1 Ottobre 2009

Le casite del carso triestino

L’articolo è di Dorian Lorenzutti

Recensione del libro:

Le casite del Carso Triestino

di Elio Polli e Dario Gasparo
CAI XXX Ottobre Trieste
128 pagine

Copertina libro Le casite del Carso Triestino

Le costruzioni in pietra più note del Carso sono sicuramente i castellieri: borghi fortificati dell’Età del Bronzo formati da più cinte di mura in pietra, a pianta circolare dove all’interno sorgeva l’abitato. Dovevano essere costruzioni imponenti, con le mura spesse anche quattro metri e alte oltre cinque. Di queste costruzioni rimane ben poco: alcuni muri sono ancora ben visibili, ma solo all’occhio esperto, altri si sono trasformanti in cumuli di pietre invasi dalla vegetazione.

Meno note ma molto più ben conservate sono le “casite”, piccole costruzioni a secco in pietra, generalmente a pianta  circolare che offrivano riparo alle intemperie ai contadini o ai pastori.
Una dettagliata descrizione di questi manufatti ce la offre il libro appena uscito “Le casite del Carso Triestino”, a cura del CAI di Trieste sezione XXX ottobre. Si tratta di un primo catasto eseguito nelle aree di Fernetti, Banne, Trebiciano, Gropada e Padriciano. Gli autori, i professori Elio Polli “minuzioso esploratore  del Carso” e Dario Gasparo biologo della società Ecothema hanno cercato, misurato, fotografato, disegnato e descritto 27 casite.
All’inizio del libro troviamo la Carta Tecnica Regionale con l’ubicazione delle casite e una legenda che mostra quelle censite, quelle integre e quelle dirute. Seguono le schede dettagliate: per ogni rifugio ci sono una descrizione delle caratteristiche costruttive, alcune foto sia dell’esterno che dell’interno, un disegno della pianta con relative misure, l’orientamento e uno schema con il numero di persone ospitabili.
Si tratta di informazioni raccolte con cura maniacale: del resto se e quando queste caratteristiche costruzioni andranno in rovina nessuno sarà in grado di ricostruirle fedelmente. Ben vengano quindi dei dati così accurati.
Questo volume ci offre un’occasione in più per girovagare sul nostro splendido Carso, alla ricerca non solo della sua natura ma anche di antiche vestigia.

Per chi è interessato all’argomento l’appuntamento è venerdì 2 ottobre presso la sede del CAI sezione XXX ottobre, in via Battisti 22 alle ore 19 dove avrà luogo la presentazione del libro alla presenza degli autori.

Tag: , , , , .

13 commenti a Le casite del carso triestino

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.