13 Novembre 2010

Poliziotto goriziano si toglie la vita: il corpo di Gianluca Raschillà trovato in un campo tra Lucinico e Mossa

Riportiamo la nota diramata oggi dalla Questura di Gorizia.

“Nella tarda serata di ieri l’assistente della Polizia di Stato Gianluca Raschillà, nato a Gorizia nel 1967, dopo aver verosimilmente appreso una notizia che lo ha fortemente scosso sotto il profilo sentimentale, lasciando un biglietto alla mamma nel quale manifestava insani propositi, si allontanava a bordo della propria bicicletta in direzione di Mossa, dove, in area isolata, si toglieva la vita.

La mamma, rinvenendo lo scritto, dava immediatamente l’allarme. Tutto l’apparato investigativo della Questura, coadiuvato dalle altre forze dell’ordine e dalla Protezione civile, avviava le ricerche in tutte le direzioni possibili, analizzando al contempo ogni particolare che potesse in qualche modo fornire un indizio utile al rintraccio. Dal segnale del cellulare si riusciva a restringere il campo delle ricerche e, intorno alle 14 di oggi, la tragica scoperta: in un campo tra Lucinico e Mossa giaceva privo di vita l’assistente Gianluca Raschillà.

Da un primo esame è verosimile che abbia rivolto l’arma contro il viso e abbia fatto fuoco, ricadendo riverso con l’arma tra le gambe. Il poliziotto prestava servizio all’archivio della Questura di Gorizia”.

Tag: , , .

2 commenti a Poliziotto goriziano si toglie la vita: il corpo di Gianluca Raschillà trovato in un campo tra Lucinico e Mossa

  1. Avatar maximilian maurhart

    dopo il corso insieme, non ti dimenticherò mai…. ciao Gianluca

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.