7 Gennaio 2011

Colibrì di Miramare a rischio: interviene Berlusconi

Poco fa il mio cellulare squilla, rispondo e una voce mi chiede “Stefano Rimoli?” … Io rispondo … “Sì, con chi parlo?” …. “Buongiorno sono Silvio Berlusconi”. Pensavo fosse uno scherzo, invece era vero, il Presidente Berlusconi in persona mi telefona e mi assicura che da questo istante lui prende in mano personalmente la situazione “i colibrì non saranno deportati e il Centro, che è un vanto per l’Italia, non sarà sfrattato, stia tranquillo, me ne occupo personalmente”.

A raccontarlo è il direttore del Centro per la salvaguardia dei colibrì, Stefano Rimoli. “Tutto é iniziato grazie al professor Piero Susmel (Università di Udine) che ne ha parlato con Vittorio Sgarbi che – spiega Rimoli -, indignato che questi colibrì stavano per essere deportati per interessi oscuri che non coincidono con quelli dello Stato e dell’ambiente, ha interessato personalmente il Presidente Berlusconi”.

Conclude Rimoli: “Grazie presidente Berlusconi, grazie professor Sgarbi. E grazie a voi per la vostra vicinanza, il vostro sostegno e il vostro contributo”.

Nel frattempo Vittorio Sgarbi racconta la vicenda sulle pagine del Giornale: “Volevo parlare dell’uccello di Berlusconi. Non vorrei che qualcuno equivocasse alla luce delle vicende che hanno privilegiato dell’uccello l’aspetto metaforico ma, non avendo di quello nessuna nozione se non intuitiva, voglio proprio riferirmi a quello che, con mia sorpresa, si è rivelato l’uccello preferito del presidente del Consiglio”. Qui il link all’articolo completo.

Tag: , , .

46 commenti a Colibrì di Miramare a rischio: interviene Berlusconi

  1. flavio gropaiz gropaitz ha detto:

    De sicuro Berlusconi credeva che xe parusole!

  2. massimiliano ha detto:

    per fortuna che Silvio c’è…

    colibrì for life

  3. matteo ha detto:

    bisogna vedere che faranno, non canterei vittoria cosi presto

    cmq quello che fa schifo è la politica locale, questa non ha saputo aiutare questo centro unico al mondo

  4. sergio ha detto:

    Complimenti a Berlusconi Sgarbi e al prof. Susmel, i nostri politici dove erano ????? la struttura che si trova nel castello di Miramar è completamente fattiscente, i colibrì e le farfalle vivono nella serra del castello che è in condizioni pietose dal punto di vista strutturale, la sovrintendenza dovrebbe restaurarla e non solo, ma dovrebbe imporre all’ affituario il signor Rimoli ad una una completa pulizia del sito dove si trovano da anni un’automobile legname marcio e altre immondizie, i cancelli sono ruggini come pure il gazebo , che figure di m….!!!, si fanno con i turisti, e purtroppo a nessuno gliene frega niente, e questa dovrebbe essere una città turistica????

  5. sergio ha detto:

    scusatemi affittuario va con due t,

  6. matteo ha detto:

    sergio non mi sembra che l’affittuario abbia colpa del auto e dei rifiuti, ti sei letto i vari articoli? mi sembra roba kafkiana, direi piuttosto che come sempre è colpa della politica

  7. Mato col muf ha detto:

    @sergio – e fatiscente con una “t”

  8. Giovanni ha detto:

    beh, in questo caso devo dire bravo Sgarbi e bravo Silvio.

  9. Flores ha detto:

    Grazie assai a Sgarbi e al Papi… dei colibrì! Una tantum sta gioia no stemola inquinar con letture malevole de un bel gesto.

  10. ilaria ha detto:

    Basta chiedere e Silviuccio risponde ragazzi!!!! 🙂 🙂 🙂

  11. ufo ha detto:

    Questo sarebbe lo stesso che ha “risolto” il problema della munnezza ‘e Napule?

  12. eleonora ha detto:

    E’ assurdo che debba intervenire il Presidente del Consiglio per un problema che si poteva gestire a livello locale. Purtroppo per mia esperienza, visto che seguo lo Sportello 4 Zampe della Provincia di Gorizia, mi sono resa conto che pochi politici e pochi cittadini sono sensibili ai problemi degli animali. Rispondono sempre che ci sono problemi più importanti e gli animali vengono sempre per ultimi. Forse qualcuno si dimentica che tutti facciamo parte di questa terra, la differenza è che gli animali non hanno l’uso della parola, vorrei vedere se ce l’avessero!!!!!

  13. Bibliotopa ha detto:

    Insomma, ci sono le leggi, ma si risolve invece con l’intervento benevolo del Capo..

  14. Flores ha detto:

    E te pareva che all’11 no sbucava zà el solito “Che ora xè?” risposta ” Venerdì!” ?!

  15. sergio ha detto:

    @ a Mato col muf grazie per la correzione,

  16. sergio ha detto:

    caro Matteo, il sito è stato affittato dalla sovrintendenza alla ditta che gestisce, sia i colibrì e le farfalle, politici e sovrintendenza in questo caso non centrano, chi gestisce la mostra dovrebbe, anzi deve far si di tenere pulito e manutenzionato il posto, se vai a vedere dietro la cappelletta vicino al castelletto vedrai un ” scovazon ” di tutto e di più, sono anni che segnalo lo stato di degrado, non solo del sito farfalle , colibrì, ma dell’intero Parco e castello di Miramar, qualcosa è stato fatto, ma molto è ancora da fare, quello che mi meraviglia che nessuno vede le brutture poste all’interno del parco, il precedente architetto ringraziando è stato esonerato, ha lasciato il parco e castello in brutte condizioni, ho portato quest’estate amici di Torino e mi sono vergognato dello stato di degrado della serra con le malte che cadono, cancelli ruggini cose che si possono risolvere con pochi soldi,avrei piacere che andassi a vedere per renderti conto, problemi che si possono vedere anche in città, fanno le piazze, giardini e altro nuovi, poi di manutenzione non se ne parla per anni, saluti sergio

  17. matteo ha detto:

    la cosa è complicata, da una parte il ministero dovrebbe pagare tutte le spese e non lo fa, il signore che ha in mano i colibri mi sembra che abbia le mani legate

    cmq non è facile portare via le scovaze, non basta andar li a prelevare,è una questione di burocrazia, solo quella

  18. marc ha detto:

    8 maggio 2011 (fra 4 mesi) elezioni amministrative nella provincia di trieste e dintorni… https://bora.la/2010/12/27/elezioni-amministrative-2011-in-fvg-dove-e-quando-si-vota/
    secondo voi come mai berlusconi si accorge del centro colibrì proprio adesso?
    una volta andreotti ha detto: a pensar male si fa peccato, ma spesso ci azzecca

  19. Fabio ha detto:

    Non sara’ che hanno montato tutta la storia per far si’ che poi il Berluska venga qui a far vedere di aver salvato la baracca ?

  20. MBB ha detto:

    LA FACCENDA è COSì TANTO PRIVATA CHE SGARBI E SUSMEL, I COLIBRì POTEVANO PORTARSELI A CASA LORO O FARLI PRELEVARE PER IL LORO AMICO SILVIO SE TANTO GLI PIACCIONO, E IL RIMOLI ADESSO AVRA’ ANCHE GLORIA!? NON SORPRENDE. UN PRIVATO CHE GODE SPAZI PUBBLICI PER IL PIACERE DI REALIZZARE LA SUA PERSONALE POSIZIONE, IN TUTTO QUESTO TEMPO NON ESSENDO IN GRADO POTEVA TROVARE APPOGGI DA RISERVE, PARCHI ECC. SENZA DARE ULTERIORE PESO A MIRAMARE. I FATTI PRIVATI SI RISOLVONO IN PRIVATO COME SEMPRE E COSì E’ STATO, PERO’ NON SERVIVA PUBBLICARE ARTICOLI ISTRIONICI COME SEMPRE E PROPOSTE DI BACI OTTUAGENARI. MIRAMARE E LO STATO NON ERANO TENUTI A PROVVEDERE DOVE RIMOLI NON SI è MOSSO DA CONSIDERATO ESPERTO SENSIBILE IN TANTI ANNI. DAL MOMENTO IN CUI SI è TROVATO CON L’ACQUA ALLA GOLA A INIZIATO A CANTARE, E PRIMA?
    RINGRAZIAMO IL SOPRINTENDENTE CHE AVEVA PRESO UNA DECISIONE SECONDO LE NORME DELLO STATO E CHE SONO SEMPRE ESISTITE ANCHE PRIMA CHE ARRIVASSERO I COLIBRì.

  21. sergio ha detto:

    la cosa non è assolutamente complicata, a quanto mi consta dopo aver segnalato il problema con foto alla sovrintendenza, la stessa ha segnalato l’inconveniente alla direzione della mostra, ad oggi un nulla di fatto, che problemi vuoi che ci siano pulire un area? occorrono forse permessi speciali? mi pare che nel sito si trovino oltre all’automobile con tanto di targa solo ” scovazze ” ecologiche non inquinanti, per me la serra andava chiusa e restaurata, le malte stanno cadendo a pezzi, e dalle fessure dei vetri una volta penetrava l’acqua (forse anche oggi), ma che figura ci facciamo con centinaia di visitatori?? Il signor Rimoli se vuole può fare una pulizia radicale quando vuole, chi gli può dire nulla?? Caro Matteo cerca di segnalare e criticare la situazione e non difendere la burocrazia, volere e potere questo è il mio motto; se le cose vanno male è perchè non si ha il coraggio di protestere quando le cose sono giuste, e votare persone capaci e non burocratiche, in ogni caso parlerò con il sovrintendente attuale che gestisce il castello di Miramar,

  22. sergio ha detto:

    chi se ne frega perchè Berlusconi lo ha fatto, lo ha fatto è basta, lo potevano fare Bersani o Casini, di Pietro, e tanti altri l’hanno fatto? mi pare di no, io non sono Berlusconiano, ma apprezzo il gesto di una persona che sia di destra sinistra centro , non la buttiamo sempre in politica non penso che questo gesto aumenterà di molto i voti per Berlusconi, ma è un gesto apprezzabile punto e basta

  23. Flores ha detto:

    Purtroppo c’è gente che piuttosto di saperli salvati dal Cavaliere, i poveri colibrì li preferiva defunti.
    Come quel tipo che per far rabbia alla moglie se l’è tagliato.

  24. matteo ha detto:

    mah non credo, casomai doveva pensarci il pdl triestino, ma mi sa che non è come dite, le elezioni si faranno a trieste quest’anno e sarebbe stato un punto per il pdl triestino se proprio volevano iniziare la campagna elettorale

    mi sa che i politici nostrani dormono

  25. matteo ha detto:

    guarda che mica ho detto che hai sbagliato ma come hai fatto notare ce un scaricabarile sui altri, della serie hai parlato con la sovraintendenza loro hanno segnalato alla mostra, a sua volta la mostra avra segnalato ad altri o avra detto che a loro non compete, e cosi via

    poi mi sembra che bisogna addirittura fare una denuncia ai vigli, sono cose che noi comuni cittadini non riusciamo a capire e sono talmente ben ingarbugliate che fanno si che non si faccia nulla

  26. Danilo Ulcigrai ha detto:

    Xe assurdo che un presidente del Consiglio (indiferente chi) se intrighi de ‘ste robe locali. Tralaltro Menia no iera andado in sudamerica a impinirse la boca co’ sta storia dei colibrì?
    E la giunta von Platz cola cità turistica?
    Volemo meter la Casa dele farfale de Bordano con quel condoto del Parco Tropicale de Miramar? I furlani lassù ga fato una figada.

  27. sergio ha detto:

    @ Danilo Ulcigrai, si hai perfettamente ragione le cose fatte a Trieste sono sempre fatte da chi non ha idea del fare bene, i friulani sono proprio figoni, il Menia era andato in Sudamerica a prendersi in regalo i colibrì mi pare, ora sarà troppo occupato data la sua posizione politica un pò troppo a sinistra , mettiamo un pietoso velo sul sindaco von Platz che per quanto riguarda il turismo a Trieste non è riuscito in otto anni ad aprire nulla, solo a buttare soldi nostri vedi expo, parco del mare, museo Enriquez ed altro,

  28. sergio ha detto:

    @ Matteo, tutto si può fare le leggi ci sono e tante, ma manca gente con gli attributi, loro scrivono e aspettano possono passare anni, non gliene frega niente la paga arriva sempre, perchè dovrebbero agitarsi? e se qualcuno domanda come è finita la cosa? ti rispondono “Guardi che io ho fatto la segnalazione, il mio l’ho fatto ” punto e basta, così si comportano anche i nostri consiglieri fanno una mozione, poi aspettano magari anni, ma non vanno a vedere dove è finita, tanto loro l’hanno fatta e sono a posto, io di solito telefono a tutti, guardie ambientali del comune, urp, acegas-aps servizio spazzamento, scrivo a segnalazioni e telefono a telequattro, segnalo la cosa ai vigili ambientali di viale Miramare,e all’ ASL qualche cosa si riesce a risolvere a fatica ma si riesce, basta trovare la persona sensibile messa nel punto giusto, da questo lato è difficile, , passi per rompipalle, ma chi se ne frega, sono là per lavorare e allora che facciano il loro dovere, se c’era qualcuno della sovrintendenza con gli attributi ti assicuro che tutto era già fatto, ma purtroppo ………..

  29. brancovig ha detto:

    quoto Bibliotopa

    se per ogni problema in questo paese bisogna affidarse alla magnaminità di un capo…. allora non siamo più un paese.

    Poi in 15 anni il berlusca con il ghe pensi mi, ga prodotto sai poco, xe più in “ghe pensi per mi”, dove el rendi de più.

    Sgarbi lasemolo perdere anche lui…in prima linea contro la mostruosità del parcheggio interrato in piazza ponterosso… adesso xe sai una bela piazza con le auto parcheggiade de sora

    Infine sullo stato del parco di Miramare…. non si capisce che lo stato italiano è in ritirata su tutto il bene pubblico. Tiene ancora sulla sanità e le pensioni (un bacino elettorale non da poco)

    Quindi per la manutenzione di Miramare o si fa lotta all’evasione seria e si cambia la visione dello stato, oppure se fa pagar un obolo per l’entrata (0.50/1) euro da destinare alla manutenzione del parco.

    Per me van bene entrambe le soluzioni

  30. giovanni ha detto:

    Se te lo fa perché te lo fa, se non te lo fa…

    GRAZIE SILVIO, potrò portare ancora i miei bimbetti a vedere lo psettacolo dei colibrì che ti volano a pochi cm facendoti emozionare.

    Per mi altri (tipo Prodi, ecc) i colibrì se li fossi fatti co la polenta, altroché salvarli, selvadighi!!!

  31. Flores ha detto:

    Giusto,Giovanni! Se piove , governo ladro e avanti divagando e dilatando lungo percorsi assolutamente già battuti mille volte, solo perché lo scontento ha bisogno di qualsiasi valvola di sfogo, l’astio di qualsiasi appiglio e l’esigenza di parlarsi addosso è più forte di un commento magari terre à terre, ma di inerente buonsenso del tipo ” beata l’ora!”

  32. sergio ha detto:

    @ Brancovig

    se per ogni problema in questo paese bisogna affidarse alla magnanimità di un capo…. allora non siamo più un paese.

    Hai ragione ma non devi attaccare chi fà, ma quelli che si è votato quì da noi che non sono buoni a combinare niente, destre e sinistre, e in specialmodo le sinistre che sono all’opposizione che dovrebbero far vedere ai cittadini che loro hanno idee, che si occupano dei problemi, che possono essere loro i prossimi a governare, invece solo lamenti, ingiurie, ma di idee niente, non abbiamo più chi votare tutti pensano solo alla propria poltrona, di prendersi una lauta pensione e basta, l’Italia sta andando a rotoli e noi con lei.

