18 Maggio 2011

La notte bianca di èStoria: il programma della manifestazione

Una notte con èStoria è la grande novità dell’edizione 2011 di èStoria, la VII edizione del festival internazionale della Storia in cartellone a Gorizia dal 20 al 22 maggio 2011. Venerdì 20 maggio, giornata inaugurale del festival, il cartellone, ricco di incontri, dialoghi, lezioni magistrali, percorsi espositivi ed eventi multiformi, si addentrerà festosamente nel cuore della notte, animando di musica, dibattito e sfiziose degustazioni il Villaggio della Storia, come sempre allestito ai Giardini Pubblici di corso Verdi. Gli eventi culmineranno nella diretta di Radio1 RAI “La notte di Radio1”, in programma dall’una alle tre della notte, condotta da Gorizia da Sandro Capitani. Già alle 21.30 si preannuncia imperdibile il recital delle “Canzoni di guerra e di pace” proposto dallo storico e musicista Emilio Franzina: un modo per ritrovare i canti della tradizione di trincea ma anche le melodie popolari che hanno spesso siglato e festeggiato la conclusione di conflitti estenuanti.

Una notte con èStoria proseguirà alle 23, con Fuori dalle tenebre?, un dibattito-riflessione di scottante attualità sui nuovi scenari geopolitici dopo il blitz di Abbottabad e l’uccisione di Osama Bin Laden. A confrontarsi, su un tema oggi cruciale per i destini del pianeta, saranno gli inviati e saggisti Fausto Biloslavo, Gianandrea Gaiani e Vittorio Emanuele Parsi. Radio1 Rai, partner ufficiale del festival, seguirà in diretta molte fasi di èStoria, trasmettendo in diretta da Gorizia: la diretta partirà all’interno del programma radiofonico “Con parole mie”, in onda venerdì 20 maggio 2011 dalle 14:05 alle 14:40 dallo studio di Saxa Rubra a Roma, condotto da Umberto Broccoli. Si proseguirà, in diretta da Gorizia, con la puntata del rotocalco quotidiano “Tornando a casa”, condotto da Enrica Bonaccorti, in onda dalle 17.40 alle 19.00. Enrica Bonaccorti terrà anche un incontro stampa venerdì 20 maggio, alle 15.45 nella sede del festival (riservato ai giornalisti accreditati ad èStoria 2011 – info ufficio stampa@volpesain.com). Dopo “La notte di Radio Uno”, in diretta con Sandro Capitani nella notte fra venerdì e sabato, il festival sarà in onda sabato 21 maggio sempre da Gorizia con il programma “La Terra”, in diretta dalle 10:35 alle 11:30. E la diretta si chiuderà con il programma “Il Trucco e l’Anima”, condotto da Federico Pietranera sabato dalle 12:30 alle 13:00 circa.

UN DOPPIO FILO CONDUTTORE, con tema portante dedicato a “Guerre” e con un ulteriore percorso in omaggio a “Italia, 150 anni”, scandirà la VII edizione di èStoria, in cartellone fino a domenica con Oltre 130 ospiti internazionali, 60 eventi (incontri, lezioni magistrali, spettacoli e colazioni con la storia), tre giornate di èStoriabus in tour, sei percorsi espositivi visitabili in città, tre spazi “agorà” nel villaggio del festival, e una bibliotenda dedicata alla storia. Promosso dall’associazione èStoria, curato da Adriano Ossola e Federico Ossola, il festival omaggerà sabato pomeriggio lo scrittore statunitense Daniel Goldhagen, autore de I volonterosi carnefici di Hitler, con il Premio FriulAdria Il romanzo della Storia 2011. A Gorizia anche il premio Nobel Dario Fo, impegnato domenica in una “Conversazione per la pace” con Chiara Frugoni e Massimo Cirri, e sempre domenica Vladimir Tolstoj, pronipote del grande scrittore russo Lev Tolstoj, direttore della Casa Museo dedicata all’autore di ‘Guerra e Pace’. Una saporita ‘Colazione con la storia’, venerdì 20 maggio alle 8.45 alla Cicchetteria ai Giardini, siglerà l’avvio del festival: condotta dal giornalista e saggista Alessandro Marzo Magno, la rassegna stampa di colazione sarà proposta anche sabato e domenica mattina, con ospiti del festival e giornalisti. Inaugurazione ufficiale del festival venerdì alle 18 nella Tenda Erodoto. Da segnalare ancora, per la giornata di venerdì 20 maggio il dialogo con l’esperto di sicurezza israeliano Azar Gat sull’ “Origine della guerra” (ore 18.30), gli incontri con lo scrittore Antonio Scurati (ore 16.30), con l’esperto di arti marziali e Samurai Stephen Turnbull (ore 14), con il saggista inglese Hew Strachan, fra i massimi studiosi della Grande Guerra (ore 12), con gli esperti di Storia americana Raimondo Luraghi e Stefano Rosso (ore 11.30), e con le “Guerre da Museo”, un prezioso confronto fra gli esperti inglesi Suzanne Bardget e Jean-Jacques Becker, la sovrintendente dei Musei provinciali Gorizia Raffaella Sgubin e la responsabile del Museo della Guerra Alessandra Martina (ore 18).

Tag: , , .

5 commenti a La notte bianca di èStoria: il programma della manifestazione

  1. MOD ha detto:

    Bellissimo programma, èStoria sta crescendo ed è motivo di vanto e orgoglio cittadino. Bravi, avanti così!

  2. Milost ha detto:

    O.T. : molti goriziani che vivono a ridosso del confine hanno avuto bianca anche la notte scorsa. Alle 2 e mezzo della notte ho telefonato alla polizia perchè non ne potevo più della musica che oltrepassava i vetri chiusi e mi hanno detto che c’era una festa in Slovenia e che sarebbe durata fino alle quattro. Ne sapete qualcosa?

  3. marco ha detto:

    appunto… che festa era? l’ho sentita anche io

  4. luigi (gorizian) ha detto:

    Proposta per un intervento nell’ambito del programma comunitario Cooperazione Transfrontaliera (ex interreg) Italia/Slovenia:
    “corso bilingue di educazione al rispetto altrui” …

    eStoria mi pare sia la cosa migliore (diversa dal magna e bevi) che Gorizia sia riuscita a proporre negli ultimi anni e sta crescendo a livello nazionale e non solo.
    Complimenti!

  5. Milost ha detto:

    Si Luigi, proprio così. E soprattutto dimostra che la cultura paga e premia, e che si può dar vita ad una città, veramente e con onore, utilizzando l’intelletto piuttosto che la pancia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *