31 Ottobre 2010

Bari-Udinese 0-2: la formazione di Guidolin espugna il “San Nicola”

BARI-UDINESE 0-2 (0-1)

Marcatori. Al 16’ Sanchez. Nella ripresa, al 15’ Isla.

Bari (4-4-2). Gillet; Belmonte, A. Masiello, Rossi, Parisi; Pulzetti (21’st Rivas), Gazzi, Almiron, S. Masiello (14’ Caputo); Barreto, Ghezzal (13’st Alvarez). (A disposizione: Padelli, Crimi, Donati, Castillo). All. Ventura.

Udinese (3-5-2). Handanovic; Benatia, Zapata, Domizzi; Isla, Pinzi, Inler, Asamoah, Pasquale (39’st Angella); Di Natale (26’st Floro Flores), Sanchez. (A disposizione: Belardi, Cuadrado, Badu, Denis). All. Guidolin.

Arbitro. Pierpaoli di Firenze (Di Fiore e Barbinati – IV° uomo: Cervellara).

Note. Ammoniti: Rossi, Gazzi, Sanchez e Zapata. Angoli: 8-2
per il Bari. Recupero: 3’ e 4’.

BARI. Quarta vittoria consecutiva per l’Udinese di Francesco Guidolin che, in campionato, passa anche a Bari sull’asse tutto cileno Sanchez-Isla, autori dei due gol vincenti, e con la fondamentale collaborazione di Samir Handanovic capace di neutralizzare all’ex Vitor Barreto il calcio di rigore, a inizio ripresa, che sarebbe valso il pareggio barese.

Guidolin rispetto alla previsioni della vigilia opta per un 3-5-2 con Pinzi titolare. Ben più numerose, invece, sono le novità in casa barese dove Ghezzal gioca per la prima volta al fianco di Barreto in attacco, Gazzi è preferito a Donati e il duo Masiello-Pulzetti ad Alvarez e Rivas. Parte bene la formazione di casa, ma bastano una decina di minuti ai friulani per prendere le misure agli avversari. E alla prima, vera, occasione l’Udinese passa in vantaggio. Minuto numero 16, Sanchez riceve palla all’altezza dei 25 metri e non ci pensa due volte: destro violentissimo sotto l’incrocio dei pali dove Gillet non può proprio arrivarci. Rete meravigliosa, questa del cileno, e l’Udinese insiste prima con Inler, al 22’, il cui sinistro è disinnescato con una prodezza da Gillet e poi con Di Natale, 60 secondi dopo, che riceve palla sugli sviluppi di un corner e si inventa un destro a giro bellissimo su cui è strepitoso ancora il numero uno biancorosso. Sempre il capitano bianconero, poi, al 29’ scatta in area e ci prova di destro, ma Gillet è attento. La reazione barese si concretizza, al 34’, con uno slalom di Ghezzal che strozza la conclusione al momento del tiro e, al primo di recupero, con una bella punizione di Almiron che sibila oltre il palo alla destra di Handanovic.

La ripresa si apre con gli stessi interpreti che avevano chiuso la prima frazione. Ma dopo 5 minuti Barreto entra in area di rigore, Zapata lo affronta in scivolata e per Pierpaoli è calcio di rigore. Si incarica della battuta lo stesso numero 10 brasiliano, ma Handanovic è strepitoso a volare sulla sua destra e a respingere il tiro prima che Almiron sbagli il tap-in vincente. La replica friulana passa per Sanchez che, al 12’, si invola in contropiede e dal limite prova una conclusione su cui è attento Gillet. E il raddoppio che l’Udinese avrebbe meritato nella prima frazione si concretizza al 15’ del secondo tempo. Contropiede perfetto di Sanchez che trova Isla sul limite destro dell’area di rigore, il cileno si accentra e incrocia perfettamente un destro che impatta sulla parte bassa della traversa e si insacca in rete per lo 0-2 degli uomini di Guidolin. Ventura, che in precedenza aveva già inserito Alvarez per Ghezzal, getta nella mischia anche Rivas – out Pulzetti – per cercare di avere maggiore spinta sulle fasce, ma raccoglie soltanto una manciata di calci d’angolo prima che ad Isla, al 43’, si opponga soltanto la traversa ad impedirgli la doppietta personale.

fonte: udinese.it

Tag: , , .

Un commento a Bari-Udinese 0-2: la formazione di Guidolin espugna il “San Nicola”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *