5 Dicembre 2009

Triestina e Crotone si dividono la posta

logo_triestina grandePartita difficile doveva essere e partita difficile è stata. La Triestina non riesce ad andare oltre un pareggio contro l’ ottimo Crotone di Franco Lerda, che colleziona così il suo sesto risultato utile consecutivo. Dopo il primo tempo in cui i calabresi hanno tenuto in mano le redini del gioco, gli alabardati sono venuti fuori nella ripresa ma tutti i tentativi di sfondare la barriera eretta da Concetti e soci si sono rivelati vani.

Dopo un avvio di partita studiato da entrambe le squadre, sono stati i pitagorici a dare il via alle azioni da gol con un cross di Galardo, che scavalca l’intera difesa della Triestina ma non viene deviato in porta da Petrilli solo per una questione di centimetri. Un minuto dopo potrebbe invece passare la Triestina, ma Sedivec – decisamente in giornata no – calcia in modo sbilenco dopo aver raccolto una corta respinta di Abruzzese.

I calabresi appaiono più brillanti, mentre gli alabardati pagano un po’ la stanchezza dovuta al turno infrasettimanale in Coppa Italia. Al 17’ è ancora Petrilli a impegnare Agazzi con un rasoterra, mentre un giro di lancette più tardi il portierone alabardato si esibisce in un intervento congiunto con Testini per sventare una deviazione sottoporta di Bonvissuto. La risposta della Triestina è affidata ancora una volta ai piedi di Sedivec, ma la sua conclusione viene parata da Concetti. I primi 45’ non regalano altre emozioni, con il Crotone che tiene per la maggior parte del tempo le redini del gioco,  e si affida agli spunti di un ispirato Gabionetta, che mette costantemente in crisi Sabato.

Dopo l’ intervallo la Triestina prova a dare una scossa alla partita e lo fa con Testini, che da distanza siderale lascia partire un missile terra aria che si stampa in pieno sull’ incrocio dei pali. Il pubblico si scuote dal freddo e comincia ad incitare a gran voce i propri beniamini. Sull’ onda dell’ entusiasmo ci prova Godeas dal limite, ma il suo tiro sorvola di poco la traversa. Il Crotone cala il ritmo, dopo aver giocato un primo tempo a mille all’ ora, mentre la Triestina cresce ma ha qualche difficoltà a rendersi pericolosa. Al 33’ ci prova Stankovic con una sventola dal limite dell’ area, che viene deviata provvidenzialmente in corner da un difensore del Crotone. Due minuti dopo è un’ insidiosa punizione di Sabato a scaldare i pugni di Concetti. È l’ultima emozione di una partita avara dal punto di vista dello spettacolo, ma ben combattuta dalle due squadre. Negli ultimi minuti Somma prova il tutto per tutto inserendo Della Rocca al posto di Pani e Tabbiani al posto di Sabato (da segnalare il rientro del laterale assieme a quello di Volpe dopo un mese di assenza dai campi di gioco). L’ Unione a trazione anteriore non riesce però a pungere e il risultato finale regala una giusta divisione della posta.

Triestina – Crotone  0-0

TRIESTINA (4-2-3-1): Agazzi 6; Nef 6, Cottafava 5,5, Scurto 6,5, Sabato 5 (47’ st Tabbiani sv); Gorgone 6, Pani 5,5 (39’ st Della Rocca sv); Sedivec 5 (25’ st Volpe 5,5), Testini 6, Stankovic 6; Godeas 6. A disp. Durandi, Brosco, Magliocchetti, Cossu. All. Somma

CROTONE (4-2-3-): Concetti 6; Galeoto 6,5, Legati 6, Abruzzese 5,5, Morleo 6; De Martino 6, Galardo 6; Gabionetta 6,5 (33’ st Di Matteo sv), Mazzarani 5,5 (40’ st Beati sv), Petrilli 6,5(19’ st Cutulo 5,5); Bonvissuto 5,5. A disp. Farelli, Grillo, Scognamiglio, Mendicino. All. Lerda

ARBITRO: Nasca di Bari

Guardalinee: Franzi e Riviello

AMMONITI: Bonvissuto (C), Gorgone (T), De Martino (C), Pani (T), Sabato (T)

Note: spettatori 6000 circa, angoli 5-4 per la Triestina, rec. pt 3’, st 5’

Tag: , , , , , , , , , .

Un commento a Triestina e Crotone si dividono la posta

  1. cesare ha detto:

    E’ stata una di quelle partite, come dire, un po’ segnate, e che capitano, ogni tanto, nel corso del Campionato. Andrà meglio un’altra volta!
    Sempre Triestina sugli scudi!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *