16 Ottobre 2009

Struklji o strucoli ne la straza

Il tipo di preparazione di questo dolce tipico sloveno, ma preparato anche sul Carso triestino e nel Goriziano, viene svelato dal suo stesso nome. Si tratta di una pasta dolce ripiena cotta nella “straza”, ovvero nel tovagliolo.
Gli struklji tradizionali e più facili da trovare nei ristoranti, nelle trattorie, negli agriturismi della zona sono quelli alle noci, ma ne esistono decine di varianti: alla ricotta, ai frutti di bosco, con la frutta secca,…

Gli ingredienti per la pasta sono: 500 g. di farina, 30 g di lievito di birra, 2 uova, scorza grattata di un limone, 40 g di burro, latte, sale, un cucchiaio di zucchero.
Per il ripieno alle noci: 400 g di noci macinate, un uovo, 100 g di burro, 150 g di zucchero, due cucchiai di pane grattugiato, cannella, scorza di limone grattugiata.

Mescolate gli ingredienti della pasta, aggiungendo il latte tiepido, fino a formare un impasto sodo.
Soffriggete il pan grattato con il burro, quindi aggiungete lo zucchero, le uova assieme alle noci tritate e agli altri ingredienti che vanno a formare il ripieno.
Stendete la pasta fino a formare un rettangolo sul quale stenderete il ripieno. Arrotolate la pasta e avvolgetela in un tovagliolo di cotone e chiudetene le estremità con un filo. Lasciate lievitare il rotolo in un luogo tiepido. Far bollire l’acqua salata, quindi immergete il dolce lievitato e lasciatelo cucinare per una quarantina di minuti, girandolo a metà cottura.
Togliete il dolce dal tovagliolo, affettatelo e servitelo caldo, cosparso di zucchero e pan grattato.

Tag: , , .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.