    Per quanto riguarda la piazza S. Antonio Sgarbi ha fatto bene, più parchi macchine ci sono in centro, più traffico abbiamo in città, poi se andiamo a vedere come le hanno ricostruite, vedi piazza Vittorio Veneto che fa schifo, con tutto quel ferro che doveva essere almeno sulla parte superiore ricoperto da piante arampicanti, quelle che hanno messo in 5 anni e più sono riuscite ad arrivare appena alla cima, hanno sbagliato pianta rampicante, e se penso a come avrebbero ridotta la piazza S. Antonio……..

    Quindi per la manutenzione di Miramare o si fa lotta all’evasione seria e si cambia la visione dello stato, oppure se fa pagar un obolo per l’entrata (0.50/1) euro da destinare alla manutenzione del parco

    ma neanche per idea, ma siamo matti, il parco deve rimanere libero accesso, come scritto nel testamento da Ferdinando Massimiliano, ma non ti pare che paghiamo abbastanza tasse, siamo i più tartassati d’Europa, cosa ci da lo stato in cambio?? Devi pagare tutto e dico tutto, il povero disgraziato pensionato che si fa la camminata ogni giorno dovrà pagare, dovremo pagare anche l’aria che respiriamo?? Si sprecano milioni di euro per l’incapacita dei nostri amministratori, sappiamo che le ditte che fanno i lavori , e anche molto male, sapendo di prendere i soldi dopo sei, 12 mesi gonfiano i costi anche del 50%, tanto si paga lo stesso, questo lo sanno tutti, ma nessuno fà niente, la gente che protesta è sempre quella, poca pochissima, chi truffa non va in galera, e allora? ” Chi è causa del suo mal pianga se stesso ” Io protesto e sempre, solo così si riesce ad ottenere qualcosa

  33. matteo ha detto:

    non si puo che darti ragione sergio

  34. brancovig ha detto:

    @Sergio

    personalmente preferisco 10.000 volte piazza V Veneto allo schifo dell’attuale piazza ponterosso parcheggio all’aperto per auto.

    Quello che posso rimproverare su piazza vittorio veneto è una decina di alberi di medio/piccolo sviluppo sul lato lungo ma per il resto mi sembra un ottimo intervento. La prospettiva della piazza con le due vasche lunghe è decisamente migliorata

    Poi con la provocazione del pagamento del parco di Miramare è per dire che non si può volere la botte piena e la moglie ubriaca.

    Lo stato italiano per la gestione del paese spende più di quanto recupera (tasse pagamenti servizi) considerando che qualcosa come due finanziarie se ne vanno per pagare gli interessi del debito.

    Questo in uno scenario dove alcune generazioni hanno vissuto ben al disopra delle proprie possibilità

    Dopo, certo tutto puà essere reso più efficiente, ma difficile immaginarlo con una classe politica (Berlusconi è l’esempio paradigmatico) che NEI LIVELLI più elevati vede la corruzione e l’interesse personale come una meritata ricompensa al proprio ego.

    @Giovanni
    certo Prodi è un vetero comunista che mangia i bambini ed anche i colibrì

    classico ragionamento di un infatuato del centro destra e questo spiega bene perchè il paese è con le pezze al c….

  35. dino sauro ha detto:

    Il bello e’ che quando la regione taglio’ i fondi per le riserve naturali, i summenzionati adoratori del centrodestra, a chi protestava, ribattevano che occuparsi di natura e di paesaggio e’ un lusso da radical chic.

  36. giovanni ha detto:

    @ brancovic:

    non sono nè infatuato nè infartuato.

    È solo una constatazione di un dato di fatto.
    C’è chi l’ha fatto e chi invece NO.

