13 Aprile 2011

Memorie di uno geisho/FEFF 13: Anteprima

Oggi è stata diramata la line-up (le persone comuni direbbero lista) dei film che faranno parte del Far East Film Festival numero 13, in programma a Udine dal 29 aprile al 7 maggio. A detta degli esperti l’edizione di quest’anno si preannuncia corposa, fatta di cavalli di razza di ritorno (Johnny To, Park Chan-wook, Dante Lam, solo per citarne alcuni), di nomi nuovi ed interessanti, di debutti da seguire intensamente (sia come registi sia come cinematografie).

A farla da padrona saranno i thriller e le commedie, in tutte le loro declinazioni, seguiti a ruota dagli action-movies e supportati da qualche horror: il tutto sotto l’insegna dell’alta qualità cinematografica, dicono sempre gli esperti.

Può essere. Sta di fatto che della pacca di film annunciati, non ne conosco nemmeno mezzo se non – andando a spanne – un film cinese dal titolo What Women Want (forse che sia un remake dell’omonimo a stelle e strisce?) e un horrorazzo giappo intitolato Paranormal Activity 2: Tokyo Night (e qui non ci sono cazzi).

Quanto ai nomi, per me son tutti uguali: Zhang, Bing, Sdeng, Croc, Park Cho-wong, Lee Fong-trang, Kan Gen-gis. Per non parlare poi degli impronunciabili thailandesi o indonesiani. Però c’ho già l’asso nella manica. Mi gioco tutto sulla black-comedy mongola dal significativo titolo Operation Tatar, capolavoro di quel genio della filmografia mongola di nome Baatar BAT-ULZII.

Che bello, sono pronto. Non sono affatto un esperto di cinema cagariso musogiallo, ma partirò lo stesso col mio bel carico d’ignoranza pronto ad affrontare anche questa edizione del FEFF.
Sicuro, anche stavolta, di uscirne vincitore.

Tag: , , , .

Un commento a Memorie di uno geisho/FEFF 13: Anteprima

  1. Dag ha detto:

    La cultura (e quindi la cinematografia) dei paesi asiatici e quella dei paesi europei, così diverse, entrambe così ricche. Il Far East permette di fare un vero tutto nella cultura del Sol Levante. Imperdibile, specialmente certe commedie davvero esilaranti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *