6 Agosto 2010

I sindaci isontini chiedono di realizzare un’uscita autostradale a Farra d’Isonzo

Attivare un tavolo tecnico con la Regione in cui affrontare tutte le problematiche collegata alla realizzazione della bretella autostradale Gorizia- Villesse, compresa l’esigenza, evidenziata da alcuni Comuni, di un’uscita a Farra d’Isonzo.

E’ questa l’ipotesi emersa durante l’incontro, svoltosi nel municipio di Gorizia, fra i sindaci del capoluogo, di Mossa, Feresin, di Savogna, Florenin, di Mariano, Visintin, di San Lorenzo Isontino, Clocchiatti, di Farra, Fabbro, di Moraro, Pelos e di Gradisca, Tommasini, indetto per verificare la possibilità di realizzare un’uscita autostradale a Farra.
Nel corso dell’ampia e articolata discussione è stato evidenziato che ad avvertire questa necessità sono i Comuni di Gorizia, Gradisca e Savogna d’Isonzo mentre per gli altri non c’è questa esigenza.

Tutti, però, si sono dichiarati disponibili a valutare l’opportunità di attivare un tavolo tecnico in cui, oltre alla questione dell’uscita autostradale a Farra si possano affrontare anche altre problematiche emerse. Il sindaco Romoli è stato incaricato di prendere i contatti con il Commissario Straordinario all’opera, Renzo Tondo, per verificare la possibilità di attivare il tavolo tecnico.

Tag: , , .

8 commenti a I sindaci isontini chiedono di realizzare un’uscita autostradale a Farra d’Isonzo

  1. marcolino ha detto:

    “… chiedono di realizzazione un’uscita …”
    No me par che sia un “italiano forbito”

  2. Redazione ha detto:

    corretto, grazie! 😉

  3. sindelar ha detto:

    Villesse – Gradisca 4,5 KM
    Gradisca – Farra 4,8 KM (Farra attuale ingresso)
    Farra – Gorizia (rotonda s.andrea) 5,7 KM

    Scusate ma quelli di Chiusaforte che è da 30 anni che aspettano un’uscita cosa dovrebbero dire?

  4. exit strategy ha detto:

    segue il tuo paradosso:
    c’è l’entrata… perchè non ci dovrebbe essere l’uscita, scusa?

  5. Wehrle ha detto:

    Bisogna chiedere a quelli che si sono opposti all’uscita nei tavoli tecnici precedentemente istituiti, penso per mantenere le vigne esistenti.

  6. JACK ha detto:

    Uscire a Farra sarebbe vantaggioso. Pensate al giro deve fare chi è diretto verso la parte ovest della città, o verso il Collio, Lucinico, Mossa…
    L’uscita a Farra ridurrebbe il traffico.

  7. Wehrle ha detto:

    Per “chiarirsi” un po’ le idee, pag. 14 del documento del link:

    http://www.provincia.gorizia.it/files/provgo_rassegna_it_10023_resource_orig.pdf

  8. vacanza mentale ha detto:

    Gherghetta ha deciso autonomamente di cambiare il progetto… non risulta che il PD abbia mai discusso in partito della questione.
    Romoli ha dormito alla grande… (e l’opposizione PDL goriziana in Provincia anche…).
    Il caso è stato è stato sollevato da Portelli (primo firmatario di una mozione, assieme ad altri consiglieri comunali … che però non è stata discussa a Gorizia perchè il consiglio comunale non si riunisce … ed il c-dx ha rinviato sine die i punti all’ordine del giorno). Nella mozione si indicano anche alcune soluzioni (non solo per Farra ma anche per S. Andrea). Riccardi fa ironia sulle stradedi pomodori. Vedremo come andrà a finire. E se si rimangerà (con gli interessi) la sua supponenza. Intanto impari ad ascoltare (e a non vaneggiare soluzioni assurde come quella di ampliare il casello del lisert… invece di arretrare l’ultimo casello prima del Torre).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.