  37. sergio ha detto:

    @ Brancovig

    Quello che posso rimproverare su piazza vittorio veneto è una decina di alberi di medio/piccolo sviluppo sul lato lungo ma per il resto mi sembra un ottimo intervento. La prospettiva della piazza con le due vasche lunghe è decisamente migliorata

    non sono alberi dovevano essere arrampicanti,dovevano avvolgere tutta la struttura di ferro superiore
    poi se a te piace la piazza con quei cassonetti rossi di plastica o altro con scritte dai soliti vandali in vari colori,(in questi anni nessuno che si è posto il problema di manutenzionali), il materiale è inadatto per essere esposto alle intemperie, le immondizie che ci sono dentro, e lungo la siepe, , le due vasche da abbeveraggio di cavalli e mucche, che servono per fare skateboard, complimenti, ognuno ha i suoi gusti, a me piaceva di più prima con la tipologia ottocentesca con alberi e siepi, che così doveva sempre a parer mio restare, e qui la sovrintendenza invece che mantenere la struttura originale ha lasciato fare in una citta ottocentesca, unica in Italia quella bruttura, rovinando l’aspetto originale dell’epoca, cose che si fanno solamente quì a Trieste, dove i giovani architetti della sovrintendenza, quelli a cui piace l’arte moderna, vogliono dare un impronta moderna alla città, cosa che io non condivido, il centro deve rimanere come i nostri vecchi costruttori l’hanno concepito, poi per la periferia si può fare quello che si vuole, un ultima nota sarei curioso di sapere dove sono andate le pietre che addornavano la piazza, le ho viste impacchettate vicino la piazza e poi il nulla, avranno fatto la fine di quelle di piazza Unità con la nota vicenda di Illy ?

    ti rammento che c’è già un progetto che dovrebbe partire prossimamente per la ristrutturazione di piazza Ponterosso senza il parco macchine,

  38. brancovig ha detto:

    @Sergio

    vado fuori tema per rispondere

    ma ti ricordi in che stato era piazza VV prima dell’intervento…. e poi qual’è lo stato del nostro verde pubblico? Vedi piazza Hortis

    Un giardino in termini di manutenzioni richiede un impegno molto più complesso.

    Meglio degli alberi che danno ombra un po’ purificano l’aria e richiedono meno manutenzione

    Se sul lato lungo opposto a quello di via Roma fossero stati previsti alberi a piccolo sviluppo (tipo largo Barriera) per me l’intervento sarebbe stato perfetto.

    Ma si sa, sugli interventi di riqualificazione ogni cittadino ha una sua idea

  39. Flores ha detto:

    là dove volano ‘ste aquile i poveri colibrì si perdono di vista… ma no problem! i colibrì del Cavaliere famosi ormai come l’uccello di Del Piero e magari con la sponsorizzazione Presidenziale calerà il biglietto d’ingresso, almeno fino a due anni fà di 4 € a cranio, volentieri devoluti con la consapevolezza e la volontà di dare un minimo sostegno…

  40. Franco ha detto:

    Cara Umanità del 2o11,
    tra poco, appena finito di commemorare il Natale con l’ipocrisia antiterroristica delle feste consumistico-religiose,ti troverai davanti, lacerante e terribile nella tua coscienza, il problema della violenza assassina o necessaria. Avrai capito, finalmente, che la cosiddetta crisi economica era semplicemente l’assoluta necessità per il sistema capitalistico-consumatore di cambiare iu suoi abiti per non essere smascherato nella sua vera essenza di assassino dell’umanità. Avrai finalmente capito che con la produzione dell’acciaio non si fanno solo le armi, navi e aerei per la guerra esterna, ma anche le case e gli ospedali prefabbricati per il…rilancio dell’edilizia interna, quella, per intenderci, necessaria per ricostruire ex novo quello che si era lasciato distruggere dai terremoti preannunciati e dalle bombe sganciate sulle case della povera gente.Avrai capito che il grande indotto della produzione dell’acciaio è ramificato e collegato con tutti i governi dei paesi che debbono frenare la tua ribellione e la tua richiesta di progresso e libertà.Avrai capito che i cannoni servono per la guerra esterna e che gli equipaggiamenti anti-sommossa delle forzedell’ordine servono per la guerra interna e sono indissolubilmente legati per farti tacere e per sfruttarti.
    Dovrai decidere se stare con Golia o con Davide e non potrai più stare a guardare perchè se perdi Davide anche tu non avrai chi potrà confortare la tua vecchiaia ma solo chi sfrutterà anche la tua triste edulcorata agonia. Amen

