto:

    e poi vogliamo portare più turisti in regione…. ma sveglia gente!

  60. Bibliotopa ha detto:

    Contraria per tutti. Se i meti el biglietto de ingresso, no i me vedi più: za el porta pegola, e pegola ghe porterà!

  61. sergio ha detto:

    ragazzi fate ogni tanto i seri, abbiamo già troppe tasse da pagare, le istituzioni dello stato devono rimanere gratis e basta, il castello di Miramar era da troppi anni in mano ad un architetto che non si è interessato alla manutenzione, lo sapevano tutti, dopo anni ha lasciato un disastro che ora l’attuale architetto addetto alla manutenzione stà cercando di “refare” , a poco sono valse le proteste di mancanza di manutenzione, pensate che nella sala del trono erano posti secchi affinche l’acqua non andasse a finire sul pavimento, varie volte ho mandato le foto dello sfacelo all’interno del parco steccati rotti, finestre non pitturate, cancelli ruggini, impianti elettrici inesistenti fuori norma, moria di pesci nello stagno dove una volta c’era il cigno, le lampade che vanno al bagno ducale ruggini e senza lo stelo con la lampadina, i gabinetti dietro il bar con porte di acciaio ferroso ruggini, strade con buche, la casetta svizzera con il tetto di amianto, fortunatamente tolto, ma al tetto manca ancora la copertura finale , i vecchi tralicci di ferro a sinistra dell’entrata sugli scogli che tenevano le vecchie luci, ruggini da levare, il bagno ducale in condizioni disastrose, la spiaggia in gestione al WWf in condizioni vergognose, potrei andare avanti, quì ci vuole una vigorosa protesta che le belle arti tirino fuori i soldi per ovviare a queste brutture e dare al turista una buona impressione di questa struttura da terzo mondo, unica a Trieste che da incentivo al turista a venire quì, basta balzelli il parco deve restare libero, dove erano i politici in questi anni, mi ricordo che quando denunciai al Piccolo lo spandimento del tetto di Miramar, l’allora Governatore Illy domandò aiuto a Rutelli ministro di allora dei beni culturali, scherzando decisero di venire anche loro a dare una mano, qualcuno gli ha visti? ho parlato con alcuni politici triestini , il risultato è sotto gli occhi di tutti, i parchi negli altri stati hanno l’accesso libero, perchè non mandiamo alla sovrintendenza un’email di protesta?, facciamo una raccolta di firme tramite la bora e la mandiamo a tutti, sovrintendenza, politici, parlamentari sono pagati profumatamente per difendere il cittadino da queste vessazioni

  62. Triestin - No se pol ha detto:

    no se pol e basta!!! che i ne torni i bori dei biglietti dei visitadori del castel… bisogna inveze protestar perchè noi ga savù gestir in tutti questi anni la situazion ma solo le emergenze…bisogna cominciar dal (novo) sindaco, (novo) presidente della provincia e dal presidente della region che i se dia una mossa…

  63. francesco ha detto:

    ma i cittadini non pagano già molte tasse? questi soldi non vanno a finanziare i ministeri tra cui quello dei beni culturali cui “compete” miramare ed il suo parco?
    Se non bastano i trasferimenti ordinari alla soprintendenza di Miramare ci sono altre forme per reperire fondi necessari alla manutenzione del parco.
    Tra tutti i fondi Arcus (gli stessi che han dato 2 milioni alla soprintendenza regionale per il Carciotti – fondi che ad oggi non sono stati spesi).
    A questo punto tassa di 1 euro per ogni tocio anche ai bagnanti di barcola. Se con clanfa supplemento di 50 cent per maggiore consumo acqua.

  64. Marcus ha detto:

    @Triestin – No se pol, qui bisogna iniziar con un nuovo stato allora finalmente SE POL.

  65. gabry ha detto:

    non sono d’accordo proprio per niente di pagare – anche se solo 1 €. per fare una passeggiata in quel meraviglioso parco.
    una goriziana che adora Trieste ed quella perla sul mare chiamato castello di Miramare!!!

  66. ufo ha detto:

    Ringrazio commoso. Vedo ogi sul bugiardel che la magior parte del feisbuk de lori sembra che el sia a favor del biglieto (o desso se devi dir ticket?), alora provo a butar l’idea de far bis: cossa disessi de far pagar un euro per entrar in Dolina Glinščice, conosciuda ai citadini come Val Rosandra? Podessi venir comodo per tegnir in ordine i sentieri e refar do muri e altre robe compagne. Se no altro i soldi restassi comunque sul posto e no i andassi finir a Roma ladrona, visto che el 90% della valle la xe proprietà privata…

  67. Bibliotopa ha detto:

    E za che ghe semo, un euro per passar in Piazza Grande a pie , uno per passar a pie in Aquedoto?

