1 Dicembre 2009

I Bandelliani fondano un gruppo consiliare autonomo. Dipiazza trema?

Riceviamo e pubblichiamo:

Alla cortese attenzione

del Sig. Roberto Dipiazza

Sindaco del Comune di Trieste

del dott. Santi Terranova

Segretario Generale del Comune di Trieste

dell’Avv. Sergio Pacor

Presidente del Consiglio comunale di Trieste

Vi  informiamo che a far data del 30/11/2009 è stato costituito un nuovo gruppo consiliare all’interno del Popolo della Libertà, per distinguerci sia dal Gruppo attualmente denominato “Forza Italia  per il Pdl”, sia da “Alleanza Nazionale  per il Pdl”.

Il Comune di TriesteCon questa scelta confermiamo la nostra  appartenenza alla maggioranza del Consiglio comunale, in quanto eletti a suffragio universale all’interno di liste che hanno vinto le scorse elezioni amministrative e che ai sensi  del deliberato congressuale dello scorso 29 marzo 2009 ci collocano naturalmente e automaticamente all’interno del Pdl.

Per coerenza però, rispetto  a quanto ci siamo impegnati a portare avanti con i nostri elettori, non possiamo non tradurre questo impegno nella necessità di dotarci di un altro strumento che ci consenta di rispondere alle prevaricazioni fin qui condotte ai nostri danni da una gestione dei gruppi consiliari che non condividiamo.

Riteniamo tale nostra scelta coerente rispetto alle finalità del Popolo della Libertà, e al senso che in queste settimane i maggiori dirigenti del partito stanno rivendicando: “questo Partito non è una caserma” e vogliamo credere che sia un partito “fatto dagli elettori prima ancora che dai coordinatori”.

Non vogliamo più attendere che mentre in altri consessi, dal Parlamento nazionale al nostro Consiglio regionale, il Pdl é già una realtà anche in termini di gruppi unitari,  in questo Consiglio comunale invece ci si attardi a ossequiare logiche non più comprese dai nostri elettori.

Sulla base di questo rivendichiamo da appartenenti al Pdl, il diritto di denominarci “PDL TRIESTE” , che è nato ma che deve ancora crescere per divenire realmente ciò che ne ha consentito la sua affermazione elettorale e a noi di esserne suoi rappresentanti.

Non ci nasconderemo nei salotti, e continueremo a non accettare situazioni anomale che limitino la nostra libertà di pensiero e di operatività, tantomeno che  mortifichino il voto degli elettori.

Da oggi qualsiasi scelta che il Consiglio Comunale dovrà assumere per il bene della città, passerà per una condivisione preventiva, concordata ed accettata dal nostro gruppo consiliare.

Trieste, 30/11/2009

Claudio Frommel

Andrea Pellarini

Salvatore Porro

Bruno Sulli

Tag: , , , , , , , .

2 commenti a I Bandelliani fondano un gruppo consiliare autonomo. Dipiazza trema?

  1. Avatar Georgina Ortiz

    A questo punto mi piacerebbe sapere qual’è la vostra posizione a proposito dei due rigassicatori che si prospettano nel Golfo di Trieste. Sì, perchè aprire la porta a uno significa prendere due (come al supermercato), anche perchè la richiesta di compatibilità del gasdotto della Snam pubblicata su Piccolo il 21 ottobre dice chiaramente che questo gasdotto può servire entrambi i rigassificatori.

  2. Avatar effebi

    la politica no xe un giardin privato
    e nianche una panchina…. 🙂

    niente de dir, ghe piasi segar gambe…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.