21 Novembre 2010

Spettacolo del Verdi di Trieste in Brasile

Il 2011 sarà l’anno dell’Italia in Brasile ed in questa occasione potrebbero esserci molte opportunità per la provincia di Pordenone e per tutto il Friuli Venezia Giulia nel Riogrande do Sul. A lanciare l’invito è stato il console generale d’Italia a Porto Alegre, Francesco Barbaro, nel corso del ricevimento per la delegazione della Destra Tagliamento che, guidata dall’assessore regionale a Cultura e Rapporti internazionali, Elio De Anna, è presente in questi giorni in Brasile in occasione del Premio Fedeltà al Lavoro.

Il rappresentate della diplomazia italiana ha ricordato a De Anna, al presidente della Camera di Commercio naonense, Giovanni Pavan, al vicepresidente della Provincia, Eligio Grizzo, ed alla presidente dell’Efasce, Gina Fasan, il programma delle iniziative che lo Stato ha calendarizzato in occasione della ricorrenza del 2011, invitando anche il nostro territorio a far parte di questo grande evento.

In particolare è stata sollecitata la partecipazione di una rappresentanza regionale dell’agroalimentare, settore in grande espansione nell’intero Brasile ma in modo particolare nel Riogrande do Sul, con la promozione del prodotto ma anche delle macchine per la produzione.

A questo proposito, oltre alle barbatelle coltivate a Rauscedo, esportate in tutti i cinque continenti e già presenti da anni in quest’area del Brasile, la delegazione pordenonese, come spiegato da Pavan, vorrebbe proporre in locole trasformazioni del latte caprino ed ovino dallo stato liquido a quello in polvere.

In occasione dell’anno italiano in Brasile, ha inoltre annunciato De Anna, la Regione favorirà l’approdo in Sudamerica di uno spettacolo lirico del Teatro Verdi di Trieste.

Infine, dopo il successo della rassegna mondiale di pallavolo che si è parzialmente svolta a Trieste lo scorso settembre, De Anna sta valutando anche l’eventualità di organizzare in Brasile un evento legato al beach volley.

Tag: , , .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.