  68. Fiora ha detto:

    @54 trovo carinissima e elegante la tua proposta, Erika e chissà forsi rispeto ala gabela obligatoria se ingrumeria de più col’oferta libera e dada col soriso…Basta però saver che fine che fa i bori, PERO’!!!!
    Ai Istriani se podessi farghe sconto per comitive. Lori apreza questi escamotages. Me ricordo co’ in Maldobrie i doveva decider se cambiarghe le setole o comprar novo el scartazin pei denti che…doprava tuto l’equipagio! 🙂

  69. Triestin - No se pol ha detto:

    visto che se quasi tutti d’accordo per i ticket, offerte ecc….mettemo direttamente un bel tiketton in entrata e uscita della città….ma andè a…..Ufo torna in in Val Rosandra e mettite con el capel in man sul sentier con i bilietti…dove sta scritto che la valle xe al 90% privata….?
    mettemo anche la tassa sull’aria che respiremo….forsi che quei de Fb xe d’accordo

  70. ali ha detto:

    D’estate anni fa nel Parco se non ricordo male a pagamento c’era Luci e Suoni. Perchè non lo fanno più? Immagino che se pensano di mettere un biglietto d’ingresso al Parco il prezzo sarà alto anche per i costi per il personale addetto a tale servizio.

  71. ufo ha detto:

    Triestin, el xe scrito in tel Tavolare. Te sa, quela roba strana austriaca che l’Italia no ga ancora rivà capir come che funzia…

  72. Roberto ha detto:

    x Ufo: la tua non mi sembra una provocazione: guarda che in Austria e Germania certe valli attrezzate o meno sicuramente meno belle della Val Rosandra sono a pagamento e ti posso assicurare che c’e’ sempre la fila. Finiamola di dire che il verde e’ di tutti e quindi non si deve pagare: se causa la nostra incivilta’ bisogna pagare per tenere in ordine cio’ che e’ nostro ben vengano i ticket! Come gia’ detto a Srecko gran parte di quelle persone che qui stanno a criticare il ticket sono quelli che per primi, proprio perche’ ragionano che e’ lo stato che deve intervenire, a gettare carte e sacchetti per terra, non raccolgono le deiezioni canine (tanto siamo all’aria aperta) , raccolgono tutto quello che cresce per terra (fiori, bruscandoli e quant’altro) Ritengo pertanto giusto il pagamento del ticket, secondo me estendibile perche’ no anche alla Val Rosandra, a patto che questi introiti vengano riutilizzati per il sito stesso e non ingurgitati dai vari ministeri a Roma

  73. Triestin - No se pol ha detto:

    Ufo, te sa anche che se ciama comunelle ???

  74. ufo ha detto:

    Per vero mi le go sempre ciamade srenje

  75. Triestin - No se pol ha detto:

    se la “srenja” ga dei proprietari…perchè noi sera la valle, la tien pulida e i paga le tasse ? Me par che se ciama Parco o come che te vol ti (e se spila sempre soldini alla comunità per far sentieri, tabelloni ecc.)

    http://www.google.it/#q=comunella+di+bagnoli&hl=it&prmd=ivns&ei=Iw3WTbnEG4bNswa4leClBw&start=50&sa=N&bav=on.2,or.r_gc.r_pw.&fp=3c57f2f2861e6fc4

  76. Davide ha detto:

    Contrario, el parco xe de tutti
    tra poco i taserà anche el giardin publico.
    Viva trieste austriaca.

  77. Srečko ha detto:

    Triestin

    Ma te rivi capir la diferenza tra il 90% e il 100%?

  78. arlon ha detto:

    “gran parte di quelle persone che qui stanno a criticare il ticket sono quelli che per primi, proprio perche’ ragionano che e’ lo stato che deve intervenire, a gettare carte e sacchetti per terra, non raccolgono le deiezioni canine (tanto siamo all’aria aperta) , raccolgono tutto quello che cresce per terra (fiori, bruscandoli e quant’altro)”

    Caro Roberto,
    scusime, ma come te se permetti de far ste analogie a caso?

  79. Roberto ha detto:

    Commento 78 : ….me la spieghi meglio, per cortesia?

  80. francesco ha detto:

    Rovis esulta. Sul Piccolo dice “l’avevo detto”

  81. Triestin - No se pol ha detto:

    me par che tra Srecko e Ufo ghe xe una certa somiglianza…ma no me interessa, se volè i vostri parchi del carso fe pur come le riserve indiane e chiedè el pedaggio ( n° 77 no te capiso ma so dove che te vol parar )…

  82. Manuel Ikeya ha detto:

    secondo mi va ben a pagamento, ma al max 1 euro

  83. francesco ha detto:

    1 euro, così non paghi nemmeno il costo del biglietto e dei bigliettai…

  84. Fiora ha detto:

    Mi attuassi l’idea de Erika.
    Scrivessi “contributo volontario min.1Euro” sora un cestin e con sto cestin in man metessi sula porta le 2 sorelle De Sessa fin che no le trova de meio.
    …Sperando che sta ocupazion temporanea no ghe pari altretanto “disdicevole” che studiar (retribuide) per badante.

