3 Novembre 2010

Tour delle osmizze: Jadran e Erik Žerjal a San Giuseppe della Chiusa

Approfitto dell’apertura di questi giorni per riproporre la recensione di quest’ottima osmica. L’occasione è ghiotta perchè fino a domenica sarà possibile gustare un fantastico formaggio ubriaco, fatto stagionare per ben sei mesi sotto le vinacce dell’azienda. Il risultato è miracoloso, una primizia per le nostre osmice. Accorrete, pochi giorni e poco formaggio ancora.

A San Giuseppe della Chiusa/Ricmanje è aperta in questi giorni un’osmica da non perdere. Si tratta dell’osmica da Jadran. La gestione è nelle mani di Jadran e del figlio Erik, titolare dell’azienda agricola Žerjal, ma a questi si unisce anche il resto della famiglia, in una passione che è trasversale e sanguigna. Nel corso delle visite i gestori saranno sempre disponibili e felici di raccontarvi e spiegarvi tutti i risvolti della loro attività e delle loro produzioni.
Sì, perché l’azienda agricola non si ferma al solito vino sfuso e a qualche salume, ma qua si lavora sodo tutto l’anno per produrre il vino sfuso, ma anche in bottiglia, l’olio d’oliva extra vergine Bianchera, i salumi e le olive da tavola. A garanzia della perizia e della qualità perseguita c’è la preparazione e la formazione continua a cui i vari famigliari si sottopongono. Basti dire che Jadran Žerjal è sommelier, assaggiatore di vino, d’olio e di salumi, ha fatto il corso per norcino e per distillati; ma non è l’unico visto che anche gli altri famigliari hanno fatto alcune di queste formazioni in una passione che coinvolge veramente tutti.

Fra i vini citiamo il buonissimo Refosco imbottigliato del 2008, vino robusto e con dei tannini veramente notevoli e piacevoli e dall’ottima persistenza; a seguire la famiglia Žerjal vi potrà offrire un bianco imbottigliato (Cvetko, dal nome del parente che ha impiantato le viti di famiglia) del 2009, che è un uvaggio di Vitovska, Malvasia Istriana e Ribolla. Posso assicurare che i profumi di questo vino sono freschi, rotondi e pieni, una sorpresa. Erik Žerjal imbottiglia anche Malvasia, ma per l’annata 2009 bisognerà attendere fino a fine aprile. Aspettiamo fiduciosi.
Per quanto riguarda l’olio, vi basti sapere che al Concorso Nazionale degli Oli Extravergini di Oliva italiani d’eccellenza “L’oro d’Italia”, che si è svolto in Puglia la settimana scorsa il Bianchera Žerjal è arrivato 13° a livello nazionale fra gli oli monovarietali nella categoria fruttato medio (classifica). Ovviamente il brillante piazzamento non è casuale, ma è figlio di un duro lavoro negli uliveti di famiglia, della passione e della preparazione acquisita. Il risultato è un olio buonissimo, che potrete acquistare direttamente in osmica.

Al capitolo pietanze non vi farete mancare nulla ordinando un piatto misto di salumi e formaggi. Salame, ossocollo, pancetta, lardo, prosciutto crudo, salsiccia secca, formaggi e olive. Tutto è ottimo e se si vuole fare il bis è difficile scegliere con cosa proseguire. Se dovessi proprio esprimere una preferenza opterei per il salame, veramente gagliardo e per la pancetta pepata, che oltre a sciogliersi in bocca lascia un gusto di notevole persistenza e delicatezza. Se poi accompagnate con del Refosco…
I formaggi sono ottimi, anche se non prodotti dall’azienda agricola. In ogni caso gli alimenti di altre aziende vengono scelti con cura e attenzione, rigorosamente provenienti da piccoli produttori di qualità.

Per quanto riguarda i dolci la famiglia Žerjal ha scelto la semplicità, secondo me vincente. Infatti propone delle ricotte cosparse di miele e noci o con del cioccolato amaro fuso. Entrambe sono ottime. Se volete potete provare la ricotta anche col “Bianchera” oppure vi consiglio, anche se fuori menù, di farvi versare una goccia di olio sulla ricotta col cioccolato, l’accostamento, per quanto particolare è una fusione perfetta fra le varie parti.

Durante le vostre libagioni inoltre i gestori, come detto, saranno ben felici di raccontarvi aneddoti e spiegarvi i loro “segreti”, mai di fretta, ma sempre dedicandovi molta cura.
Capitolo prezzi. Ordinando un piatto per quattro e altrettanti dolci, bevande escluse, abbiamo speso 25 €; poi il conto cambia se ordinerete del vino sfuso o se vi concederete una bottiglia. In ogni caso non rimarrete delusi e avrete voglia di ritornare.
L’osmica rimarrà aperta fino al 18 aprile, di mezzo ci sono le festività pasquali e le occasioni quindi non mancheranno.
L’osmica è qua.
Per info: 040820223

bora.la/cibo | Promuovi anche tu la tua pagina

Tag: , , .

13 commenti a Tour delle osmizze: Jadran e Erik Žerjal a San Giuseppe della Chiusa

  1. apu ha detto:

    bell’articolo, ottima segnalazione che condivido! sono assiduo frequentatore

  2. Bibliotopa ha detto:

    Tour delle osmizze:
    oggi sul Piccolo qualche dettaglio sugli intossicati di salmonella sotto Pasqua, si parla di “un agriturismo a Samatorza”. Non dicono quale, dicono che chi ci va, troverà aperti quelli che non c’entrano.

  3. giacomo cecotti ha detto:

    ho visto
    giovedì o venerd’ vado a farmi un giro, per capire

  4. Dejan Kozina ha detto:

    E se è serata buona può capitare anche un concertino:
    http://www.youtube.com/watch?v=ZDrTpD4GYh8

  5. aldič ha detto:

    super! no dove mankar!! konsiglio!!! ok ciao jadran!!!

  6. marghe ha detto:

    assolutamente formaggio ubriaco con un calice de malvasia!!!!

  7. Srečko ha detto:

    Sul caso di Samatorca ha scritto il Primorski dnevnik nel periodo di Pasqua. Il nome dell’osmica e’ noto.

    Comunque non si dovrebbe farne uno scandalo, perche’ non e’ detto che la salmionella sia dovuta a scarsa igiene. Potrebbero essere statati infettati i polli, le uova, addirittura un portatore sdano tra gli addetti alle cucine…

  8. marghe ha detto:

    il secondo commento, relativo al fatto, è di aprile, è cosa superata, andiamo avanti! comunque..solidali con gli amici di samatorca!

  9. il rosso dei muli zerjal è ottimo.
    grandi

  10. max stefanutti ha detto:

    è on line la pagina dell’azienda agricola zerjal! http://www.zerjal.it

  11. damijan coretti ha detto:

    salve, volevo complimentarmi con l’articolo e segnalare l’osmica della mia famiglia. Non abbiamo il formaggio ubriaco, ma siamo comunque all’avanguardia per quanto riguarda i vini ed il mangiare. Se avete tempo e voglia, vi aspettiamo per una chiacchierata-mangiata-bevuta in compagnia. Abbiamo appena chiuso, riapriamo per carnevale. ciao

  12. damijan coretti ha detto:

    Dimenticavo, Longera-Lonjer 269. OsmicaCoretti.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *