17 Marzo 2011

“A Muggia un’ambulanza privata senza infermieri?”. Interrogazione di Grizon

“L’ambulanza voluta dal sindaco Nesladek nel centro di Muggia, contrariamente a quanto annunciato, non avrebbe gli infermieri a bordo ma soltanto un autista e due operatori tecnici che avrebbero svolto solo la formazione di primo soccorso ma che non certo professionisti sanitari”.

E’ questo il quesito principale che Claudio Grizon, consigliere comunale del Pdl, ha posto al sindaco in una interrogazione urgente, sollecitato anche da diversi cittadini, nell’intento di chiarire la questione.

“Oltretutto – evidenzia il consigliere Grizon – sembrerebbe che il 118, contattato da un cittadino, fino a non molti giorni fa non sapeva nulla di questo servizio. Di fatto quindi possiamo supporre che se un cittadino che necessita di soccorso urgente e che telefona al 118 deve attendere l’arrivo di una ambulanza se tutto va bene da Aquilinia o se va male da Trieste, mentre gli operatori della “Triade” (ente privato sembra in convenzione diretta con il Comune di Muggia, della quale però non abbiamo trovato atti ufficiali sull’albo del Comune) con sede presso la casa di riposo, non ne saprebbero nulla.

“Un mese fa però il sindaco Nerio Nesladek – ricorda il consigliere – aveva annunciato pomposamente sulla stampa di aver “deciso di rafforzare il servizio di pronto soccorso” assicurando di aver “trovato un accordo per istituire un’ambulanza con tre infermieri nel centro di Muggia: un servizio che garantirà la copertura totale durante l’apertura del cantiere” legato ai lavori per la posa delle condutture in Salita delle Mura”.

“Ma in cosa consiste – prosegue Grizon nell’interrogazione – questo nuovo servizio di pronto soccorso? Quanto ci costa ?” E poi ancora “quali lavori sono stati realizzati con i 25 mila euro complessivi che la giunta ha stanziato per sistemare provvisoriamente l’immobile di via Roma 22 dove Nesladek sembra voglia collocare l’ambulanza del 118?”. Non sarà mica che verrà tolta l’ambulanza ad Aquilinia per trasferirla a Muggia! Spero vivamente che casomai in via Roma sia trasferita quella privata ora di stanza alla casa di riposo e che sembra sia senza personale infermieristico specializzato”.

“Come noto contemporaneamente alla chiusura della Salita alle Mura era stata chiusura anche la strada di Pianezzi – evidenzia il consigliere – che avrebbe potuto offrire una valvola di sfogo ai residenti delle frazioni nella parte alta verso Muggia Vecchia. E’ evidente che i lavori mal programmati dall’amministrazione avevano di fatto bloccato un’area molto vasta e densamente abitata ed avevano fatto scoppiare le giuste polemiche dei residenti al Villaggio del Pescatore per l’istituzione del doppio senso che aveva aumentato notevolmente il traffico che aveva poi indotto l’amministrazione a ripristinare il senso unico in discesa”.

Tag: , , .

Un commento a “A Muggia un’ambulanza privata senza infermieri?”. Interrogazione di Grizon

  1. Avatar isabella

    Purtroppo in molte città italiane le ambulanze del soccorso non hanno infermieri a bordo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.