22 Maggio 2009

62enne travolto da un tir sul raccordo

E’ il cittadino sloveno Mirko Tomazic, di 62 anni, la vittima dell’incidente avvenuto l’altra sera sul raccordo Gorizia-Villesse. L’investimento – l’uomo stava camminando sulla carreggiata – è avvenuto nei pressi di Romans.

7 commenti a 62enne travolto da un tir sul raccordo

  1. Avatar Quad ha detto:

    Ed anche qui secondo qualcuno, ci vorrebbero le sbarre e le luci che ti avvisano se un tir ti sta arrivando addosso..

  2. Avatar R ha detto:

    l’altro giorno in raccordo c’erano due giovani extracomunitari in bici nei pressi di Savogna… anche sti qua han rischiato

  3. Avatar io ha detto:

    ok pienamente d’accordo sul fatto che ci voglia illuminazione e manutenzione e magari qualche controllo in più (visto che almeno due, tre volte al mese qualche genio imbocca il raccordo contro mano!!) ma scusate, è normale che una persona cammini
    di notte in raccordo? Aveva almeno il giubotto con i catarinfrangenti?
    Io sono abbastanza attenta ai limiti, ma vi posso assicurare che quando mi sono imbattuta in un ciclista (SENZA LUCI) di sera in raccordo…. mi si è fermato il cuore dallo spavento… e se non lo vedevo? oppure lo vedevo troppo tardi??
    Non diamo sempre la colpa agli autisti…

  4. Avatar Jack ha detto:

    Non si può illuminare tutto. Già abbiamo zone (come ad esempio l’autoporto) esageratamente illuminate per niente. Illuminare il raccordo sarebbe un impatto terribile per il territorio, per la natura…

  5. Avatar utah72 ha detto:

    Beh, il Sig. Tomazic probabilmente avrebbe preferito l`impatto del territorio piuttosto che quello con il TIR. Certo e` che giubbino o meno, che minchia ci faceva a piedi per il raccordo solo dio lo sa.

  6. Avatar DenisF ha detto:

    Mai bevu?

  7. Avatar Goragion ha detto:

    per quod: qui non ci vogliono sbarre e neanche campanelli…semplicemente buon senso e amore per la propria pellaccia…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.