30 Novembre 2009

CLANFA: Conservare L’Ambiente iN Forma Attiva. Parte il progetto dell’Area Marina Protetta di Miramare che coinvolge gli istituti superiori triestini

L’anno 2010 sarà dichiarato dalle Nazioni Unite quale Anno Internazionale della Biodiversità. Per questo motivo in Europa l’IUCN (International Union for Conservation of Nature) già dal 2004 ha lanciato un’iniziativa denominata “Countdown 2010 – Save Biodiversity” rivolta a Governi, ONG, settori economici e sociali per sensibilizzare l’opinione pubblica sul raggiungimento dell’obiettivo della riduzione della perdita di biodiversità entro il 2010. logo Il progetto educativo “CLANFA” dell’Area Marina Protetta di Miramare prende spunto da questa prossima scadenza per promuovere la formazione di gruppi di giovani consapevoli dei pericoli derivanti dall’impoverimento della varietà biologica, che promuovano azioni correttive da poter attuare singolarmente o in forme collettive. Gli attori sono classi o gruppi interclasse degli Istituti Scolastici di Secondo Grado presenti sul territorio triestino chiamati alla costruzione un progetto comune dove la specializzazione delle singole scuole consentirà ad ognuno di portare il proprio “pezzo del puzzle”.
Il percorso si compone di fasi successive svolte inizialmente dai singoli gruppi che indagano sulla conoscenza del territorio e delle sue criticità per poi riportarle in sessioni plenarie in cui ciascuno espone il lavoro svolto. A questo punto nuovi gruppi di interesse potranno nascere anche tra i gruppi appartenenti a istituti diversi o tra gruppi di persone esterne agli istituti, che quindi opereranno nella stesura di buone pratiche da applicare al territorio per cercare di risolvere le criticità emerse.
Gli Istituti che nel dettaglio hanno aderito sono:
ITAS “Deledda”, ISIS Nautico, ITG “Max Fabiani”, Liceo Ginnasio “Dante”.
Alla fase di presentazione è seguita una fase di brain-storming in cui si sono analizzate una serie di parole chiave il cui significato deve essere condiviso e chiaro a tutti. Parole quali biodiversità, stakeholders, indicatore, paesaggio, ambiente, sostenibilità, compatibilità, impatto, criticità, buone pratiche, percezione, partecipazione, ecc. sono state analizzate e definite una ad una e si è cercata una connessione tra di loro. Varie criticità sono state rilevate nei primi incontri, quali la carenza del trasporto pubblico, l’inquinamento di alcuni tratti di mare, la mancanza di energia rinnovabile e addirittura qualcuno ha segnalato la mancanza di osmize.

CLANFA è attivo anche su facebook, con un gruppo nel quale i protagonisti possono discutere e scambiare le proprie opinioni sugli argomenti del progetto. Vai alla pagina del gruppo.

Per informazioni: info@riservamarinamiramare.it

Fonte: Area Marina Protetta di Miramare.

IMG_0758

IMG_0748

IMG_0749

Tag: , , , , .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.