9 Settembre 2009

El tradimento dela panocia

furlan advisory

Oggi ospitiamo questa importante missiva del nostro sempre esimissimo T. Patoco, che ci segnala la presenza di un campo di panoce in quel di Basovizza, portando anche una documentazione visiva a riprova del misfatto.

panocialanfur

Caro quel dela quela,
andando a bever un par de otavi col mio amico Toni Petes in suso per le osmize, me son inacorto che a Basoviza, giusto arente de la strada par el confin con la zona B, ghe xe un campo de panoce.
De panoce!!! Semo sicuri che xe panoce anca parché gavemo subito ciamado Ucio Ganassa a controlar, lui che xe studià, e el mato ga dito che si, che quele xe pure panoce furlane, che no i provi gnanca a zercar de inzinganarne con monade.
Mi credo che de sta roba devi esser informada tuta la citadinanza, parchè qua se ris’cia sul serio l’invasion se nissun se dà una mossa. Me par ‘bastanza ciaro che questa xe una dichiarazion de guera da parte de quei che sbisiga là oltre l’Isonzo. Qua xe de indagar, mi mandassi subito un ispetor a controlar de chi che xe quel campo de panoce. Se xe de un furlan, meterlo in canon subito. Se xe de un dei nostri, meterlo parimenti in canon per alto tradimento e butar via la ciave. Cossa mai el se insogna de piantar panoce, che le ghe vadi per tresso e che el pianti cevapcici ostia!
L’unica roba bona de tuta sta vicenda xe che el fiero teren carsolin se ga ribelado ale panoce e ghe stà taiando i viveri, basta veder che zacagnade che le xe.
Poco de far, la furlania qua no taca propio.
T. Patoco


Nota: Il campanilismo (sempre ironico, mai volutamente offensivo) sarà un ingrediente costante della rubrica. Al momento tutti i collaboratori sono triestini, per cui la par condicio va a farsi benedire. Apprezziamo quindi in modo particolare i contributi che ci arriveranno da autori d’oltre Timavo e Rio Ospo, in modo da poter esporre finalmente anche l’UCIO ADVISORY.

sempre più monon

Tag: , , , , .

22 commenti a El tradimento dela panocia

  1. Ellegi ha detto:

    ‘desso ciamo le guardie

  2. Diego ha detto:

    Uanm ra miseria… ma nun tenete niente che ffà?
    Ma nu campo e pizza nisciun ‘o và a zappà??

  3. Bibliotopa ha detto:

    per me, lo fanno per giustificare quelli che dicono e scrivono il: Trieste, il capoluogo friulano.

  4. cagoia ha detto:

    Per mi i ne ga invaso… i xe tra de noi e noi no savemo. I missia calzina, i porta ludame, i impianta panoce.
    I cusina frico e te ofri… co te lo magni te diventi un de lori.
    RESISTENZA!!!

    @Diego
    perchè no te torni a sonar el mandolino?

  5. lànfur ha detto:

    Non è nello stile furlano usare questi mezzucci. Inoltre si vede dalla foto che quelle non sono neanche l’ombra della possente blave furlana.
    Si tratta di un tentativo di screditamento. Una panocia si rifiuterebbe anche solo di germogliare oltre Timavo preferendo il suicidio gettandosi in qualche dirupo carsico.

  6. effebi ha detto:

    “l’invasion dei ultracorpi”

  7. cagoia ha detto:

    l’invasion dei ultrafurlani

  8. Gennarì ha detto:

    Diego tiene raggione: c’a pannuocchia manc’a pastiera se pò ffa..!

  9. susta ha detto:

    Ara, Toio, mi sti lanfur li mandassi al bagno, ma penal: tuto ‘sto spazio butà via in magnar per galine, che inveze se podeva distirarse a ciapar sol…

  10. lànfur ha detto:

    Cmqe stamattina son andato al bar e ho chiesto ‘un nero’. La cameriera mi ha fatto un caffè! Grrr!

  11. fiorenza ha detto:

    …”iera scrito sul giornal che iera marjuana!”*

    * Citazion da “Finanziere” (e grassie al genio de Lorenzo Pilat!)

  12. […] ma T. per cosa sta? Bu, sarà Toni Con la y? No, con la “i”, xe triestin… Ma penso che ci sia un po’ di T. Patoco in ognuno di noi. giovedì 22 ottobre 2009 Nessun […]

  13. lanfur ha detto:

    Alt! Fermi tutti! La minestra de bobici con cosa la fate a Trieste? Con le lenticchie? Questo non è uno scoop! 😉

  14. arlon ha detto:

    Eh, ma quela xe una licenza poetico-culinaria!

  15. […] concitadini, i furlani bagola tra de noi! Un do setimane indrio ve gavevo segnalado el campo de panoce a Basoviza, primo indizio che i lanfur ga oltrepassà l’Isonzo e lo stato cuscineto dela Bisiacheria. Adeso […]

  16. […] T. Patoco trova un campo de panoce in Quel di Basovizza e se impizza. […]

  17. […] T. Patoco trova un campo de panoce in Quel di Basovizza e se impizza. […]

  18. […] T. Patoco trova un campo de panoce in Quel di Basovizza e se impizza. […]

  19. […] T. Patoco trova un campo de panoce in Quel di Basovizza e se impizza. […]

  20. […] T. Patoco! Stavolta ci parlerà del ratto della Barcolana Friulana, ocio!Le puntate precedenti:T. Patoco trova un campo de panoce in Quel di Basovizza e se impizza.T. Patoco trova la dicitura “ufficio scolastico per il Friuli” su un certificato di […]

  21. Paola Turelli ha detto:

    I furlani xe tra de noi, confermo: ma mi la sera scorsa son rivada a farghe magnar a uno cotto in crosta col kren, tabor e teran…el giorno drio el parlava triestin ( con accento istrian a dir la verità ). Ribellarse se pol, anzi, se devi!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *