21 Febbraio 2011

Omero propone di far passare il bilancio: “Un blocco avrebbe conseguenze negative per Trieste”

Fabio Omero propone l’uscita dall’aula per far approvare il bilancio comunale. Il capogruppo comunale dei democratici spiega sul suo blog: “Di fronte all’incapacità del sindaco Dipiazza di gestire maggioranza e amministrazione, è necessario ora fare un passo avanti. Confermato così in premessa il giudizio di “pessimo” alla delibera dei conti, non possiamo non porci la questione del rispetto delle Istituzioni”. Per “dare un segnale ai cittadini” ed evitare “conseguenze negative per Trieste come il blocco dei trasferimenti regionali”, Omero si chiede: “quando la delibera del bilancio tornerà in Consiglio, perché non lasciare fuori dall’aula un nostro consigliere per pareggiare l’assenza per motivi di lavoro del consigliere del centrodestra? Nessun voto favorevole, nessuna trattativa con Dipiazza, solo una proposta che risponde prima di tutto ai triestini”.

Immediate le reazioni, con Giulio Lauri, portavoce di SInistra ecologia e libertà, che etichetta la proposta come “incomprensibile”. Sottolinea Lauri: “O la politica torna ad essere chiara, o i cittadini se ne allontaneranno ancora di più. Di fronte al compimento del fallimento di cinque anni di governo della città e alle divisioni della destra su tutte le questioni più importanti, dal Prgc alla Ferriera al rigassificatore fino al porto, fornire stampelle per approvare il bilancio sarebbe un errore grave. Trieste deve capire fino in fondo il fallimento di Dipiazza e della sua maggioranza, e questa è la sola strada per voltare pagina e dare alla città una nuova amministrazione con un programma chiaro e una maggioranza coesa come quella che stiamo costruendo intorno alla candidatura di Roberto Cosolini.”

Tag: , , .

8 commenti a Omero propone di far passare il bilancio: “Un blocco avrebbe conseguenze negative per Trieste”

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.