20 Gennaio 2010

Nucleare in Fvg, in pole position con Monfalcone anche Spilimbergo e Latisana

Tra conferme da parte dei Verdi e continue smentite del Governo, si fanno avanti nuovi possibili candidati ad ospitare una centrale nucleare in Friuli Venezia Giulia.
I senatori del Pd Carlo Pegorer, Roberto Della Seta, Flavio Pertoldi e Tamara Blazina hanno presentato oggi un’interrogazione scritta al Ministro per lo sviluppo economico, Claudio Scajola, per avere chiarimenti sui possibili siti in regione. In particolare, hanno chiesto al ministro di chiarire se tra le aree dove prevedibilmente sorgeranno le future centrali nucleari vi siano Spilimbergo, Latisana o Monfalcone.

Tag: , , , , , .

Un commento a Nucleare in Fvg, in pole position con Monfalcone anche Spilimbergo e Latisana

  1. Lukas ha detto:

    Il Latisanotto (e volendo anche lo Spilimberghese) possono avere aree appropriate. Ma nel caso di Monfalcone (una cittadina di 30mila abitanti con un’area metropolitana di 70mila persone) la posizione diventa problematica. Montalto di Castro, Caorso, Trino Vercellese non hanno case intorno a sè per chilometri e chilometri. Non potrebbero costruirne una, dunque, in città, è logisticamente poco probabile. Inoltre, scatenerebbe la rivolta non di poche decine o centinaia, ma di decine e decine di migliaia di persone (come minimo il mandamento ossia la totalità dell’area urbana di Monfalcone, Staranzano, Ronchi, Fogliano-Redipuglia, Sagrado, Gradisca, s.Canzian). Come minimo dovrebbe essere in “estrema periferia” (andrebbe bene, casomai, il Carso), lontano da Monfalcone-zona-abitata: basta visitare una qualsiasi centrale – sia quelle chiuse o non-finite in Italia, sia una in qualunque altro Paese del mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *