1 Giugno 2010

Riqualificazione del centro: dopo piazza XX Settembre toccherà a piazza San Giacomo

Una volta completato l’intervento di pedonalizzazione di piazza XX Settembre toccherà a piazza San Giacomo rifarsi il trucco. Nella seduta di oggi la giunta ha approvato il progetto preliminare per la sistemazione del plateatico dell’antica piazza delle Erbe. L’intervento, che richiederà una spesa di 250 mila euro, si concentrerà su due zone distinte del piano rialzato.

“È un’opera storica per la città – sottolinea il sindaco Furio Honsell – considerando che non si ha memoria di interventi organici sul plateatico antecedenti al 1950”. Una parte del progetto riguarda infatti più specificamente la fascia sud-est della piazza per una superficie di circa 1.400 metri quadrati, la più danneggiata. Su quest’area è previsto un intervento radicale con la rimozione delle lastre per fasce e il rifacimento del fondo con sabbia e cemento. La seconda zona, in posizione nord-ovest, per una superficie di circa 600 metri quadrati, risulta essere in condizioni discrete e pertanto non richiederà una soluzione di rifacimento completo. Su quest’area si interverrà quindi in maniera puntuale per mettere in sicurezza quelle porzioni di plateatico danneggiate.

“Questo intervento di manutenzione su una delle piazze più calpestate della città è assolutamente necessario per garantirne la piena accessibilità da parte di tutti – spiega l’assessore alla Mobilità Enrico Pizza –. Dopo decenni si va a ripristinare la piazza , che in futuro, con lo spostamento del mercato in piazza XX settembre, diventerà davvero il salotto cittadino”. Un intervento d’eccellenza, che verrà fatto d’intesa con la Sovrintendenza ai Beni culturali dato il pregio della piazza, e anche per questo il progetto vede la firma di due assessori, Enrico Pizza per la manutenzione e Gianna Malisani per gli aspetti di arredo urbano.

Nel complesso i lavori a progetto prevedono la rimozione delle lastre in pietra piasentina dal plateatico e il trattamento delle stesse. In base alle condizioni di ciascuna lastra sono previsti diversi tipi di intervento: si passa dalla semplice pulizia dei bordi dai residui di sigillatura alla demolizione e l’asporto del sottofondo, dall’accatastamento in modo tale da garantire la ricollocazione delle lastre nella posizione originaria alla posa in opera di lastre in pietra piasentina, nuove, recuperate o incollate, precedentemente rimosse dal plateatico o depositate nei magazzini comunali.

L’intervento, inserito nel Programma Triennale dei Lavori Pubblici 2010 – 2012, non richiederà la sospensione del mercato cittadino. “La progettazione e l’accensione del mutuo andrà avanti nei prossimi mesi – spiega l’assessore alla Gestione Urbana Gianna Malisani –, ma l’inizio dei lavori partirà solo una volta conclusi i lavori di piazza XX Settembre. In questo modo sarà garantita la continuità del mercato ed eviteremo eccessivi disagi alla città con la coesistenza di due cantieri”.

Tag: , , .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.