12 Settembre 2009

Triestina, la vittoria è di rigore

Triestina – Salernitana   2 – 0

 TRIESTINA ( 4-4-2) : Agazzi 7; Nef 6 (1’st Della Rocca 7),  Brosco 6, Sabato 6, Crovetto 5; Tabbiani 6, Gissi 5,5 , Princivalli 5,5 (41’ st Cossu sv), Testini 6; Sedivec 5,5 (22’ st Volpe 6,5), Godeas 6,5. A disp. : Dei, Magliocchetti, Pani, Stankovic. All. Gotti

 SALERNITANA (4-4-2) : Polito 6; Kyriazis 5, Fusco 5,5, Galasso 6,5, Machado 6 (22’ st Pepe 5,5); Carcuro 5,5 (45’st Tricarico sv), Soligo 5, Pestrin 6, Soddimo 6,5 (34’ st Ferraro 5,5); Cozza 6, Caputo 5. A disp. : Iuliano, Bastrini, Russo, Stendardo. All. Brini

 ARBITRO : Giannoccaro di Lecce

 Guardalinee : Meli e Iori

 MARCATORI:  2’ st Della Rocca (T, rig.), 34’st Godeas (T)

 Ammoniti : Crovetto (T) , Fusco (S),  Galasso (S), Cozza (S) e Pepe (S) per gioco falloso, Soddimo(S) e Volpe (T) per comportamento non regolamentare

Note : al 18’ Agazzi para un rigore a Caputo, spettatori 5000 circa, corner 4-1 per la Triestina,   rec : pt 4’; st 4’

 

TRIESTE – Alla fine dell’incontro tra Triestina e Salernitana gli altoparlanti dello stadio sparavano nel cielo del Rocco le note di “Take on me”. Prendimi, e portami via lontano, verrebbe da dire guardando la classifica, 7 punti in tre partite, con la casella dei gol subiti che continua a rimanere immacolata, e una partita da recuperare martedì contro il Sassuolo che potrebbe proiettare l’Unione al vertice del campionato cadetto. Eppure bisogna andare con i piedi di piombo, perché non è tutto oro quello che luccica. La Triestina ha dimostrato per l’ennesima volta tutta la sua concretezza e il suo cinismo, ma nel primo tempo soprattutto, ha sofferto terribilmente al cospetto di una Salernitana affamata di punti, che ha fallito l’occasione della vita sbagliando un rigore con Caputo. Ed  è stato un altro penalty, messo a segno da Della Rocca nella seconda frazione, a cambiare il volto della gara.  

LA PARTITA – Pronti via e i campani sfiorano subito il vantaggio con un colpo di testa di Machado che si spegne di poco a lato. L’inizio della Salernitana è arrembante. La spada di Damocle dell’esonero pende sulla testa di Brini dopo le prime tre sconfitte, e i suoi giocatori mettono in campo tutto il loro nervosismo agonistico per portare a casa i primi punti del torneo. Per contro la Triestina appare un po’ in bambola e molto macchinosa in fase di costruzione.  Al 16’  c’è l’episodio che potrebbe portare la partita sui binari giusti per la Salernitana. Caputo sfrutta un errore di posizionamento della retroguardia alabardata e Crovetto lo tira per una maglia. Rigore ineccepibile. Sul dischetto si presenta lo stesso Caputo  ma Agazzi è straordinario a intercettare sia il penalty che la successiva ribattuta di Soligo. Al 36’ finalmente si vede la Triestina. Tabbiani crossa dalla destra per Godeas che di testa costringe Polito a una difficile respinta. Lo stesso Godeas da terra non riesce a imprimere la forza necessaria per correggere la palla in rete. Nel finale di tempo sono ancora i granata a rendersi pericolosi con Pestrin che  imbecca Soddimo in area di rigore da solo davanti ad Agazzi ma il centrocampista di scuola Samp manca l’aggancio decisivo con il pallone.

Nel secondo tempo Gotti toglie l’infortunato Nef – altra brutta tegola per la retroguardia alabardata dopo lo stiramento di Cottafava – e inserisce Della Rocca, lasciato fuori a sorpresa dall’undici iniziale. La mossa dà subito i suoi frutti. Al 2’ Godeas viene atterrato in area dall’ ex Kyriazis e l’arbitro Giannoccaro non può fare altro che decretare un altro calcio di rigore. Il neo entrato Della Rocca non fallisce, spiazzando freddamente il portiere avversario. I campani accusano il colpo arretrando il loro raggio d’azione, mentre la Triestina si limita a controllare a cercare di pungere in contropiede. Come al 19’ quando un meraviglioso Testini si libera sulla sinistra e lascia partire uno spiovente per Della Rocca, la coordinazione e il tiro al volo sono eccellenti, ma lo è anche Polito che con i pugni salva il risultato. La gara cala di intensità ma è Godeas a risvegliare il pubblico del Rocco con una grandissima punizione al 34’. L’ariete di Medea lascia partire un missile terra aria dai 30 metri che si va a infilare alla destra del portiere. 2 – 0 e tutti a casa. L’Unione inizia al meglio il tour de force che la vedrà scendere in campo altre 4 volte nelle prossime due settimane, la Salernitana prosegue la sua serie terrificante di sconfitte, ma il tecnico Brini, almeno a detta del direttore sportivo, salva per ora la sua panchina.

Tag: , , , , , , , , , .

Un commento a Triestina, la vittoria è di rigore

  1. Ellegi ha detto:

    Buona Unione, però ancora qualche dubbio sulla compatibilità Godeas Della Rocca, e Sedivec male

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *