25 Gennaio 2010

Il vero studio di impatto ambientale del Rigassificatore di Trieste. Le associazioni ambientaliste nel panico: “Caro Cogoi, semo cagai”

Oggi el Quel dela quela pubblica un’incredibile esclusiva: la vera valutazione di impatto ambientale del Rigassificatore di Trieste presentata da Gas Intestinal. Con uno studio così, terminano le speranze degli ambientalisti, che infatti annunciano lo scioglimento, oltre che dei ghiacciai, di sè stessi.


Pagina 1/209412

Terminal di Rigassificazione di GNL (GAS INTESTINAL)
Studio di valutazione di impatto ambientale su bionocesi, geoformismo, zooparcosi, fiorellosi e tutto, dei.
Revisione N° X1
1Purtroppo abbiamo utilizzato le vecchie revisioni per stamparci sul retro per cui non ci ricordiamo quale sia il numero di questa revisione.

Coordinatore: Dr. Avv. Arch. Aach. Ptù. Pedro De Futiz y Fufignez de las Inculadas Cosmicas
Via Noteme Bechi, 4
Imbosquez (Gnaspa)

LIMITI: I dati utilizzati in questo rapporto potrebbero non essere in qualche modo intrinseco implicito tacito non fallacemente corrispondente alla negazione di una bugia rivelata dalla smentita di una ritrattazione della disdetta rettificata in seguito a precisazioni a noi non puntualizzate negando così la non attendibilità di quanto non segue. Ma noi non crediamo che non vi siano problemi non risolvibili negando semplicemente il tutto, o il niente.

COPYRIGHT: Il seguente rapporto è di proprietà mio. Qualsiasi riproduzione o atto riproduttivo, soprattutto se esplicito, è severamente vietato. Meio ancora se proprio non lo legè. Fideve e po’ bon.

INDICE:
Monade per cazarghela ai triestini………………………………..1-209412
Pupoli per cazarghela ai triestini che no ga voia de leger……….1-209412

SOMARO ESECUTIVO:
Nel presente studio si analizzano approfonditatamente con imparzialità gli impossibili impatti ambientali del terminal di Rigassificazione GNL, dimodochè i cittadini di Trieste e le associazioni ambientaliste scassamaroni non abbiano motivo di dire Nosepol. Ma tanto lo diranno comunque, quindi se non avete voglia di leggere le 209412 pagine fermatevi pure qui e bombardate i manifestanti con gli F-16 di Aviano.

INTRODUZIONE:
Salve, sono il Dr. Avv. Arch. Aach. Ptù. Pedro De Futiz y Fufignez de las Inculadas Cosmicas. Voi chi siete? Rispondete qua:__________________________________________________________
Bene, ora ci siamo introdotti.

Pagina 2/209412

DESCRIZIONE DELLE OPERE:
L’Andrea Chenier è abbastanza bella, ma ci piace anche la Turandot. Comunque a noi piace di più l’operetta, e stiamo pensando di ospitare presso l’impianto il prossimo festival dell’operetta. Per quanto riguarda la descrizione delle opere in pratica xe dei mati che canta, poi ogni tanto sucedi qualcossa e lori canta ‘vanti.

DESCRIZIONE DELL’AREA DI STUDIO:
Trattasi di pozzanghera in zona Zaule. Acqua, sal, forsi qualche bestia, solite robe insomma. Niente panda né spàrisi. Come si nota dall’immagine che alleghiamo tratta da un importante studio della rivista internazionale Monon Behavior Ciu, la muleria riva far clanfe nonché bombe americane, quindi la profondità è sicuramente sufficiente all’impianto. Una volta terminata la struttura, tuttavia, il tuffo kamikaze sarà vietato per non intimorire la popolazione con inutili pare terroristiche.

CICLO DELL’ACQUA DI MARE:
I nostri esperti non sono convinti dell’esistenza del ciclo dell’acqua di mare. Nel remoto caso che questo esista, non ci saranno grossi problemi a sospendere le attività per quei cinque giorni al mese.

VALUTAZIONE DEGLI IMPATTI:

Analisi del possibile effetto domino con altri impianti pericolosi situati nelle vicinanze:
Le misure di sicurezza adottate dalla nostra società contro gli incidenti sono illustrate nella figura S’ciok. Come vedete anche illustri e fini pensatori hanno collaborato al nostro piano di sicurezza.
Non c’è nessun pericolo di effetto domino in quanto è un gioco obsoleto e nessuno ci gioca più. Parimenti l’effetto mononpoli e culedo è da escludersi. Più a rischio l’effetto pictionary e taboo, nonché l’inossidabile effetto risiko. Ma ci stiamo allenando quindi non dovremmo avere grossi problemi.

Fig. S'ciok. Le avanguardistiche misure di sicurezza adottate.

Pagina 3/209412

Analisi sulla possibile eliminazione degli organismi marini a causa dell’uso del cloro nell’impianto:
Ma cossa mai dei, anche nelle piscine si usa il cloro eppure quando ci andate vi beccate i funghi, organismi marini per antonomasia.

Analisi della possibilità di propagazione di incendi a causa della fuoriuscita di gas infiammabile:
Il dottor Nick Riviera ne “I Simpson” ha chiaramente dimostrato che una sostanza INfiammabile non può prendere fuoco, esattamente come un INvincibile non può esser vinto, un INdistruttibile non può essere distrutto, un INcapace non è capace, un INtraducibile non è traducibile, un INca non è ca e un IN non esiste. Parlare di incendi di sostanze infiammabili è quindi una contraddizione in termini e non abbiamo ritenuto utile eseguire questa analisi.

Analisi del possibile raffreddamento delle acque utilizzate durante il processo di rigassificazione:
Non ci risulta dimostrato che se una cosa si scalda un’altra debba per forza raffreddarsi. Il principio di azione-reazione è vetusto e mendace almeno quanto la teoria eliocentrica. Ben tutti sanno che la terra è al centro dell’Universo. I nostri studi che alleghiamo dimostrano che, in particolare, è Zaule il centro preciso dell’Universo, e dunque il rigassificatore è necessario. Quel lo vuole.
Ragionando per assurdo, anche se ci fosse effettivo raffreddamento delle acque marine, questo si contrapporrebbe al riscaldamento delle medesime acque causato dal carbone in sospensione immesso dalla Ferriera, che col suo colore nero assorbe i raggi solari causando un innalzamento della temperatura (Fig. Carbon per sardon). Ferriera e rigassificatore sarebbero dunque due impianti che con un’azione congiunta garantirebbero il mantenimento delle condizioni ambientali attuali, e perciò andrebbero salvaguardate entrambe senza dubbio alcuno. Proponiamo quindi di stanziare copiosi finanziamenti alle due strutture.

Fig. Carbon per sardon.

Modelli utilizzati:
Abbiamo utilizzato i seguenti modelli per le analisi del rischio: Belen Rodriguez e Fabrizio Corona, rispettivamente nella parte della Ferriera e del rigassificatore. Come la cronaca estiva ha dimostrato, i due sono risultati essere una coppia esplosiva che in effetti è da poco scoppiata, per cui per non portarci sfiga abbiamo dovuto cambiare modelli. Attualmente utilizziamo come modelli il signor Vitagliano Costantino nei panni del produttore di gas intestinale e la signorina Vento Flavia nei panni della bora. Questi modelli tuttavia presentano una notevole difficoltà di calcolo e di analisi, per cui ci stiamo ancora lavorando sopra, ma sicuramente…anderà ben dei.

Analisi del rischio di fughe di gas durante il trasporto post rigassificazione:
Al termine del processo di rigassificazione, i gas saranno inequivocabilmente dichiarati innocenti dai nostri giudici preventivamente ontolati. Non avranno quindi motivo di tentare una qualsivoglia fuga. Per il trasporto e la messa in rete, i gas verranno caricati sull’apecar aziendale e trasportati nel punto di immissione alla rete, situato a Trento, comodamente raggiungibile grazie al ponte Trento-Trieste. Ad oggi non si hanno notizie di incidenti su quella strada, quindi il rischio è zero.

Pagina 209412/209412*
*Le restanti 209408 pagine sono al momento indisponibili perché a causa di un trascurabile errore di progettazione l’impianto realizzato è risultato un bic storto, quindi è stato necessario apporre un piccolo spessore sotto uno dei cantoni dell’impianto. Le 209408 pagine dello studio sono risultate dello spessore corretto. La commissione esaminante può in un qualsiasi momento venire a prendersele per consultarle, basta alzare un salto l’impianto. Comunque in riassunto le 209408 pagine confermavano che va tutto ben, basta lassarle là che no se sa mai che no caschi tuto, nel qual caso sarebbe colpa della commissione esaminante che ga volù tocar invece di mettersi le mani nel popoci.

PIANI DI MONETORAGGIO:
Al fine di garantire un continuo monetoraggio dei processi industriali connessi all’impianto di rigassificazione è stato raggiunto un accordo con il zircolo dela tombola de S. Rocco, grazie al quale le arzille socie del zircolo hanno detto che butteranno un cuc ogni tanto dalla finestra fra una tombola e l’altra per assicurarsi che tutto vada per il meglio.

BIBLIOGRAFIA:
Burlasconi S. 2009. Ponte di Messina sul modello Trento-Trieste. Ford Escort ediction
Burlasconi S. 2009. La facciata del Rigassificatore di Trieste sul modello della facciata del Duomo di Milano. NoEmi records.
Groening M. Homer ghe dona un rene al vecio, quela puntata là dei. The simpson.
Manna D. 2009. Monon Behavior Ciu. Bianca&Volta Edizioni.
Miss Topolona. 2006. Penthouse maggio. (consultato prevalentemente in bagno)
Patoco T. 1978. Come cazarghela al nosepol. Ed. EPLF. Completo di inserto speciale: Ma andè in remengo! Xe ciaro che nosepol!E comunque no gaveria scopo.

Per restare aggiornati sui progetti “Monon Behavior” iscrivetevi alla mailing list! 🙂


Iscrivite ala monadesletter del Monon Behavior!




Tag: , , , , .

20 commenti a Il vero studio di impatto ambientale del Rigassificatore di Trieste. Le associazioni ambientaliste nel panico: “Caro Cogoi, semo cagai”

  1. Avatar arlon ha detto:

    Oviamente, xe i pupoli che fa l’articolo 😀 sai roba!

  2. Avatar susta ha detto:

    Mama mia… che studio aprofondì, che competenza sciementifica ecezional, che richeza de punti de vista e de particolari, per no parlar del aparato iconografico e dela sua aghiacciante efficacia!
    Stavolta Diego ga superà se stesso, credo che ‘l vadi a fiondarse drito drito nel empireo intestinal dei luminari de sta materia. Per un studio de ‘sto… spessor, 110 e lode no riva e no stropa, ghe volessi ben altro riconoscimento, comunque pel bacio academico go sentì che se ga subito oferto Miss Topolona. Ma no una, due! Sì: Furio Cinghialon, e Roby Of Square. Le speta una risposta…

  3. Avatar max ha detto:

    Diego, Nobel now!

  4. Avatar Diego ha detto:

    thanks 🙂
    desso son in tratativa con gas intestinal per venderghe el studio, dopo al limite ve buto un spritz.
    beh ma go due guance, bacio academico da entrambi in contemporanea! cussì in ultimo me sposto e vedemo cossa nassi 😛

  5. Avatar Erika ha detto:

    strepitoso!!!bellissimo!!!(no ti oviamente)…adesso sono piu’ tranquilla…si potrebbe avere un quel sulla TAV??

  6. Avatar gianfri ha detto:

    Complimenti per il validissimo studio.
    Fra l’altro molto chiari i “limiti” espressi nel terzo pagrafo.
    Bravo.

  7. Avatar Flores ha detto:

    Complimentissimi per la ponderosa monagrafia! Documentatissima, introvabile la documentazion fotografica ad hoc , irresistibbbile …
    Ma nooo, qual refuso?! MONAGRAFIA! con prefisso dominante sul suffisso

  8. Avatar Dario ha detto:

    Ch.mo dott. Manna, da biologo a biologo, volevo renderla edotto del fatto che per un inspiegabile refuso la relazione riporta “Analisi sulla possibile eliminazione degli organismi marini a causa dell’uso del cloro nell’impianto” mentre la normativa parla chiaramente di “Analisi sulla possibile eliminazione degli ORGASMI marini”. Ebbene, recenti studi del prof. Gravia Viagra dell’Univ. del MassaCiuccet dimostrano come sia inconsistente la critica di rischio di frigidità e impotenza paventato dalle associazioni ambientaliste in quanto, al contrario, la presenza di cloro nell’acqua porta ad un sensibile aumento della durata dell’orgasmo. Cordiali e devoti saluti.

  9. Avatar Lauro ha detto:

    Ve se dimenticai che in Italia par che spesso i turni de note se fa co la branda !!! “…Se no ga suceso gnente fin desso, perchè dovessi suceder qualcossa proprio in ste 6 ore de note ? …zzzzz … ron ron …”

  10. Avatar sarmata ha detto:

    Se le battaglie se vinzessi con l’umorismo e l’inteligenza tutti sti imbroioni, ladri e farabuti i sarìa za fora dei bobi!
    Comunque complimenti sinceri per l’articolo!

  11. Avatar Dario Predonzan ha detto:

    Cocolo, ma propio ssai e ssai cocolo!
    Go ridù fina ale lagrime.

  12. Avatar Rulez ha detto:

    Complimenti…qualche proposta costruttiva come alternativa?? Nessuna immagino!!!
    Sempre le solite chiacchiere…si sa solo sputtanare e mai essere propositivi.

  13. Avatar Rocco Siffredi ha detto:

    ciò, no savevo quela del cloro che ga dito Dario…grazie della dritta!

  14. Avatar chinaski ha detto:

    ma alora… cossa volera’ dir “cloro al clero”?

  15. Diego Diego ha detto:

    @rulez:
    proposta costruttiva come alternativa alla costruzione di una centrale nucleare:
    https://bora.la/2009/07/21/el-quel-dela-quela-el-partito-del-spritzeto/

  16. Avatar DaVeTheWaVe ha detto:

    Diego sempre avanti!
    Rulez, qua xè poco de esser propositivi…

  17. Avatar Georgina Ortiz ha detto:

    Non possiamo lasciarci sfuggire una opportunità del genere! Dopo aver letto questo studio sono veramente convinta. Uno, due, tre rigassificatori, ma tutti a Zaule, mi raccomando…

  18. […] la grande esclusiva della vera valutazione di impatto ambientale del rigassificatore di Gas Intestinal, el Quel dela Quela pubblica oggi tutti i segreti più segreti della linea Alta Velocità Alta […]

  19. […] Kabarett, che ha dapprima interpretato il “vero” studio di impatto di Gas Intestinal pubblicato qualche mese fa sul Quel dela Quela, per poi esibirsi nella sua mitica rilettura delle notizie e delle usanze triestine. Pubblichiamo […]

  20. Diego Manna Diego Manna ha detto:

    ciò:
    “DESCRIZIONE DELLE OPERE:
    L’Andrea Chenier è abbastanza bella, ma ci piace anche la Turandot. Comunque a noi piace di più l’operetta, e stiamo pensando di ospitare presso l’impianto il prossimo festival dell’operetta. Per quanto riguarda la descrizione delle opere in pratica xe dei mati che canta, poi ogni tanto sucedi qualcossa e lori canta ‘vanti.”

    notizia de oggi…GasNatural sponsorizza l’operetta!!!
    che i gabi leto anca lori sto studio e i sta ciolendo ispirazion per bon? 😀

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.