  41. Flores ha detto:

    Mazzate che tegola! mi scuso col Savonarola che precede, per sta ruberia di visibilità di post,ma mi corre l’obbligo dell’aggiornamento inerente il tema.
    Leggendo il Piccolo, magari più attendibile di quanto lo voglia la vox populi che l’ha ribattezzato Bugiardello , pare che Vittorio & Silvio nel loro slancio salvifico abbiano dribblato competenze territoriali e ignorato macroscopiche violazioni in essere nell’insediamento, per cui l’impresa pare inattuabile.
    Pare!
    Magari quod licet Iovis… nel suo piccolo ,dai!

  42. sergio ha detto:

    @ Brancovig, la piazza Vittorio Veneto anche prima della brutta ristrutturazione non era curata, ti dò ragione sulla manutenzione a Trieste di quel poco verde che abbiamo, cioè sulla non manutenzione, se vai a vedere altre città, cito una, Torino dove il verde si trova dappertutto è molto curato, il bilancio del comune da sempre meno soldi al verde pubblico, qui si dovrebbe aprire una nuova discussione, ma tornando in tema; oggi il Piccolo come scrive il Flores da parte del sovrintendente ci sarà battaglia, da quanto ne so io, la sovrintendenza vuole riappropriarsi della serra, anche perchè prima che vada a pezzi, ha bisogno di un radicale restauro, e il terreno circostante una pulizia, si spera anche che l’attuale sovrintentente si renda conto dei lavori (molti) da fare nel parco e castello, come la riparazione del tetto, l’acqua arriva diretta nella sala del trono, il tetto della casa Svizzera, il bagno, i cancelli ruggini, i gabinetti, l’impianto di illuminazione sulla scalinata che porta alla sfinge ( non esiste) pavimentazione all’entrata e potrei andare avanti, una vergogna per la città, colpa di un architetto che era alla manutenzione del sito, si spera molto nel nuovo sovrintendente e del nuovo architetto che credo ha i numeri giusti, sperando che si trovi una soluzione anche per i colibrì, e farfalle, sono anche loro un’attrattiva turistica che non si può perdere… auguri

  43. Flores ha detto:

    @ Sergio . Flores xè una baba! trattasi di nick ispiratomi da un simpatico poster di “altrove” che con i nomi canonici di “Ines & Nives” catalogava le “babe che legi el giornal in lateria”.Autoironicamente ho scelto…

  44. Franco ha detto:

    Grazie Flores per aver evocato lo spirito del mio predecessore. Amo troppo Trieste per non dover ricordare i suoi roghi e i suoi incendi. Da quello più recente del tragico silos attiguo alla stazione centrale -ora tramutato da parcheggio di deportati prigionieri militari e civili in parcheggio di automobili con benzina più o meno agevolata- ai vari incendi…disboscatori sul Carso e liberatori di licenze edilizie con vista mare per i melonisti, a quelli ancora più tragici della Risiera quando nel fumo dei forni si nascondevano le persone dei denuncianti che andavano ad accaparrarsi dai nazisti le cose sequestrate all’invidiato vicino di cittadinanza italiana ma di religione ebraica.
    Amo troppo Trieste per rassegnarmi a vederla derisa e trattata da alocca dalla banda del pifferaio magico di turno, che è stato talmente seducente da far volare nel suo nido anche un’astrofisica, per fortuna vostra non triestina,facendo sublimale leva sulla somiglianza ornitologica a quei magnifici esemplari notturni.
    Dobbiamo saper ridere delle varie pifferate, sgarbate e brambillate di turno ma solo per rinvigorire buon sangue per non far piangere ancora altri innocenti.Cara, cara Umanità.

  45. mutante ha detto:

    bho, dopo tutto sto dissertare: colibrì meglio vivi che morti. una volta assicurati si può pensare alle responsabilità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.