  85. dimaco ha detto:

    si può anche pagare, ma si deve offrire anche qualcosa per i soldi spesi, il parco cosi come sta adesso non ha nessuna atrattiva. far pagare per camminare nelle pozzanghere, stradine disastrate e strutture marcescenti é una cosa ignobile. bisogna poi vedere dove vanno a finire i soldi accumulati facendo pagare il biglietto. di sicuro non per risollevare il parco, almeno buona parte di essi si perderà chissà dove e il parco rimarra così come oggi.

  86. Fiora ha detto:

    in effetti, Dimaco@85 è come dici tu e come temiamo un po’ tutti “scottati con l’acqua calda…”
    D’altronde è come un serpente che si morde la coda. Senza migliorie non vale la pena di pagare , ma senza pagare non ci sono i fondi per le migliorie…PARE!
    Insomma ” bisogna che tutto cambi, perché tutto rimanga uguale”

  87. ufo ha detto:

    Triestin, mi gavessi seguido el tuo link del 75, ma no go miga capido cos’che te volevi dir. Comunque si, le comunelle i ga dei membri che i xe paroni sul suo, definitivamente i paga le tasse e i xe i unici che i va a netar.
    El Parco xe una riserva natural – l’unica in Italy fata su tereni privati invece che demaniali – e la region Friuli ga pensà ben de portar a zero i fondi per la gestion. Sentieri? Li go visti refar una volta sola in sto secolo, e con schei de interreg. Cartei? I ultimi i ga scrito su comunità montana, quindi secolo scorso.

  88. dimaco ha detto:

    fiora mi pare che è un paradosso. nessuno paga in anticipo su qualcosa che non si sa se verrà fatto. e come se io vado in negozio ordino 2 etti di mortadella e il salumiere mi dice. paga adesso poi la mortadella te la porto quando è pronta.

    E’ assurdo. non si può ragionare cosi: “prima ci date i soldi e poi facciamo i lavori.” i soldi li deve cacciare la regione la provincia, il comune o lo stato. Visto che è una riserva protetta oltretutto. probabilmente i soldi c’erano ma se li sono mangiatai in altro modo.

  89. marisa ha detto:

    scusate, ma quando avevate il Fondo per Trieste, perchè questa residenza non ne ha beneficiato?

  90. matteo ha detto:

    questo vol dir che chi aministra no sa aministrat, sindaco pasa per prima

  91. Fiora ha detto:

    @88 Dimaco, va da sé che questa raccolta-supporto sarebbe una goccia nel mare, una sorta d’incoraggiamento ,un atto di buona volontà più simbolico che altro per lavoro che DEVE contare su fondi pubblici, …del resto in questo senso pure fissare un prezzo per un biglietto è fatto aprioristicamente.
    Consideravo semplicemente che tra le due iniziative , quella della “libera” contribuzione non appare tanto vessatoria e proprio in considerazione di quello che scrivi giustamente tu: oggi come oggi lo spettacolo non è dei migliori…

  92. Tergestin ha detto:

    @ Marisa

    Perche’ semo dei gran lazzaroni e anca dei paiazzi, el nostro ategiamento xe questo. Se fossimo stadi piu’ in gamba gavessimo fato come i nostri vizini de casa che per dirne una se ga ciapado un tir de miliardi pel teremoto e dopo i ga convinto el mondo de la ricostruzion ad opera esclusiva del popolo sobrio e lavoratore.

  93. dimaco ha detto:

    giusto terhestin. e poi i lanfur no i sa far clanfe. ehehehehe

  94. ricciovolante ha detto:

    secondo me il parco deve restare libero e chi amministra attualmente i soldi per mantenerlo deve (forse) cambiare mestiere.
    il primo punto riguarda la qualita’ della vita. A trieste siamo abituati da generazioni ad una vita quotidiana di qualita’ molti ordini di grandezza superiore alla media italiana.
    Mi piace e difendo l’ idea di un parco bello, grande e libero come nel volere del lascito e da tradizione. sembra che negli ultimi anni sia arrivata una squadra di bottegai pronti a trarre profitto da qualsiasi cosa sia monetizzabile, tipo il portovecchio o Urban. beh, la qualita’ della mia vita non lo e’, quindi miramare, valrosandra, i topolini la costa e il pedocin sono tabu’, il burlo la asl la tav..ocio a quel che fe’, il resto fate quello che volete.

    il denaro si puo’ trovare da altre parti. in fondo le tasse le paghiamo per dare qualita’ alla vita di tutta la comunita’ e non per ripianare buchi degli altri. in altri paesi musei e parchi sono in attivo. perche’? perche’ hanno imparato ad unire liberta’, civilta’ e profitto in modo virtuoso. Aprite un bar/ristorante elegante 3 mesi d’ estate in riva all’ approdo del castello e con tutti i triestini ed i turisti che ci verrebbero a farsi aperitivo e avanacola serali altro che ripianare i conti..avanzerebbero pure. Sapendo poi che vanno per il mantenimento del parco, pagherebbero anche piu’ volentieri. fate visite guidate notturne per i turisti, usando illuminazione adeguata diventerebbe una esperienza unica…fatelo vivere, quel parco, e sara’ generoso.
    le altre idee me le aspetto da chi e’ pagato per averne.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.