12 Maggio 2010

Rosolen: “Il Pdl a Trieste? Encefalogramma piatto”. E il rimpasto in giunta regionale si fa più vicino

Traballa la poltrona dell’assessore regionale al Lavoro, Alessia Rosolen. Il casus belli sarebbe la sua simpatia, mal vista in casa PdL, nei confronti di Franco Bandelli e della sua creatura “Un’altra Trieste”.

Mentre in casa PdL imperversa la bufera e l’opposizione in Consiglio regionale gongola, Rosolen non sembra avere alcuna intenzione di smorzare i toni, anzi. “Il problema vero è che il Pdl a Trieste non esiste, se non per fare nomine o epurazioni. E’ da un anno – sottolinea – che il direttivo non si riunisce o se lo ha fatto non sono stata invitata. E’ da tempo immemorabile che non fa una iniziativa pubblica. Insomma encefalogramma piatto su tutta la linea”. E rincara la dose: “Il pretesto della mia partecipazione all’iniziativa di Franco Bandelli per criticarmi è del tutto risibile. Se a quella iniziativa hanno partecipato 200, 400 o mille persone significa che c’è un vuoto politico da colmare. Che il Pdl cittadino non sa colmare. Su questo bisogna ragionare”.

Si sta navigando a vele spiegate verso un rimpasto di giunta? ”Se la Rosolen dovesse lasciare l’esecutivo regionale si dovrebbe ridiscutere tutto l’assetto della Giunta”, commenta il capogruppo della Lega Nord in Consiglio regionale, Danilo Narduzzi. “Per la Lega Nord – aggiunge – il caso Rosolen non esiste. La Giunta regionale non si tocca”.
Invita alla pacatezza per “risolvere il problema Rosolen” il coordinatore regionale del PdL, Isidoro Gottardo. ”Discutiamo negli incontri di maggioranza – ha spiegato – dove dovrà essere dato ampio spazio ai problemi e ai programmi da condurre in porto. Poi ne discuteremo con il Presidente Tondo e infine valuteremo e decideremo”.

Tondo, da parte sua, smentisce le voci che vogliono un imminente cambio di poltrone. O, almeno, nega che la riunione – con assessori e consiglieri regionali del PdL – che ha visto nel mirino la Rosolen abbia avuto all’ordine del giorno “argomenti che abbiano a che fare con cambi di poltrone e vari assessori o quant’altro”.

Tag: , , .

61 commenti a Rosolen: “Il Pdl a Trieste? Encefalogramma piatto”. E il rimpasto in giunta regionale si fa più vicino

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.